Riferimento per i comandi dell'interfaccia a riga di comando

ID BA (get,set)

Restituisce o imposta l'ID router di confine di 16 byte che può identificare in modo univoco il dispositivo tra più BR.

Parametri

ba id [border-agent-id]

Utilizza l'argomento facoltativo border-agent-id per impostare l'ID agente di frontiera.

Esempi

ba id
cb6da1e0c0448aaec39fa90f3d58f45c
Done
ba id 00112233445566778899aabbccddeeff
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Porta BA

Recupera la porta UDP del servizio Thread Border Agent.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

ba port
49153
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

stato BA

Restituisce il valore otBorderAgentState del ruolo Thread Border Agent.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

ba state
Started
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

bbr

Restituisce le informazioni del router backbone principale corrente per il dispositivo Thread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

bbr
BBR Primary:
server16: 0xE400
seqno:    10
delay:    120 secs
timeout:  300 secs
Done
bbr
BBR Primary: None
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

Configurazione bbr (set)

Imposta la configurazione del router backbone locale otBackboneRouterConfig.

Viene avviato automaticamente un messaggio di richiesta dati del server SRV_DATA.ntf se il set di dati BBR cambia per il router backbone principale.

Disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_BACKBONE_ROUTER_ENABLE è abilitato.

bbr register deve essere emesso esplicitamente per registrare il servizio del router backbone a Leader per il router backbone secondario.

Parametri

bbr config [seqno seqno] [delay delay] [timeout timeout]

Esempi

bbr config seqno 20 delay 30
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

config bbr

Restituisce la configurazione del router backbone locale.

Disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_BACKBONE_ROUTER_ENABLE è abilitato.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

bbr config
seqno:    10
delay:    120 secs
timeout:  300 secs
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

bbr disattiva

Attiva o disattiva la funzionalità backbone.

Se il criterio viene attivato, per il dispositivo collegato viene attivato un messaggio di richiesta dati del server SRV_DATA.ntf se non è presente alcun servizio router backbone nei dati di rete Thread.

Se disattivato, SRV_DATA.ntf viene attivato se il router backbone è nello stato principale.

Disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_BACKBONE_ROUTER_ENABLE è abilitato.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

bbr disable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

bbr abilita

Attiva o disattiva la funzionalità backbone.

Se il criterio viene attivato, per il dispositivo collegato viene attivato un messaggio di richiesta dati del server SRV_DATA.ntf se non è presente alcun servizio router backbone nei dati di rete Thread.

Se disattivato, SRV_DATA.ntf viene attivato se il router backbone è nello stato principale.

Disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_BACKBONE_ROUTER_ENABLE è abilitato.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

bbr enable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

bbr jitter (get,set)

Ottieni o imposta il tremolio (in secondi) per la registrazione del router backbone.

Disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_BACKBONE_ROUTER_ENABLE è abilitato.

Parametri

bbr jitter [jitter]

Esempi

bbr jitter
20
Done
bbr jitter 10
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

bbr mgmt dua

Includendo meshLocalIid, questo comando configura lo stato della risposta per la successiva registrazione DUA. Senza meshLocalIid, rispondi al DUA.req successivo con il valore status o coap-code specificato.

Disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_REFERENCE_DEVICE_ENABLE è abilitato.

Parametri

bbr mgmt dua status|coap-code [meshLocalIid]

Per status o coap-code, utilizza:

  • 0: ST_DUA_SUCCESS
  • 1: ST_DUA_REREGISTER
  • 2: ST_DUA_INVALID
  • 3: ST_DUA_DUPLICATE
  • 4: ST_DUA_NO_RESOURCES
  • 5: ST_DUA_BBR_NOT_PRINCIPALE
  • 6: ST_DUA_GENERAL_ADDRESS
  • 160: Codice COAP 5.00

Esempi

bbr mgmt dua 1 2f7c235e5025a2fd
Done
bbr mgmt dua 160
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

bbr mgmt mlr listener aggiungere

Aggiunge un listener multicast con un valore di timeout, in secondi.

Supera 0 per utilizzare il timeout MLR predefinito.

Disponibile quando sono attivati OPENTHREAD_CONFIG_BACKBONE_ROUTER_ENABLE, OPENTHREAD_CONFIG_BACKBONE_ROUTER_MULTICAST_ROUTING_ENABLE e OPENTHREAD_CONFIG_REFERENCE_DEVICE_ENABLE.

Parametri

bbr mgmt mlr listener add ipaddress [timeout-seconds]

Esempi

bbr mgmt mlr listener add ff04::1
Done
bbr mgmt mlr listener add ff04::2 300
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

bbr mgmt ascoltatore mlr

Restituisce i listener multicast con otBackboneRouterMulticastListenerInfomTimeout in secondi.

Disponibile quando sono attivati OPENTHREAD_CONFIG_BACKBONE_ROUTER_ENABLE e OPENTHREAD_CONFIG_BACKBONE_ROUTER_MULTICAST_ROUTING_ENABLE.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

bbr mgmt mlr listener
ff04:0:0:0:0:0:0:abcd 3534000
ff04:0:0:0:0:0:0:eeee 3537610
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

bbr mgmt mlr listener chiaro

Cancella i listener multicast.

Disponibile quando sono attivati OPENTHREAD_CONFIG_BACKBONE_ROUTER_ENABLE, OPENTHREAD_CONFIG_BACKBONE_ROUTER_MULTICAST_ROUTING_ENABLE e OPENTHREAD_CONFIG_REFERENCE_DEVICE_ENABLE.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

bbr mgmt mlr listener clear
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

risposta bbr gestione mlr

Configura lo stato della risposta per la successiva registrazione del listener multicast.

Disponibile quando sono attivati OPENTHREAD_CONFIG_BACKBONE_ROUTER_ENABLE, OPENTHREAD_CONFIG_BACKBONE_ROUTER_MULTICAST_ROUTING_ENABLE e OPENTHREAD_CONFIG_REFERENCE_DEVICE_ENABLE.

Parametri

bbr mgmt mlr response status-code

Per status-code, utilizza:

  • 0: ST_MLR_SUCCESS
  • 2: ST_MLR_INVALID
  • 3: ST_MLR_NO_PERSISTENT
  • 4: ST_MLR_NO_RESOURCES
  • 5: ST_MLR_BBR_NOT_PRINCIPALE
  • 6: ST_MLR_GENERAL_Failed

Esempi

bbr mgmt mlr response 2
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

registro bbr

Registra in modo esplicito la configurazione del router backbone locale.

Per il dispositivo collegato viene attivato un messaggio di richiesta di dati del server SRV_DATA.ntf.

Disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_BACKBONE_ROUTER_ENABLE è abilitato.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

bbr register
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

bbr state

Recupera il router backbone otBackboneRouterState.

Disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_BACKBONE_ROUTER_ENABLE è abilitato.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

bbr state
Disabled
Done
bbr state
Primary
Done
bbr state
Secondary
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

br disattivare

Disattiva il gestore del routing delle frontiere.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br disable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

br abilita

Abilita il gestore del routing delle frontiere.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br enable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

br init

Inizializza Border Routing Manager.

Parametri

br init infrastructure-network-index is-running

Esempi

br init 2 1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

br nat64prefix

Restituisce come output i prefissi NAT64 locali e preferiti.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br nat64prefix
Local: fd14:1078:b3d5:b0b0:0:0::/96
Favored: fd14:1078:b3d5:b0b0:0:0::/96 prf:low
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

br nat64prefix preferito

Restituisce il prefisso NAT64 attualmente preferito.

Il prefisso NAT64 preferito può essere rilevato dal collegamento dell'infrastruttura o può essere il prefisso NAT64 locale di questo dispositivo.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br nat64prefix favored
fd14:1078:b3d5:b0b0:0:0::/96 prf:low
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

br nat64prefix locale

Recupera il prefisso NAT64 locale del router di confine.

Il prefisso NAT64 potrebbe non essere pubblicizzato nella rete Thread.

È necessario attivare OPENTHREAD_CONFIG_NAT64_BORDER_ROUTING_ENABLE.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br nat64prefix local
fd14:1078:b3d5:b0b0:0:0::/96
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

br omrprefix

Restituisce come output il prefisso OMR locale e preferito.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br omrprefix
Local: fdfc:1ff5:1512:5622::/64
Favored: fdfc:1ff5:1512:5622::/64 prf:low
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

br omrprefix preferito

Restituisce il prefisso Off-Mesh-Routable (OMR) attualmente preferito.

Il prefisso OMR preferito può essere rilevato da Network Data o può essere il prefisso OMR locale di questo dispositivo.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br omrprefix favored
fdfc:1ff5:1512:5622::/64 prf:low
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

br omrprefix locale

Recupera il prefisso locale Off-Mesh-Routable (OMR), ad esempio fdfc:1ff5:1512:5622::/64.

Un prefisso OMR è un prefisso a 64 bit generato in modo casuale che viene pubblicato nella rete Thread se non esiste già un prefisso OMR. Questo prefisso può essere raggiunto dalla rete Wi-Fi o Ethernet locale.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br omrprefix local
fdfc:1ff5:1512:5622::/64
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

prefisso br onlink

Restituisce come output i prefissi locali e quelli preferiti.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br onlinkprefix
Local: fd41:2650:a6f5:0::/64
Favored: 2600::0:1234:da12::/64
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

br onlinkprefix preferito

Restituisce il prefisso on-link attualmente preferito.

Il prefisso preferito è un prefisso on-link scoperto sul collegamento dell'infrastruttura o il prefisso locale on-link.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br onlinkprefix favored
2600::0:1234:da12::/64
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

br onlinkprefix locale

Recupera il prefisso On-Link locale per il collegamento dell'infrastruttura adiacente.

Il prefisso locale del collegamento è un prefisso a 64 bit pubblicizzato sul collegamento dell'infrastruttura se non è già stato pubblicizzato al link un prefisso utilizzabile.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br onlinkprefix local
fd41:2650:a6f5:0::/64
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

tabella prefisso br

Recupera i prefissi rilevati da Border Routing Manager sul link dell'infrastruttura. Informazioni per voce di prefisso:

  • Il prefisso
  • Se il prefisso è on-link o route
  • Millisecondi dall'ultima ricezione di un annuncio sul router contenente questo prefisso
  • Durata del prefisso in secondi
  • Durata preferita in secondi solo se il prefisso è on-link
  • Preferenza di percorso (bassa, media, alta) solo se il prefisso è route (non on-link)
  • L'indirizzo IPv6 del router che pubblicizza questo prefisso
  • Flag nell'intestazione annuncio del router ricevuto:
    • M: flag della configurazione indirizzo gestito
    • O: altro flag di configurazione
    • Stub: flag del router stub (indica se il router è un router stub)

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br prefixtable
prefix:fd00:1234:5678:0::/64, on-link:no, ms-since-rx:29526, lifetime:1800, route-prf:med,
router:ff02:0:0:0:0:0:0:1 (M:0 O:0 Stub:1)
prefix:1200:abba:baba:0::/64, on-link:yes, ms-since-rx:29527, lifetime:1800, preferred:1800,
router:ff02:0:0:0:0:0:0:1 (M:0 O:0 Stub:1)
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

br rioprf (alto,medio,basso)

Imposta in modo esplicito la preferenza da utilizzare per pubblicizzare Route Info Opzioni (RIO) nei messaggi pubblicitari del router inviati tramite il link dell'infrastruttura.

Dopo una chiamata a questa funzione, BR utilizzerà la preferenza specificata per tutti i RIO pubblicizzati. La preferenza può essere cancellata chiamando il numero otBorderRoutingClearRouteInfoOptionPreference() .

Parametri

br rioprf [high|med|low]

Esempi

br rioprf low
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

BR Rioprf

Restituisce la preferenza corrente utilizzata per pubblicizzare Route Info Opzioni (RIO) nei messaggi pubblicitari del router inviati tramite il link dell'infrastruttura.

La preferenza RIO è determinata come segue:

  • Se impostata esplicitamente dall'utente chiamando otBorderRoutingSetRouteInfoOptionPreference(), viene utilizzata la preferenza specificata.
  • In caso contrario, viene determinato in base all'attuale ruolo del dispositivo: preferenza media quando il ruolo è router/leader e preferenza bassa nel ruolo secondario.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br rioprf
med
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

br rioprf chiaro

Cancella un valore di preferenza impostato in precedenza per le opzioni pubblicizzate relative alle informazioni sul percorso.

Dopo una chiamata a questa funzione, BR userà il ruolo del dispositivo per determinare la preferenza RIO: preferenza media quando nel ruolo router/leader e preferenza bassa quando nel ruolo secondario.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br rioprf clear
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

br routeprf (alta,media,bassa)

Imposta in modo esplicito la preferenza delle route pubblicate in Dati di rete.

Dopo una chiamata a questa funzione, BR utilizzerà la preferenza specificata. La preferenza può essere cancellata chiamando il numero otBorderRoutingClearRoutePreference() .

Parametri

br routeprf [high|med|low]

Esempi

br routeprf low
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

br routeprf

Restituisce la preferenza corrente utilizzata per le route pubblicate in Dati di rete.

La preferenza viene determinata come segue:

  • Se impostata esplicitamente dall'utente chiamando otBorderRoutingSetRoutePreference(), viene utilizzata la preferenza specificata.
  • In caso contrario, viene determinato automaticamente da RoutingManager in base al ruolo del dispositivo e alla qualità del link.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br routeprf
med
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

br routeprf sereno

Cancella un valore di preferenza impostato in precedenza per le route pubblicate in Dati di rete.

Dopo una chiamata a questa funzione, BR determinerà automaticamente la preferenza in base al ruolo del dispositivo e alla qualità del collegamento (al dispositivo principale quando agisce come dispositivo finale).

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br routeprf clear
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

router br

Recupera l'elenco dei router rilevati da Border Routing Manager sul collegamento dell'infrastruttura. Informazioni per router:

  • L'indirizzo IPv6 del router
  • Flag nell'intestazione annuncio del router ricevuto:
    • M: flag della configurazione indirizzo gestito
    • O: altro flag di configurazione
    • Stub: flag del router stub (indica se il router è un router stub)

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br routers
ff02:0:0:0:0:0:0:1 (M:0 O:0 Stub:1)
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

stato br

Restituisce lo stato attuale di Border Routing Manager.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

br state
running

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

informazioni buffer

Recupera le informazioni correnti del buffer dei messaggi.

  • total mostra il numero totale di buffer dei messaggi nel pool.
  • free mostra il numero di buffer dei messaggi senza costi.
  • max-used mostra il numero massimo di buffer utilizzati contemporaneamente dall'inizializzazione dello stack OT o dall'ultimo bufferinfo reset.

L'interfaccia a riga di comando mostra quindi le informazioni sulle diverse code utilizzate dallo stack OpenThread, ad esempio 6lo send. Ogni riga dopo la coda rappresenta le informazioni relative a una coda:

  • Il primo numero indica il numero di messaggi in coda.
  • Il secondo numero indica il numero di buffer utilizzati da tutti i messaggi in coda.
  • Il terzo numero indica il numero totale di byte di tutti i messaggi in coda.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

bufferinfo
total: 40
free: 40
max-used: 5
6lo send: 0 0 0
6lo reas: 0 0 0
ip6: 0 0 0
mpl: 0 0 0
mle: 0 0 0
coap: 0 0 0
coap secure: 0 0 0
application coap: 0 0 0
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

reimpostazione bufferinfo

Reimposta il contatore di informazioni di buffer dei messaggi che registra il numero massimo di buffer in uso contemporaneamente.

Questa operazione reimposta mMaxUsedBuffers in otBufferInfo .

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

bufferinfo reset
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ccathreshold (get,set)

Recupera o imposta la soglia CCA in dBm misurata al connettore dell'antenna secondo lo standard IEEE 802.15.4 - 2015, sezione 10.1.4.

Parametri

ccathreshold [CCA-threshold-dBm]

Utilizza l'argomento CCA-threshold-dBm facoltativo per impostare la soglia CCA.

Esempi

ccathreshold
-75 dBm
Done
ccathreshold -62
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

canale (get,set)

Ottieni o imposta il valore del canale IEEE 802.15.4.

Parametri

channel [channel-num]

Usa channel-num per impostare il canale.

Esempi

channel
11
Done
channel 11
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

gestione automatica del canale

Attiva o disattiva la funzionalità di selezione automatica del canale.

Se l'opzione è abilitata, ChannelManager richiama periodicamente un RequestChannelSelect(false). L'intervallo del periodo può essere impostato da SetAutoChannelSelectionInterval().

OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MANAGER_ENABLE e OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MONITOR_ENABLE sono obbligatori.

Parametri

channel manager auto enable

1 è un valore booleano per enable.

Esempi

channel manager auto 1
channel manager auto 1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

modifica del gestore del canale

Richiede una modifica del canale di rete Thread.

La rete passa al canale specificato dopo un ritardo specificato (vedi otChannelManagerSetDelay()). Il cambio di canale viene eseguito aggiornando il set di dati operativo in attesa.

Una chiamata successiva annullerà una modifica del canale precedentemente richiesta.

Il campo OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MANAGER_ENABLE è obbligatorio.

Parametri

channel manager change channel-num

Esempi

channel manager change 11
channel manager change 11
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

gestore del canale

Conoscere lo stato del gestore del canale. Il campo OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MANAGER_ENABLE è obbligatorio.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

channel manager
channel: 11
auto: 1
delay: 120
interval: 10800
supported: { 11-26}
favored: { 11-26}
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ritardo nel gestore del canale

Imposta il ritardo (in secondi) utilizzato per un cambio di canale.

Il ritardo dovrebbe preferibilmente essere più lungo dell'intervallo massimo di sondaggio sui dati utilizzato da tutti i dispositivi inattivi all'interno della rete Thread.

OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MANAGER_ENABLE e OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MONITOR_ENABLE sono obbligatori.

Parametri

channel manager delay delay-seconds

Esempi

channel manager delay 120
channel manager delay 120
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

preferito dal gestore del canale

Imposta la maschera del canale preferito.

OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MANAGER_ENABLE e OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MONITOR_ENABLE sono obbligatori.

Parametri

channel manager favored mask

Esempi

channel manager favored 0x7fffc00
channel manager favored 0x7fffc00
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

intervallo del gestore del canale

Consente di impostare l'intervallo del periodo (in secondi) utilizzato dalla funzionalità di selezione automatica del canale.

OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MANAGER_ENABLE e OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MONITOR_ENABLE sono obbligatori.

Parametri

channel manager interval interval-seconds

Esempi

channel manager interval 10800
channel manager interval 10800
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

selezione del gestore del canale

Richieste a cui ChannelManager controlla e seleziona un nuovo canale e avvia una modifica del canale.

A differenza di otChannelManagerRequestChannelChange() , in cui il canale deve essere specificato come parametro, questa funzione chiede al ChannelManager di selezionare un canale da solo (in base alle informazioni raccolte sulla qualità del canale).

Dopo la chiamata, il gestore del canale svolgerà i tre passaggi seguenti:

1) È ChannelManager a decidere se cambiare il canale può essere utile. Questo controllo può essere ignorato se il criterio aSkipQualityCheck è impostato su true (forzando la selezione di un canale e saltando il controllo qualità). Questo passaggio utilizza le metriche sulla qualità dei link raccolte sul dispositivo (ad esempio percentuale di errori CCA, percentuale di errori di frame e messaggi per vicino e così via) per determinare se la qualità del canale corrente è al livello che giustifica una modifica del canale.

2) Se il primo passaggio va a buon fine, ChannelManager seleziona un canale potenzialmente migliore. Utilizza i dati sulla qualità del canale raccolti dal modulo ChannelMonitor. In questo passaggio vengono utilizzati i canali supportati e preferiti. (vedi otChannelManagerSetSupportedChannels() e otChannelManagerSetFavoredChannels()).

3) Se il canale appena selezionato è diverso da quello corrente, ChannelManager richiede/avvia il processo di cambio del canale (richiamando internamente un RequestChannelChange()).

OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MANAGER_ENABLE e OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MONITOR_ENABLE sono obbligatori.

Parametri

channel manager select skip-quality-check

Utilizza 1 o 0 per il valore booleano skip-quality-check.

Esempi

channel manager select 1
channel manager select 1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

gestione del canale supportata

Imposta la maschera del canale supportata.

OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MANAGER_ENABLE e OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MONITOR_ENABLE sono obbligatori.

Parametri

channel manager supported mask

Esempi

channel manager supported 0x7fffc00
channel manager supported 0x7fffc00
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

soglia del gestore del canale

Imposta la soglia della percentuale di errore CCA.

OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MANAGER_ENABLE e OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MONITOR_ENABLE sono obbligatori.

Parametri

channel manager threshold threshold-percent

Utilizza un valore esadecimale per threshold-percent. 0 corrisponde allo 0% e 0xffff al 100%.

Esempi

channel manager threshold 0xffff
channel manager threshold 0xffff
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

monitoraggio del canale

Ottieni lo stato di monitoraggio attuale del canale e il numero di persone. Il campo OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MONITOR_ENABLE è obbligatorio.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

channel monitor
enabled: 1
interval: 41000
threshold: -75
window: 960
count: 10552
occupancies:
ch 11 (0x0cb7)  4.96% busy
ch 12 (0x2e2b) 18.03% busy
ch 13 (0x2f54) 18.48% busy
ch 14 (0x0fef)  6.22% busy
ch 15 (0x1536)  8.28% busy
ch 16 (0x1746)  9.09% busy
ch 17 (0x0b8b)  4.50% busy
ch 18 (0x60a7) 37.75% busy
ch 19 (0x0810)  3.14% busy
ch 20 (0x0c2a)  4.75% busy
ch 21 (0x08dc)  3.46% busy
ch 22 (0x101d)  6.29% busy
ch 23 (0x0092)  0.22% busy
ch 24 (0x0028)  0.06% busy
ch 25 (0x0063)  0.15% busy
ch 26 (0x058c)  2.16% busy
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

avvio monitoraggio canale

Avvia il monitoraggio del canale. L'interfaccia a riga di comando OT invia un valore booleano di true a otChannelMonitorSetEnabled. Il campo OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MONITOR_ENABLE è obbligatorio.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

channel monitor start
channel monitor start
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

interruzione monitoraggio canale

Interrompi il monitoraggio del canale. L'interfaccia a riga di comando OT invia un valore booleano di false a otChannelMonitorSetEnabled. Il campo OPENTHREAD_CONFIG_CHANNEL_MONITOR_ENABLE è obbligatorio.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

channel monitor stop
channel monitor stop
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

canale preferito

Restituisce la maschera per il canale preferito su cui il dispositivo preferisce applicare la radio.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

channel preferred
0x7fff800
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

canale supportato

Ottieni la maschera del canale supportata dalla radio che può essere attivata sul dispositivo.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

channel supported
0x7fff800
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

secondario (ID)

Recupera le informazioni diagnostiche per un asset secondario collegato tramite il relativo ID secondario o RLOC16.

Parametri

child child-id

Esempi

child 1
Child ID: 1
Rloc: 9c01
Ext Addr: e2b3540590b0fd87
Mode: rn
CSL Synchronized: 1
Net Data: 184
Timeout: 100
Age: 0
Link Quality In: 3
RSSI: -20
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

elenco secondario

Restituisce un elenco di ID figlio allegati.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

child list
1 2 3 6 7 8
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

tabella secondaria

Stampa una tabella degli elementi secondari collegati.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

child table
| ID  | RLOC16 | Timeout    | Age        | LQ In | C_VN |R|D|N|Ver|CSL|QMsgCnt| Extended MAC     |
+-----+--------+------------+------------+-------+------+-+-+-+---+---+-------+------------------+
|   1 | 0xc801 |        240 |         24 |     3 |  131 |1|0|0|  3| 0 |     0 | 4ecede68435358ac |
|   2 | 0xc802 |        240 |          2 |     3 |  131 |0|0|0|  3| 1 |     0 | a672a601d2ce37d8 |
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ip figlio

Recupera un elenco di indirizzi IP archiviati per i figli MTD.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

childip
3401: fdde:ad00:beef:0:3037:3e03:8c5f:bc0c
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

childip max (impostato)

Consente di impostare o ripristinare il numero massimo di indirizzi IP che ogni account secondario MTD può registrare con questo dispositivo come padre.

Supera 0 per cancellare l'impostazione e ripristinare quella predefinita.

Disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_REFERENCE_DEVICE_ENABLE è abilitato.

Parametri

childip max count

Esempi

childip max 2
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Ip figlio max

Consente di acquisire il numero massimo di indirizzi IP che ogni publisher secondario MTD può registrare con questo dispositivo come padre.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

childip max
4
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

figliomax (impostato)

Imposta il numero massimo di figli attualmente consentiti.

Questo parametro può essere impostato solo quando l'operazione del protocollo Thread è stata interrotta.

Parametri

childmax count

Esempi

childmax 2
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

bambinomax

Consente di acquisire il numero massimo di figli attualmente consentito.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

childmax
5
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Restituisce o imposta il valore MLE_CHILD_ROUTER_LINKS.

Parametri

childrouterlinks [links]

Esempi

childrouterlinks
16
Done
childrouterlinks 16
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

checktimeout per la supervisione dei minori (set)

Imposta l'intervallo di timeout del controllo della supervisione (in secondi) per il file secondario.

Parametri

childsupervision checktimeout timeout-seconds

Esempi

childsupervision checktimeout 30
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

checktimeout per la supervisione dei minori

Restituisce l'intervallo di timeout del controllo della supervisione (in secondi) sul file secondario.

Se il dispositivo è un bambino assonnato e non sente il suo genitore entro il timeout di controllo specificato, avvia il processo di ricollegamento (scambio di richiesta/risposta di aggiornamento del bambino MLE con il relativo padre).

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

childsupervision checktimeout
30
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

intervallo di supervisione dei bambini (impostato)

Imposta l'intervallo di supervisione del bambino (in secondi) per il bambino.

Parametri

childsupervision interval interval-seconds

Esempi

childsupervision interval 30
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

intervallo di supervisione

Restituisce l'intervallo di supervisione dei minori (in secondi) su un bambino.

La funzionalità Supervisione dei bambini offre un meccanismo che consente al genitore di assicurarsi che venga inviato un messaggio a ogni figlio assonnato entro l'intervallo di supervisione. Se non avviene alcuna trasmissione al bambino/a nell'intervallo di supervisione, OpenThread mette in coda e invia al bambino un messaggio per la supervisione dei minori.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

childsupervision interval
30
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

bambino/a (imposta)

Imposta il timeout dell'account secondario del thread (in secondi) utilizzato quando operi nel ruolo dell'account secondario.

Parametri

childtimeout timeout-seconds

Esempi

childtimeout 300
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

timeout bambino

Restituisce il timeout dell'account secondario del thread (in secondi) utilizzato durante l'uso del ruolo figlio.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

childtimeout
300
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

coap annulla

Annulla un abbonamento di osservazione esistente a una risorsa remota sul server CoAP.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

coap cancel
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

eliminazione coap

Elimina la risorsa CoAP specificata.

Parametri

coap delete address uri-path [type] [payload]
  • address: indirizzo IPv6 del server CoAP.
  • uri-path: percorso URI della risorsa.
  • type:
    • con: confermabile
    • non-con: non confermabili (impostazione predefinita)
  • payload: la stringa del payload CoAP. Ad esempio, hellothere.

Esempi

coap delete fdde:ad00:beef:0:2780:9423:166c:1aac test-resource con hellothere
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

CANNOT TRANSLATE

Recupera le informazioni sulla risorsa CoAP specificata sul server CoAP.

Parametri

coap get address uri-path [type]
  • address: indirizzo IPv6 del server CoAP.
  • uri-path: percorso URI della risorsa.
  • type:
    • con: confermabile
    • non-con: non confermabili (impostazione predefinita)
    • block-: utilizza questa opzione, seguita dal valore a livello di blocco, se la risposta deve essere trasferita a livello di blocco. I valori validi sono: block-16, block-32, block-64, block-128, block-256, block-512 o block-1024.

Esempi

coap get fdde:ad00:beef:0:2780:9423:166c:1aac test-resource
Done
coap get fdde:ad00:beef:0:2780:9423:166c:1aac test-resource block-1024
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

coap osservare

Attiva una richiesta di abbonamento che consente al client CoAP di osservare la risorsa specificata sul server CoAP per rilevare eventuali modifiche del suo stato.

Parametri

coap observe address uri-path [type]
  • address: indirizzo IPv6 del server CoAP.
  • uri-path: percorso URI della risorsa.
  • type:
    • con: confermabile
    • non-con: non confermabile (impostazione predefinita).

Esempi

coap observe fdde:ad00:beef:0:2780:9423:166c:1aac test-resource
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

parametri coap(get,set)

Recupera i valori dei parametri CoAP attuali se il comando viene eseguito senza parametri facoltativi.

Consente di impostare i parametri CoAP sui rispettivi valori predefiniti o sui valori specificati, a seconda della sintassi scelta.

Parametri

coap parameters type [default | ack_timeout ack_random_factor_numerator ack_random_factor_denominator max_retransmit]
  • type: request per le richieste CoAP o response per le risposte CoAP. Se non vengono forniti altri parametri, il comando stampa la configurazione corrente.
  • default: imposta i parametri di trasmissione sui seguenti valori predefiniti:
    • ack_timeout: 2000 millisecondi
    • ack_random_factor_numerator: 3
    • ack_random_factor_denominator: 2
    • max_retransmit: 4
  • ack_timeout: ACK_TIMEOUT (0-UINT32_MAX) in millisecondi. Fai riferimento a RFC7252.
  • ack_random_factor_numerator: il numeratore ACK_RANDOM_FACTOR, con valori possibili compresi tra 0 e 255. Fai riferimento a RFC7252.
  • ack_random_factor_denominator: il denominatore di ACK_RANDOM_FACTOR, con valori possibili compresi tra 0 e 255. Fai riferimento a RFC7252.
  • max_retransmit: MAX_RETRANSMIT (0-255). Fai riferimento a RFC7252.

Esempi

coap parameters request
Transmission parameters for request:
ACK_TIMEOUT=1000 ms, ACK_RANDOM_FACTOR=255/254, MAX_RETRANSMIT=2
Done
coap parameters request default
Transmission parameters for request:
default
Done
coap parameters request 1000 255 254 2
Transmission parameters for request:
ACK_TIMEOUT=1000 ms, ACK_RANDOM_FACTOR=255/254, MAX_RETRANSMIT=2
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

post coap

Crea la risorsa CoAP specificata.

Parametri

coap post address uri-path [type] [payload]
  • address: indirizzo IPv6 del server CoAP.
  • uri-path: percorso URI della risorsa.
  • type:
    • con: confermabile
    • non-con: non confermabili (impostazione predefinita)
    • block-: usa questa opzione, seguita dal valore a livello di blocco, per inviare blocchi con un numero di byte generato casualmente per il payload. I valori validi sono: block-16, block-32, block-64, block-128, block-256, block-512 o block-1024.
  • payload: richiesta di payload CoAP. Se utilizzata, è una stringa o un numero intero, a seconda di type. Se type è con o non-con, il parametro payload è facoltativo. Se ometti il parametro payload, viene inviato un payload vuoto. Tuttavia, se utilizzi il parametro payload, il suo valore deve essere una stringa, ad esempio hellothere. Se type è block-, il valore del parametro payload deve essere un numero intero che specifica il numero di blocchi da inviare. Il tipo block- richiede l'impostazione di OPENTHREAD_CONFIG_COAP_BLOCKWISE_TRANSFER_ENABLE.

Esempi

coap post fdde:ad00:beef:0:2780:9423:166c:1aac test-resource con hellothere
Done
coap post fdde:ad00:beef:0:2780:9423:166c:1aac test-resource block-1024 10
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

lancio coap

Modifica la risorsa CoAP specificata.

Parametri

coap put address uri-path [type] [payload]
  • address: indirizzo IPv6 del server CoAP.
  • uri-path: percorso URI della risorsa.
  • type:
    • con: confermabile
    • non-con: non confermabili (impostazione predefinita)
    • block-: usa questa opzione, seguita dal valore a livello di blocco, per inviare blocchi con un numero di byte generato casualmente per il payload. I valori validi sono: block-16, block-32, block-64, block-128, block-256, block-512 o block-1024.
  • payload: richiesta di payload CoAP. Se utilizzata, è una stringa o un numero intero, a seconda di type. Se type è con o non-con, il parametro payload è facoltativo. Se ometti il parametro payload, viene inviato un payload vuoto. Tuttavia, se utilizzi il parametro payload, il suo valore deve essere una stringa, ad esempio hellothere. Se type è block-, il valore del parametro payload deve essere un numero intero che specifica il numero di blocchi da inviare. Il tipo block- richiede l'impostazione di OPENTHREAD_CONFIG_COAP_BLOCKWISE_TRANSFER_ENABLE.

Esempi

coap put fdde:ad00:beef:0:2780:9423:166c:1aac test-resource con hellothere
Done
coap put fdde:ad00:beef:0:2780:9423:166c:1aac test-resource block-1024 10
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

risorsa coap (get,set)

Restituisce o imposta il percorso URI della risorsa server CoAP.

Parametri

coap resource [uri-path]

Esempi

coap resource test-resource
Done
coap resource
test-resource
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

serie coap

Imposta i contenuti inviati dalla risorsa sul server CoAP. Se un client CoAP sta osservando la risorsa, gli viene inviata una notifica.

Parametri

coap set new-content

Esempi

coap set Testing123
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

inizio coap

Avvia il server CoAP.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

coap start
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

coap stop

Arresta il server CoAP.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

coap stop
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Coaps Connect

Inizializza una sessione DTLS (Datagram Transport Layer Security) con un peer.

Parametri

coaps connect address

Il parametro address è l'indirizzo IPv6 del peer.

Esempi

coaps connect fdde:ad00:beef:0:9903:14b:27e0:5744
Done
coaps connected

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

eliminazione coaps

La stringa del payload CoAPS da eliminare.

Parametri

coaps delete uri-path [type] [payload]
  • uri-path: percorso URI della risorsa.
  • type:
    • con: confermabile
    • non-con: non confermabili (impostazione predefinita)
  • payload: richiesta di payload CoAPS.

Esempi

coaps delete test-resource con hellothere
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

coaps disconnetti

Interrompe la sessione DTLS.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

coaps disconnect
coaps disconnected
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

i coaps ottengono

Recupera le informazioni sulla risorsa CoAPS specificata sul server CoAPS.

Parametri

coaps get uri-path [type]
  • uri-path: percorso URI della risorsa.
  • type:
    • con: confermabile
    • non-con: non confermabili (impostazione predefinita)
    • block-: utilizza questa opzione, seguita dal valore a livello di blocco, se la risposta deve essere trasferita a livello di blocco. I valori validi sono: block-16, block-32, block-64, block-128, block-256, block-512 o block-1024.

Esempi

coaps get test-resource
Done
coaps get test-resource block-1024
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

coaps chiuso

Indica se il servizio CoAP Secure è chiuso.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

coaps isclosed
no
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

coaps isconnactive

Indica se la connessione al servizio CoAP Secure è attiva (già connessa o in fase di definizione di una connessione).

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

coaps isconnactive
yes
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

coaps è connesso

Indica se il servizio CoAP Secure è connesso.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

coaps isconnected
yes
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

coaps post

Crea la risorsa CoAPS specificata.

Parametri

uri-path [type] [payload]
  • uri-path: percorso URI della risorsa.
  • type:
    • con: confermabile
    • non-con: non confermabili (impostazione predefinita)
    • block-: usa questa opzione, seguita dal valore a livello di blocco, per inviare blocchi con un numero di byte generato casualmente per il payload. I valori validi sono: block-16, block-32, block-64, block-128, block-256, block-512 o block-1024.
  • payload: richiesta di payload CoAPS che, se utilizzata, è una stringa o un numero intero, a seconda di type. Se type è con o non-con, il parametro del payload è facoltativo. Se escludi il parametro payload, viene inviato un payload vuoto. Tuttavia, se utilizzi il parametro payload, il suo valore deve essere una stringa, come hellothere. Se type è block-, il valore del parametro payload deve essere un numero intero che specifica il numero di blocchi da inviare. Il tipo block- richiede l'impostazione di OPENTHREAD_CONFIG_COAP_BLOCKWISE_TRANSFER_ENABLE.

Esempi

coaps post test-resource con hellothere
Done
coaps post test-resource block-1024 10
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

coaps psk

Imposta la chiave precondivisa (PSK) e la suite di crittografia DTLS_PSK_WITH_AES_128_CCM_8.

Parametri

coaps psk psk-value psk-id
  • psk-value: la chiave precondivisa
  • psk-id: l'identificatore della chiave precondivisa.

Esempi

coaps psk 1234 key1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

coaps put

Modifica la risorsa CoAPS specificata.

Parametri

uri-path [type] [payload]
  • uri-path: percorso URI della risorsa.
  • type:
    • con: confermabile
    • non-con: non confermabili (impostazione predefinita)
    • block-: usa questa opzione, seguita dal valore a livello di blocco, per inviare blocchi con un numero di byte generato casualmente per il payload. I valori validi sono: block-16, block-32, block-64, block-128, block-256, block-512 o block-1024.
  • payload: richiesta di payload CoAPS che, se utilizzata, è una stringa o un numero intero, a seconda di type. Se type è con o non-con, il parametro del payload è facoltativo. Se escludi il parametro payload, viene inviato un payload vuoto. Tuttavia, se utilizzi il parametro payload, il suo valore deve essere una stringa, come hellothere. Se type è block-, il valore del parametro payload deve essere un numero intero che specifica il numero di blocchi da inviare. Il tipo block- richiede l'impostazione di OPENTHREAD_CONFIG_COAP_BLOCKWISE_TRANSFER_ENABLE.

Esempi

coaps put test-resource con hellothere
Done
coaps put test-resource block-1024 10
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

risorsa coaps (get,set)

Restituisce o imposta il percorso URI della risorsa server CoAPS.

Parametri

coaps resource [uri-path]

Esempi

coaps resource test-resource
Done
coaps resource
test-resource
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

insieme di coaps

Imposta i contenuti inviati dalla risorsa sul server CoAPS.

Parametri

coaps set new-content

Esempi

coaps set Testing123
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

inizio coaps

Avvia il servizio CoAP Secure.

Parametri

coaps start [check-peer-cert | max-conn-attempts]

Il parametro check-peer-cert determina se il controllo del certificato peer è abilitato (impostazione predefinita) o disabilitata. Il parametro max-conn-attempts imposta il numero massimo di tentativi consentiti, riusciti o non riusciti, per la connessione al server CoAP Secure. Il valore predefinito di questo parametro è 0, il che significa che non è previsto alcun limite al numero di tentativi. I parametri check-peer-cert e max-conn-attempts interagiscono nelle seguenti combinazioni, anche se puoi specificare un solo argomento:

  • Nessun argomento specificato: vengono utilizzati valori predefiniti.
  • L'impostazione di check-peer-cert su true equivale a omettere l'argomento, ovvero il valore di check-peer-cert è true e il valore di max-conn-attempts è 0.
  • Impostando check-peer-cert su false: il valore di check-peer-cert è false, mentre il valore di max-conn-attempts è 0.
  • Specificare un numero: check-peer-cert è true e il valore max-conn-attempts è il numero specificato nell'argomento.

Esempi

coaps start
Done
coaps start false
Done
coaps start 8
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

coaps stop

Interrompe il servizio CoAP Secure.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

coaps stop
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

coaps x509

Imposta il certificato X509 del dispositivo locale con la chiave privata corrispondente per la sessione DTLS con DTLS_ECDHE_ECDSA_WITH_AES_128_CCM_8.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

coaps x509
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

annuncio del commissario

Invia un messaggio Annuncia inizio.

Parametri

commissioner announce mask count period destination
  • mask: bitmask che identifica i canali per l'invio di messaggi MLE Announce.
  • count: numero di trasmissioni MLE Announce per canale.
  • period: numero di millisecondi tra le trasmissioni successive di Announce con MLE.
  • destination: indirizzo IPv6 di destinazione per il messaggio. Il messaggio potrebbe essere multicast.

Esempi

commissioner announce 0x00050000 2 32 fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:c00
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Commissioner Energy

Invia un messaggio Query sulla scansione energetica. L'output comando viene stampato così come viene ricevuto.

Parametri

commissioner energy mask count period scanDuration destination
  • mask: bitmask che identifica i canali per l'esecuzione di scansioni sull'energia IEEE 802.15.4.
  • count: numero di scansioni di energia elettrica secondo lo standard IEEE 802.15.4 per canale.
  • period: numero di millisecondi tra le successive scansioni energetiche dello standard IEEE 802.15.4.
  • scanDuration: durata della scansione in millisecondi da utilizzare quando si esegue una scansione energetica IEEE 802.15.4.
  • destination: indirizzo IPv6 di destinazione per il messaggio. Il messaggio potrebbe essere multicast.

Esempi

commissioner energy 0x00050000 2 32 1000 fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:c00
Done
Energy: 00050000 0 0 0 0

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ID commissario (get,set)

Restituisce o imposta il nome dell'ID OpenThread Commissioner.

Parametri

commissioner id name

Esempi

commissioner id OpenThread Commissioner
Done
commissioner id
OpenThread Commissioner
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

aggiunta commissario joiner

Aggiunge una voce membro.

Parametri

commissioner joiner add eui64|discerner pksd [timeout]
  • eui64: EUI-64 IEEE del Joiner. Per trovare la corrispondenza con qualsiasi partecipante, utilizza *.
  • discerner: le distinzioni di Joiner nel formato number/length.
  • pksd: chiave precondivisa per il joiner.
  • timeout: timeout del joiner in secondi.

Esempi

commissioner joiner add d45e64fa83f81cf7 J01NME
Done
commissioner joiner add 0xabc/12 J01NME
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

rimozione membro commissario

Rimuove una voce Joiner.

Parametri

commissioner joiner remove eui64|discerner
  • eui64: EUI-64 IEEE del joiner. Per trovare la corrispondenza con qualsiasi partecipante, utilizza *.
  • discerner: il legislatore nel formato number/length.

Esempi

commissioner joiner remove d45e64fa83f81cf7
Done
commissioner joiner remove 0xabc/12
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

tabella Commissioner joiner

Elenca tutte le voci Joiner in formato tabella.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

commissioner joiner table
| ID                    | PSKd                             | Expiration |
+-----------------------+----------------------------------+------------+
|                     * |                           J01NME |      81015 |
|      d45e64fa83f81cf7 |                           J01NME |     101204 |
| 0x0000000000000abc/12 |                           J01NME |     114360 |
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

gestione del commissario

Invia un messaggio MGMT_GET (Management get) al responsabile. Vengono restituiti i valori delle variabili che sono stati impostati utilizzando il comando commissioner mgmtset.

Parametri

commissioner mgmtget [locator] [sessionid] [steeringdata] [joinerudpport] [-x TLVs]
  • locator: router di confine RLOC16.
  • sessionid: ID sessione del Commissario.
  • steeringdata: orientamento dei dati.
  • joinerudpport: porta UDP del joiner.
  • TLVs: l'insieme di TLV da recuperare.

Esempi

commissioner mgmtget locator sessionid
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

gestione del commissario

Invia un messaggio MGMT_SET (set di gestione) al leader e imposta le variabili sui valori specificati.

Parametri

commissioner mgmtset [locator locator] [sessionid sessionid] [steeringdata steeringdata] [joinerudpport joinerudpport] [-x TLVs]
  • locator: router di confine RLOC16.
  • sessionid: ID sessione del Commissario.
  • steeringdata: orientamento dei dati.
  • joinerudpport: porta UDP del joiner.
  • TLVs: l'insieme di TLV da recuperare.

Esempi

commissioner mgmtset joinerudpport 9988
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

commissario panid

Invia una query sull'ID PAN. L'output del comando viene restituito così come viene ricevuto.

Parametri

commissioner panid panid mask destination
  • paind: ID PAN da utilizzare per verificare la presenza di conflitti.
  • mask; Bitmask che identifica i canali su cui eseguire le scansioni attive secondo lo standard IEEE 802.15.4.
  • destination: indirizzo di destinazione IPv6 per il messaggio. Il messaggio potrebbe essere multicast.

Esempi

commissioner panid 0xdead 0x7fff800 fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:c00
Done
Conflict: dead, 00000800

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

url di provisioning del commissario

Imposta l'URL di provisioning del Commissioner.

Parametri

commissioner provisioningurl provisioningurl

Esempi

commissioner provisioningurl http://github.com/openthread/openthread
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Commissioner dcm

Recupera l'ID sessione Commissioner corrente.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

commissioner sessionid
0
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

inizio commissario

Avvia il ruolo di Thread Commissioner.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

commissioner start
Commissioner: petitioning
Done
Commissioner: active

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

stato del commissario

Restituisce lo stato attuale del Commissioner. I valori possibili sono active, disabled o petition (presentazione di una petizione per diventare Commissioner).

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

commissioner state
active
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

interruzione del commissario

Interrompe il ruolo di Thread Commissioner.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

commissioner stop
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

contestoreusedelay (get,set)

Recupera o imposta il valore CONTEXT_ID_REUSE_DELAY.

Parametri

contextreusedelay delay

Utilizza l'argomento facoltativo delay per impostare CONTEXT_ID_REUSE_DELAY.

Esempi

contextreusedelay
11
Done
contextreusedelay 11
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

contatori (mac)

Trova i contatori del livello MAC.

Parametri

counters mac

Esempi

counters mac
TxTotal: 10
   TxUnicast: 3
   TxBroadcast: 7
   TxAckRequested: 3
   TxAcked: 3
   TxNoAckRequested: 7
   TxData: 10
   TxDataPoll: 0
   TxBeacon: 0
   TxBeaconRequest: 0
   TxOther: 0
   TxRetry: 0
   TxErrCca: 0
   TxErrBusyChannel: 0
RxTotal: 2
   RxUnicast: 1
   RxBroadcast: 1
   RxData: 2
   RxDataPoll: 0
   RxBeacon: 0
   RxBeaconRequest: 0
   RxOther: 0
   RxAddressFiltered: 0
   RxDestAddrFiltered: 0
   RxDuplicated: 0
   RxErrNoFrame: 0
   RxErrNoUnknownNeighbor: 0
   RxErrInvalidSrcAddr: 0
   RxErrSec: 0
   RxErrFcs: 0
   RxErrOther: 0
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

contatori (mle)

Restituisce i contatori Thread MLE.

Parametri

counters mle

Esempi

counters mle
Role Disabled: 0
Role Detached: 1
Role Child: 0
Role Router: 0
Role Leader: 1
Attach Attempts: 1
Partition Id Changes: 1
Better Partition Attach Attempts: 0
Parent Changes: 0
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

contatori

Restituisce i nomi dei contatori supportati.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

counters
ip
mac
mle
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

IP contatori

Recupera i contatori IPv6.

Parametri

counters ip

Esempi

counters ip
TxSuccess: 10
TxFailed: 0
RxSuccess: 5
RxFailed: 0
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

IP dei contatori reimpostato

Reimposta i contatori IPv6.

Parametri

counters ip reset

Esempi

counters ip reset
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

contatori reset mac

Reimposta i contatori del livello MAC.

Parametri

counters mac reset

Esempi

counters mac reset
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

contatori mle reimpostati

Reimposta i contatori MLE di Thread.

Parametri

counters mle reset

Esempi

counters mle reset
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

canale csl

Imposta il canale CSL.

Parametri

csl channel channel

Esempi

csl channel 20
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

CSS

Restituisce la configurazione CSL.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

csl
Channel: 11
Period: 160000us
Timeout: 1000s
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

periodo csl

Imposta il periodo CSL in microsecondi.

Disattiva CSL impostando questo parametro su 0.

Il periodo CSL DEVE essere un multiplo di OT_LINK_CSL_PERIOD_TEN_SYMBOLS_UNIT_IN_USEC, altrimenti viene restituito OT_ERROR_INVALID_ARGS.

Parametri

csl period period

Esempi

csl period 3000000
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

timeout csl

Imposta il timeout CSL in secondi.

Parametri

csl timeout timeout

Esempi

cls timeout 10
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

set di dati attivo

Recupera il set di dati operativo attivo.

L'interfaccia a riga di comando OT utilizza i membri otOperationalDataset per restituire i valori del set di dati alla console.

Parametri

dataset active [-x]

L'argomento facoltativo -x stampa i valori del set di dati operativo attivo come TLV con codifica esadecimale.

Esempi

dataset active
Active Timestamp: 1
Channel: 13
Channel Mask: 0x07fff800
Ext PAN ID: d63e8e3e495ebbc3
Mesh Local Prefix: fd3d:b50b:f96d:722d::/64
Network Key: dfd34f0f05cad978ec4e32b0413038ff
Network Name: OpenThread-8f28
PAN ID: 0x8f28
PSKc: c23a76e98f1a6483639b1ac1271e2e27
Security Policy: 0, onrcb
Done
dataset active -x
0e08000000000001000000030000103506000...3023d82c841eff0e68db86f35740c030000ff
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

set di dati attivotimestamp (get, set)

Restituisce o imposta otOperationalDataset::mActiveTimestamp.

Parametri

dataset activetimestamp [timestamp]

Passa l'argomento timestamp facoltativo per impostare il timestamp attivo.

Esempi

dataset activetimestamp
123456789
Done
dataset activetimestamp 123456789
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

canale del set di dati (get,set)

Restituisce o imposta otOperationalDataset::mChannel.

Parametri

dataset channel [channel-num]

Utilizza l'argomento facoltativo channel-num per impostare il canale.

Esempi

dataset channel
12
Done
dataset channel 12
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

channelmask del set di dati (get,set)

Ottieni o imposta otOperationalDataset::mChannelMask

Parametri

dataset channelmask [channel-mask]

Utilizza l'argomento facoltativo channel-mask per impostare la maschera del canale.

Esempi

dataset channelmask
0x07fff800
Done
dataset channelmask 0x07fff800
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

set di dati chiaro

Reimposta il buffer del set di dati operativo.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

dataset clear
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

commit set attivo

Esegui il commit del buffer del set di dati operativo in Active Operational Dataset.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

dataset commit active
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

commit del set di dati in attesa

Esegui il commit del buffer del set di dati operativo in set di dati operativo in attesa.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

dataset commit pending
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ritardo del set di dati (get,set)

Restituisce o imposta otOperationalDataset::mDelay.

Parametri

dataset delay [delay]

Utilizza l'argomento facoltativo delay per impostare il valore del timer di ritardo.

Esempi

dataset delay
1000
Done
dataset delay 1000
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

extpanid del set di dati (get,set)

Restituisce o imposta otOperationalDataset::mExtendedPanId.

Parametri

dataset extpanid [extpanid]

Usa l'argomento facoltativo extpanid per impostare l'ID Extended Personal Area Network.

Esempi

dataset extpanid
000db80123456789
Done
dataset extpanid 000db80123456789
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

guida per i set di dati

Recupera un elenco di comandi dell'interfaccia a riga di comando di dataset. Per saperne di più, consulta Visualizzare e gestire i set di dati con OT CLI.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

dataset help
help
active
activetimestamp
channel
channelmask
clear
commit
delay
extpanid
init
meshlocalprefix
mgmtgetcommand
mgmtsetcommand
networkkey
networkname
panid
pending
pendingtimestamp
pskc
securitypolicy
set
tlvs
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

set di dati init (attivo,nuovo,in attesa,tlvs)

L'interfaccia a riga di comando OT controlla active, pending o tlvs e restituisce i valori corrispondenti. Altrimenti, OT CLI crea una nuova rete casuale e restituisce un nuovo set di dati.

Parametri

dataset init {active|new|pending|tlvs} [hex-encoded-tlvs]

Usa new per inizializzare un nuovo set di dati, quindi inserisci il comando dataset commit active. Utilizza tlvs per i TLV con codifica esadecimale.

Esempi

dataset init new
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

prefisso locale mesh del set di dati (get,set)

Ottieni o imposta otOperationalDataset::mMeshLocalPrefix.

Parametri

dataset meshlocalprefix [meshlocalprefix]

Utilizza l'argomento meshlocalprefix facoltativo per impostare il prefisso locale mesh.

Esempi

dataset meshlocalprefix
fd00:db8:0:0::/64
Done
dataset meshlocalprefix fd00:db8:0:0::
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

set di dati mgmtgetcommand attivo

Invia MGMT_ACTIVE_GET.

OT CLI invia un MGMT_ACTIVE_GET con gli argomenti pertinenti. Per scoprire di più su questi parametri e mappature di argomenti, consulta Visualizzare e gestire i set di dati con l'interfaccia a riga di comando OT.

Parametri

dataset mgmtgetcommand active [address leader-address] [dataset-components] [-x tlv-list]
  • Usa address per specificare la destinazione IPv6; in caso contrario, viene utilizzato l'ALOC Leader come impostazione predefinita.
  • Per dataset-components, puoi passare qualsiasi combinazione di otOperationalDatasetComponents, ad esempio activetimestamp, pendingtimestamp o networkkey.
  • L'argomento facoltativo -x specifica i TLV non elaborati da richiedere.

Esempi

dataset mgmtgetcommand active address fdde:ad00:beef:0:558:f56b:d688:799 activetimestamp securitypolicy
Done
dataset mgmtgetcommand active networkname
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

comando mgmtgetcommand in attesa

Invia MGMT_PENDING_GET.

Parametri

dataset mgmtgetcommand pending [address leader-address] [dataset-components] [-x tlv-list]

Per scoprire di più su questi parametri e mappature di argomenti, consulta Visualizzare e gestire i set di dati con l'interfaccia a riga di comando OT.

Esempi

dataset mgmtgetcommand pending address fdde:ad00:beef:0:558:f56b:d688:799 activetimestamp securitypolicy
Done
dataset mgmtgetcommand pending networkname
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

set di dati mgmtsetcommand attivo

Invia MGMT_ACTIVE_SET.

Parametri

dataset mgmtsetcommand active [dataset-components] [-x tlv-list]

Per scoprire di più su questi parametri e mappature di argomenti, consulta Visualizzare e gestire i set di dati con l'interfaccia a riga di comando OT.

Esempi

dataset mgmtsetcommand active activetimestamp 123 securitypolicy 1 onrcb
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

comando mgmtsetcommand in attesa

Invia MGMT_PENDING_SET.

Parametri

dataset mgmtsetcommand pending [dataset-components] [-x tlv-list]

Per scoprire di più su questi parametri e mappature di argomenti, consulta Visualizzare e gestire i set di dati con l'interfaccia a riga di comando OT.

Esempi

dataset mgmtsetcommand pending activetimestamp 123 securitypolicy 1 onrcb
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

chiave di rete del set di dati (get,set)

Restituisce o imposta otOperationalDataset::mNetworkKey.

Parametri

dataset networkkey [key]

Utilizza l'argomento key facoltativo per impostare la chiave di rete.

Esempi

dataset networkkey
00112233445566778899aabbccddeeff
Done
dataset networkkey 00112233445566778899aabbccddeeff
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

nome rete del set di dati (get,set)

Restituisce o imposta otOperationalDataset::mNetworkName.

Parametri

dataset networkname [name]

Utilizza l'argomento facoltativo name per impostare il nome rete.

Esempi

dataset networkname
OpenThread
Done
dataset networkname OpenThread
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

panid set di dati (get,set)

Restituisce o imposta otOperationalDataset::mPanId.

Parametri

dataset panid [panid]

Utilizza l'argomento facoltativo panid per impostare l'ID PAN.

Esempi

dataset panid
0x1234
Done
dataset panid 0x1234
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

set di dati in attesatimestamp (get,set)

Restituisce o imposta otOperationalDataset::mPendingTimestamp.

Parametri

dataset pendingtimestamp [timestamp]

Utilizza l'argomento facoltativo timestamp per impostare i secondi del timestamp in attesa.

Esempi

dataset pendingtimestamp
123456789
Done
dataset pendingtimestamp 123456789
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

set di dati pskc (get,set)

Restituisce o imposta otOperationalDataset::mPskc.

Parametri

dataset pskc [-p passphrase] | [key]

Solo per FTD, utilizza -p con l'argomento passphrase. -p genera un file pskc dal codice passphrase con codifica UTF-8 che fornisci, insieme al nome della rete e all'ID PAN esteso. Se impostato, -p utilizza il buffer del set di dati, altrimenti utilizza lo stack attuale. In alternativa, puoi impostare pskc come key (formato esadecimale).

Esempi

dataset pskc
67c0c203aa0b042bfb5381c47aef4d9e
Done
dataset pskc -p 123456
Done
dataset pskc 67c0c203aa0b042bfb5381c47aef4d9e
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

policy di sicurezza del set di dati (get,set)

Consente di acquisire o impostare il criterio di sicurezza del set di dati.

Parametri

dataset securitypolicy [rotationtime [onrcCepR]]

Esempi

dataset securitypolicy
672 onrc
Done
dataset securitypolicy 672 onrc
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

set di dati (attivo,in attesa)

Imposta il set di dati operativo attivo.

Se il set di dati non include un timestamp attivo, significa che è completato solo parzialmente.

Se Thread è abilitato su un dispositivo con un set di dati attivo parzialmente completo, il dispositivo tenterà di collegarsi a una rete Thread esistente utilizzando qualsiasi informazione esistente nel set di dati. È necessaria solo la chiave di rete Thread per collegarsi a una rete.

Se il canale non è incluso nel set di dati, il dispositivo invierà messaggi di annuncio MLE su diversi canali per trovare vicini su altri canali.

Se il dispositivo si collega correttamente a una rete Thread, recupererà l'intero set di dati attivo dal relativo set di dati principale. Tieni presente che un dispositivo compatibile con il router non passerà ai ruoli di router o di leader finché non dispone di un set di dati attivo completo.

Il comando dataset set dell'interfaccia a riga di comando imposta il set di dati operativo attivo utilizzando TLV con codifica esadecimale.

Parametri

dataset set {active|pending} tlvs

Esempi

dataset set active 0e08000000000001000000030000103506000...3023d82c841eff0e68db86f35740c030000ff
Done
dataset set pending 0e08000000000001000000030000103506000...3023d82c841eff0e68db86f35740c030000ff
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

tlv di set di dati

Converte un determinato set di dati operativo in otOperationalDatasetTlvs .

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

dataset tlvs
0e080000000000010000000300001635060004001fffe0020...f7f8
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

debug

Esegue una serie di comandi dell'interfaccia a riga di comando per raccogliere informazioni sulla rete del dispositivo e dei thread. Questa funzione è destinata al debug. L'output mostrerà ogni comando dell'interfaccia a riga di comando eseguito, preceduto da $, seguito dall'output generato dal comando corrispondente. L'output generato include le seguenti informazioni:

  • Versione
  • Stato attuale
  • RLOC16, indirizzo MAC esteso
  • Elenco di indirizzi IPv6 Unicast e multicast
  • Canale
  • ID PAN e ID PAN esteso
  • Dati di rete
  • ID partizione
  • Dati leader

Se il dispositivo funziona come FTD:

  • Tabella dei figli e dei vicini
  • Informazioni sulla tabella del router e sull'hop successivo
  • Tabella della cache degli indirizzi
  • Indirizzo IPv6 figlio MTD registrato
  • Proprietà dispositivo

Se il dispositivo supporta e agisce in qualità di client SRP:

  • Stato client SRP
  • Servizi client SRP e informazioni sull'host

Se il dispositivo supporta e funge da server SRP:

  • Stato e modalità indirizzo del server SRP
  • Host e servizi registrati dal server SRP

Se il dispositivo supporta TREL:

  • Stato TREL e tabella delle app peer

Se il dispositivo supporta e funge da router di confine:

  • Stato BR
  • Prefissi BR (OMR, on-link, NAT64)
  • Tabella Prefisso rilevato

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

ritardotimermin (impostato)

Imposta il timer di ritardo minimo (in secondi).

Parametri

delaytimermin delaytimermin

Esempi

delaytimermin 60
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Ritardo

Ottieni il timer con ritardo minimo (in secondi).

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

delaytimermin
30
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

detach async

Avvia il processo di scollegamento controllato, simile al comando detach, senza bloccare e attendere il callback che indica che lo scollegamento è terminato.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

detach async
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

detach

Avvia il processo di scollegamento gestito inviando prima una notifica agli altri nodi (inviando il rilascio dell'indirizzo se agisci come router o impostando il valore di timeout del bambino su zero sulla rete padre se agisci come figlio) e quindi interrompendo l'operazione del protocollo Thread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

detach
Finished detaching
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

oggetti (set)

Imposta le proprietà del dispositivo.

Parametri

deviceprops powerSupply isBr supportsCcm isUnstable weightAdjustment

powerSupply: deve essere "battery", "external", "external-stable", "external-unstable".

Esempi

deviceprops battery 0 0 0 -5
Done
deviceprops
PowerSupply      : battery
IsBorderRouter   : no
SupportsCcm      : no
IsUnstable       : no
WeightAdjustment : -5
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

oggetti di scena

Recupera le proprietà attuali del dispositivo.

Richiede OPENTHREAD_CONFIG_MLE_DEVICE_PROPERTY_LEADER_WEIGHT_ENABLE.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

deviceprops
PowerSupply      : external
IsBorderRouter   : yes
SupportsCcm      : no
IsUnstable       : no
WeightAdjustment : 0
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Discover

Eseguire un'operazione di rilevamento dell'MLE.

Parametri

discover [channel]

channel: il canale su cui scoprire. Se non viene fornito alcun canale, la scoperta coprirà tutti i canali validi.

Esempi

discover
| J | Network Name     | Extended PAN     | PAN  | MAC Address      | Ch | dBm | LQI |
+---+------------------+------------------+------+------------------+----+-----+-----+
| 0 | OpenThread       | dead00beef00cafe | ffff | f1d92a82c8d8fe43 | 11 | -20 |   0 |
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

scopri reqcallback (attiva,disattiva)

Imposta un callback per ricevere i dati di MLE Discovery Request.

Parametri

discover reqcallback enable|disable

Esempi

discover reqcallback enable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

navigazione DNS

Invia una query DNS di esplorazione (enumerazione delle istanze di servizio) per ottenere l'elenco dei servizi per un determinato nome di servizio

I parametri dopo service-name sono facoltativi. Qualsiasi valore non specificato (o zero) per questi parametri facoltativi viene sostituito dal valore dell'attuale configurazione predefinita (dns config).

Parametri

dns browse service-name [dns-server-IP] [dns-server-port] [response-timeout-ms] [max-tx-attempts] [recursion-desired-boolean]

Esempi

dns browse _service._udp.example.com
DNS browse response for _service._udp.example.com.
inst1
    Port:1234, Priority:1, Weight:2, TTL:7200
    Host:host.example.com.
    HostAddress:fd00:0:0:0:0:0:0:abcd TTL:7200
    TXT:[a=6531, b=6c12] TTL:7300
instance2
    Port:1234, Priority:1, Weight:2, TTL:7200
    Host:host.example.com.
    HostAddress:fd00:0:0:0:0:0:0:abcd TTL:7200
    TXT:[a=1234] TTL:7300
Done
dns browse _airplay._tcp.default.service.arpa
DNS browse response for _airplay._tcp.default.service.arpa.
Mac mini
    Port:7000, Priority:0, Weight:0, TTL:10
    Host:Mac-mini.default.service.arpa.
    HostAddress:fd97:739d:386a:1:1c2e:d83c:fcbe:9cf4 TTL:10
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Compressione DNS (abilitato,disabilitato)

Imposta la modalità "Compressione dei nomi DNS".

Per impostazione predefinita, la compressione dei nomi DNS è abilitata. Quando è disabilitata, i nomi DNS vengono aggiunti come completi e non sono mai compressi. Questo vale per i moduli client/server DNS e SRP di OpenThread." Il campo OPENTHREAD_CONFIG_REFERENCE_DEVICE_ENABLE è obbligatorio.

Parametri

dns compression [enable|disable]

Esempi

dns compression enable
Enabled
dns compression disable
Done
dns compression
Disabled
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

compressione DNS

Indica se la modalità "Compressione dei nomi DNS" è attivata o meno.

Questa funzionalità è destinata solo ai test e disponibile quando la configurazione di OPENTHREAD_CONFIG_REFERENCE_DEVICE_ENABLE è abilitata.

Per impostazione predefinita, la compressione dei nomi DNS è abilitata. Quando è disabilitata, i nomi DNS vengono aggiunti come completi e non sono mai compressi. Questo vale per i moduli client/server DNS e SRP di OpenThread." Il campo OPENTHREAD_CONFIG_REFERENCE_DEVICE_ENABLE è obbligatorio.

Parametri

dns compression [enable|disable]

Esempi

dns compression
Enabled

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Configurazione DNS (set)

Imposta la configurazione della query predefinita sul client DNS.

In un valore aConfig diverso da NULL, il chiamante può scegliere di lasciare alcuni dei campi dell'istanza otDnsQueryConfig non specificati (valore pari a zero). I campi non specificati vengono sostituiti dalle definizioni delle opzioni di configurazione OT corrispondenti OPENTHREAD_CONFIG_DNS_CLIENTDEFAULT{} per formare la configurazione delle query predefinita.

Quando OPENTHREAD_CONFIG_DNS_CLIENT_DEFAULT_SERVER_ADDRESS_AUTO_SET_ENABLE è abilitato, l'indirizzo IPv6 del server nella configurazione predefinita viene impostato e aggiornato automaticamente dal client DNS. Questo viene fatto solo quando l'utente non lo imposta o non lo specifica esplicitamente. Questo comportamento richiede l'attivazione del client SRP e della relativa funzionalità di avvio automatico. Il client SRP monitorerà quindi i dati di rete Thread per le voci del servizio DNS/SRP per selezionare un server SRP. Anche l'indirizzo del server SRP selezionato viene impostato come indirizzo del server DNS nella configurazione predefinita.

Possiamo lasciare alcuni campi come non specificati (o utilizzare il valore zero). I campi non specificati vengono sostituiti dalle definizioni delle opzioni di configurazione OT corrispondenti OPENTHREAD_CONFIG_DNS_CLIENT_DEFAULT per formare la configurazione delle query predefinita. Il campo OPENTHREAD_CONFIG_DNS_CLIENT_ENABLE è obbligatorio.

Parametri

dns config [dns-server-IP] [dns-server-port] [response-timeout-ms] [max-tx-attempts] [recursion-desired-boolean] [service-mode]

Esempi

dns config fd00::1 1234 5000 2 0
Done
dns config
Server: [fd00:0:0:0:0:0:0:1]:1234
ResponseTimeout: 5000 ms
MaxTxAttempts: 2
RecursionDesired: no
Done
dns config fd00::2
Done
dns config
Server: [fd00:0:0:0:0:0:0:2]:53
ResponseTimeout: 3000 ms
MaxTxAttempts: 3
RecursionDesired: yes
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

configurazione DNS

Recupera l'attuale configurazione di query predefinita utilizzata dal client DNS.

Quando si avvia lo stack OpenThread, la configurazione delle query DNS predefinita viene determinata da un insieme di opzioni di configurazione OT, ad esempio OPENTHREAD_CONFIG_DNS_CLIENT_DEFAULT_SERVER_IP6_ADDRESS, _DEFAULT_SERVER_PORT, _DEFAULT_RESPONSE_TIMEOUT e così via (vedi config/dns_client.h per tutte le opzioni di configurazione correlate).

La configurazione include la porta e l'indirizzo IPv6 del server, il timeout della risposta in msec (tempo di attesa alla risposta rx), il numero massimo di tentativi tx prima di segnalare l'errore, il flag booleano che indica se il server può risolvere la query in modo ricorsivo o meno. Il campo OPENTHREAD_CONFIG_DNS_CLIENT_ENABLE è obbligatorio.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

dns config
Server: [fd00:0:0:0:0:0:0:1]:1234
ResponseTimeout: 5000 ms
MaxTxAttempts: 2
RecursionDesired: no
ServiceMode: srv
Nat64Mode: allow
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

risoluzione DNS

Invia una query DNS di risoluzione degli indirizzi per i record AAAA (IPv6) per un determinato nome host.

Il valore aConfig può essere NULL. In questo caso, la configurazione predefinita (da otDnsClientGetDefaultConfig() ) verrà utilizzata come configurazione per questa query. In un valore aConfig non NULL, alcuni campi possono essere lasciati non specificati (valore pari a zero). I campi non specificati vengono quindi sostituiti con i valori della configurazione predefinita.

Invia una query DNS per ottenere l'indirizzo IPv6 per il nome host specificato.

I parametri dopo il nome host sono facoltativi. I valori non specificati (o zero) per questi parametri facoltativi vengono sostituiti dal valore dell'attuale configurazione predefinita (configurazione DNS).

L'IP del server DNS può essere un indirizzo IPv4, che verrà sintetizzato in un indirizzo IPv6 utilizzando il prefisso NAT64 preferito dai dati di rete.

Parametri

dns resolve hostname [dns-server-IP] [dns-server-port] [response-timeout-ms] [max-tx-attempts] [recursion-desired-boolean]

Esempi

dns resolve ipv6.google.com
DNS response for ipv6.google.com - 2a00:1450:401b:801:0:0:0:200e TTL: 300
dns resolve example.com 8.8.8.8
Synthesized IPv6 DNS server address: fdde:ad00:beef:2:0:0:808:808
DNS response for example.com. - fd4c:9574:3720:2:0:0:5db8:d822 TTL:20456
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

servizio DNS

Avvia una risoluzione dell'istanza di servizio DNS per una determinata istanza di servizio.

È disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_DNS_CLIENT_SERVICE_DISCOVERY_ENABLE è abilitato.

Il valore aConfig può essere NULL. In questo caso, la configurazione predefinita (da otDnsClientGetDefaultConfig() ) verrà utilizzata come configurazione per questa query. In un valore aConfig non NULL, alcuni campi possono essere lasciati non specificati (valore pari a zero). I campi non specificati vengono quindi sostituiti con i valori della configurazione predefinita.

La funzione invia le query per i record SRV e/o TXT per l'istanza di servizio specificata. Il campo mServiceMode in otDnsQueryConfig determina i record su cui eseguire la query (solo SRV, solo TXT o sia SRV che TXT) e come eseguirla (insieme nello stesso messaggio, separatamente in parallelo o in modalità ottimizzata, in cui il client proverà prima nello stesso messaggio e poi separatamente se non riesce a ricevere una risposta).

Il record SRV fornisce informazioni sulla porta, la priorità e il peso del servizio, oltre al nome host associato all'istanza del servizio. Questa funzione NON esegue la risoluzione dell'indirizzo per il nome host rilevato dal record SRV. Il server/resolver può fornire record AAAA/A per il nome host nella sezione Dati aggiuntivi della risposta alla query SRV/TXT; queste informazioni possono essere recuperate utilizzando otDnsServiceResponseGetServiceInfo() in otDnsServiceCallback. Gli utenti di questa API NON DEVONO presumere che l'indirizzo host sarà sempre disponibile da otDnsServiceResponseGetServiceInfo() .

Invia una query DNS per la risoluzione delle istanze di servizio per una determinata istanza di servizio. Viene fornita per prima l'etichetta dell'istanza di servizio, seguita dal nome del servizio (tieni presente che l'etichetta dell'istanza di servizio può contenere il carattere punto ".").

I parametri dopo service-name sono facoltativi. Qualsiasi valore non specificato (o zero) per questi parametri facoltativi viene sostituito dal valore dell'attuale configurazione predefinita (dns config).

Parametri

dns service service-instance-label service-name [DNS-server-IP] [DNS-server-port] [response-timeout-ms] [max-tx-attempts] [recursion-desired-boolean]

Esempi

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

host servizio DNS

Avvia una risoluzione dell'istanza di servizio DNS per una determinata istanza di servizio, con una potenziale risoluzione dell'indirizzo di follow-up per il nome host rilevato per l'istanza di servizio.

È disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_DNS_CLIENT_SERVICE_DISCOVERY_ENABLE è abilitato.

Il valore aConfig può essere NULL. In questo caso, la configurazione predefinita (da otDnsClientGetDefaultConfig() ) verrà utilizzata come configurazione per questa query. In un valore aConfig non NULL, alcuni campi possono essere lasciati non specificati (valore pari a zero). I campi non specificati vengono quindi sostituiti con i valori della configurazione predefinita. Questa funzione non può essere utilizzata con mServiceMode nella configurazione DNS impostata su OT_DNS_SERVICE_MODE_TXT (ovvero l'esecuzione di query solo per il record TXT) e restituirà OT_ERROR_INVALID_ARGS.

Si comporta in modo simile all'invio di query da parte di otDnsClientResolveService() per i record SRV e TXT. Tuttavia, se il server/resolver non fornisce record AAAA/A per il nome host nella risposta alla query SRV (nella sezione Dati aggiuntivi), eseguirà la risoluzione del nome host (invio di una query AAAA) per il nome host rilevato dal record SRV. Il callback aCallback viene attivato quando vengono ricevute le risposte a tutte le query (ovvero, sono terminate le risoluzioni sia dell'indirizzo del servizio che dell'indirizzo host).

Invia una query DNS per la risoluzione delle istanze di servizio per una determinata istanza di servizio con la potenziale risoluzione del nome host di follow-up. Viene fornita per prima l'etichetta dell'istanza di servizio, seguita dal nome del servizio (tieni presente che l'etichetta dell'istanza di servizio può contenere il carattere punto ".").

I parametri dopo service-name sono facoltativi. Qualsiasi valore non specificato (o zero) per questi parametri facoltativi viene sostituito dal valore dell'attuale configurazione predefinita (dns config).

Parametri

dns servicehost service-instance-label service-name [DNS-server-IP] [DNS-server-port] [response-timeout-ms] [max-tx-attempts] [recursion-desired-boolean]

Esempi

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

nome dominio (insieme)

Imposta il nome di dominio Thread.

Operazione riuscita solo se i protocolli Thread sono disabilitati.

Parametri

domainname name

Utilizza un carattere backslash per l'escape degli spazi.

Esempi

domainname Test\ Thread
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

nome dominio

Recupera il nome di dominio Thread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

domainname
Thread
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

dua iid (imposta,chiaro)

Imposta o cancella l'identificatore interfaccia specificato manualmente per l'indirizzo Unicast di dominio Thread.

Disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_DUA_ENABLE è abilitato.

Parametri

dua iid iid|clear

dua iid clear passa un nullptr a otThreadSetFixedDuaInterfaceIdentifier. In caso contrario, puoi superare l'iid.

Esempi

dua iid 0004000300020001
Done
dua iid clear
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

dua iid

Restituisce l'identificatore interfaccia specificato manualmente per l'indirizzo Unicast di dominio Thread.

Disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_DUA_ENABLE è abilitato.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

dua iid
0004000300020001
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

eidcache

Restituisce le voci della cache EID-to-RLOC.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

eidcache
fd49:caf4:a29f:dc0e:97fc:69dd:3c16:df7d 2000 cache canEvict=1 transTime=0 eid=fd49:caf4:a29f:dc0e:97fc:69dd:3c16:df7d
fd49:caf4:a29f:dc0e:97fc:69dd:3c16:df7f fffe retry canEvict=1 timeout=10 retryDelay=30
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

eui64

Ottieni lo standard IEEE EUI-64 assegnato in fabbrica per questa interfaccia.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

eui64
0615aae900124b00
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

extaddr (insieme)

Imposta l'indirizzo esteso IEEE 802.15.4.

Parametri

extaddr extaddr

Esempi

extaddr dead00beef00cafe
dead00beef00cafe
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

extaddr

Ottieni l'indirizzo esteso IEEE 802.15.4.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

extaddr
dead00beef00cafe
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

extpanid (insieme)

Imposta l'ID PAN esteso IEEE 802.15.4.

Parametri

extpanid extpanid

Esempi

extpanid dead00beef00cafe
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

extpanid

Ottieni l'ID PAN esteso IEEE 802.15.4.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

extpanid
dead00beef00cafe
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ripristino dei dati di fabbrica

Elimina tutte le impostazioni memorizzate nella memoria non volatile e attiva il ripristino della piattaforma.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

factoryreset

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

falso (uno,uno)

Invia messaggi Thread falsi.

Disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_REFERENCE_DEVICE_ENABLE è abilitato.

Parametri

fake /a/an dst-ipaddr target meshLocalIid

Esempi

fake /a/an fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:a800 fd00:7d03:7d03:7d03:55f2:bb6a:7a43:a03b 1111222233334444
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

fem

Restituisce i parametri FEM esterni.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

fem
LNA gain 11 dBm
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

fem lnagain (get)

Ottieni il guadagno LNA del Rx del FEM esterno in dBm.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

fem lnagain
11
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

fem lnagain (insieme)

Imposta il guadagno Rx LNA del FEM esterno in dBm.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

fem lnagain 8
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

storia ipaddr

Visualizza la cronologia degli indirizzi IPv6 unicast in formato tabella o elenco.

Ogni voce di tabella o elenco fornisce:

  • Età: il tempo trascorso dall'emissione del comando e specificato nel formato: hours:minutes:seconds:milliseconds
  • Evento: i valori possibili sono Added o Removed.
  • Lunghezza indirizzo/prefisso: indirizzo Unicast con la lunghezza del prefisso (in bit).
  • Origine: i valori possibili sono thread, slaac, dhcp6 o manual.
  • Ambito: ambito dell'indirizzo IPv6.
  • P: flag preferito.
  • V: flag valido.
  • RLOC (R): questo flag indica se l'indirizzo IPv6 è un localizzatore di routing.

Parametri

history ipaddr [list] [num-entries]
  • Utilizza l'opzione list per visualizzare l'output in formato elenco. In caso contrario, l'output viene visualizzato in formato tabella.
  • Utilizza l'opzione num-entries per limitare l'output al numero di voci più recenti specificato. Se questa opzione non viene utilizzata, tutte le voci archiviate vengono mostrate nell'output.

Esempi

history ipaddr
| Age                  | Event   | Address / Prefix Length                     | Origin |Scope| P | V | R |
+----------------------+---------+---------------------------------------------+--------+-----+---+---+---+
|         00:00:04.991 | Removed | 2001:dead:beef:cafe:c4cb:caba:8d55:e30b/64  | slaac  |  14 | Y | Y | N |
|         00:00:44.647 | Added   | 2001:dead:beef:cafe:c4cb:caba:8d55:e30b/64  | slaac  |  14 | Y | Y | N |
|         00:01:07.199 | Added   | fd00:0:0:0:0:0:0:1/64                       | manual |  14 | Y | Y | N |
|         00:02:17.885 | Added   | fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:fc00/64          | thread |   3 | N | Y | N |
|         00:02:17.885 | Added   | fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:5400/64          | thread |   3 | N | Y | Y |
|         00:02:20.107 | Removed | fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:5400/64          | thread |   3 | N | Y | Y |
|         00:02:21.575 | Added   | fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:5400/64          | thread |   3 | N | Y | Y |
|         00:02:21.575 | Added   | fdde:ad00:beef:0:ecea:c4fc:ad96:4655/64     | thread |   3 | N | Y | N |
|         00:02:23.904 | Added   | fe80:0:0:0:3c12:a4d2:fbe0:31ad/64           | thread |   2 | Y | Y | N |
Done
history ipaddr list 5
00:00:20.327 -> event:Removed address:2001:dead:beef:cafe:c4cb:caba:8d55:e30b prefixlen:64 origin:slaac scope:14 preferred:yes valid:yes rloc:no
00:00:59.983 -> event:Added address:2001:dead:beef:cafe:c4cb:caba:8d55:e30b prefixlen:64 origin:slaac scope:14 preferred:yes valid:yes rloc:no
00:01:22.535 -> event:Added address:fd00:0:0:0:0:0:0:1 prefixlen:64 origin:manual scope:14 preferred:yes valid:yes rloc:no
00:02:33.221 -> event:Added address:fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:fc00 prefixlen:64 origin:thread scope:3 preferred:no valid:yes rloc:no
00:02:33.221 -> event:Added address:fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:5400 prefixlen:64 origin:thread scope:3 preferred:no valid:yes rloc:yes
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

cronologia ipmaddr

Visualizza la cronologia degli indirizzi IPv6 multicast in formato tabella o elenco.

Ogni voce di tabella o elenco fornisce:

  • Età: il tempo trascorso dall'emissione del comando e specificato nel formato: hours:minutes:seconds:milliseconds
  • Evento: i valori possibili sono Subscribed o Unsubscribed.
  • Indirizzo multicast
  • Origine: i valori possibili sono Thread o Manual.

Parametri

history ipmaddr [list] [num-entries]
  • Utilizza l'opzione list per visualizzare l'output in formato elenco. In caso contrario, l'output viene visualizzato in formato tabella.
  • Utilizza l'opzione num-entries per limitare l'output al numero di voci più recenti specificato. Se questa opzione non viene utilizzata, tutte le voci archiviate vengono mostrate nell'output.

Esempi

history ipmaddr
| Age                  | Event        | Multicast Address                       | Origin |
+----------------------+--------------+-----------------------------------------+--------+
|         00:00:08.592 | Unsubscribed | ff05:0:0:0:0:0:0:1                      | Manual |
|         00:01:25.353 | Subscribed   | ff05:0:0:0:0:0:0:1                      | Manual |
|         00:01:54.953 | Subscribed   | ff03:0:0:0:0:0:0:2                      | Thread |
|         00:01:54.953 | Subscribed   | ff02:0:0:0:0:0:0:2                      | Thread |
|         00:01:59.329 | Subscribed   | ff33:40:fdde:ad00:beef:0:0:1            | Thread |
|         00:01:59.329 | Subscribed   | ff32:40:fdde:ad00:beef:0:0:1            | Thread |
|         00:02:01.129 | Subscribed   | ff03:0:0:0:0:0:0:fc                     | Thread |
|         00:02:01.129 | Subscribed   | ff03:0:0:0:0:0:0:1                      | Thread |
|         00:02:01.129 | Subscribed   | ff02:0:0:0:0:0:0:1                      | Thread |
Done
history ipmaddr list
00:00:25.447 -> event:Unsubscribed address:ff05:0:0:0:0:0:0:1 origin:Manual
00:01:42.208 -> event:Subscribed address:ff05:0:0:0:0:0:0:1 origin:Manual
00:02:11.808 -> event:Subscribed address:ff03:0:0:0:0:0:0:2 origin:Thread
00:02:11.808 -> event:Subscribed address:ff02:0:0:0:0:0:0:2 origin:Thread
00:02:16.184 -> event:Subscribed address:ff33:40:fdde:ad00:beef:0:0:1 origin:Thread
00:02:16.184 -> event:Subscribed address:ff32:40:fdde:ad00:beef:0:0:1 origin:Thread
00:02:17.984 -> event:Subscribed address:ff03:0:0:0:0:0:0:fc origin:Thread
00:02:17.984 -> event:Subscribed address:ff03:0:0:0:0:0:0:1 origin:Thread
00:02:17.984 -> event:Subscribed address:ff02:0:0:0:0:0:0:1 origin:Thread
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

vicino di casa

Visualizza la cronologia dei vicini sotto forma di tabella o elenco.

Ogni voce di tabella o elenco fornisce:

  • Età: il tempo trascorso dall'emissione del comando e specificato nel formato: hours:minutes:seconds:milliseconds
  • Tipo: Child o Router.
  • Evento: i valori possibili sono Added, Removed o Changed.
  • Indirizzo esteso
  • RLOC16
  • Mode: MLE link mode. Valori possibili:
    • -: nessun flag impostato (rx-off- when-in-idle, dispositivo Thread minimo, dati di rete stabili).
    • r: rx-su-quando-inattivo
    • d: dispositivo Thread completo.
    • n: dati di rete completi
  • RSS Ave: numero medio di frame (in dBm) ricevuti dal vicino al momento della registrazione della voce.

Parametri

history neighbor [list] [num-entries]
  • Utilizza l'opzione list per visualizzare l'output in formato elenco. In caso contrario, l'output viene visualizzato in formato tabella.
  • Utilizza l'opzione num-entries per limitare l'output al numero di voci più recenti specificato. Se questa opzione non viene utilizzata, tutte le voci archiviate vengono mostrate nell'output.

Esempi

history neighbor
| Age                  | Type   | Event     | Extended Address | RLOC16 | Mode | Ave RSS |
+----------------------+--------+-----------+------------------+--------+------+---------+
|         00:00:29.233 | Child  | Added     | ae5105292f0b9169 | 0x8404 | -    |     -20 |
|         00:01:38.368 | Child  | Removed   | ae5105292f0b9169 | 0x8401 | -    |     -20 |
|         00:04:27.181 | Child  | Changed   | ae5105292f0b9169 | 0x8401 | -    |     -20 |
|         00:04:51.236 | Router | Added     | 865c7ca38a5fa960 | 0x9400 | rdn  |     -20 |
|         00:04:51.587 | Child  | Removed   | 865c7ca38a5fa960 | 0x8402 | rdn  |     -20 |
|         00:05:22.764 | Child  | Changed   | ae5105292f0b9169 | 0x8401 | rn   |     -20 |
|         00:06:40.764 | Child  | Added     | 4ec99efc874a1841 | 0x8403 | r    |     -20 |
|         00:06:44.060 | Child  | Added     | 865c7ca38a5fa960 | 0x8402 | rdn  |     -20 |
|         00:06:49.515 | Child  | Added     | ae5105292f0b9169 | 0x8401 | -    |     -20 |
Done
history neighbor list
00:00:34.753 -> type:Child event:Added extaddr:ae5105292f0b9169 rloc16:0x8404 mode:- rss:-20
00:01:43.888 -> type:Child event:Removed extaddr:ae5105292f0b9169 rloc16:0x8401 mode:- rss:-20
00:04:32.701 -> type:Child event:Changed extaddr:ae5105292f0b9169 rloc16:0x8401 mode:- rss:-20
00:04:56.756 -> type:Router event:Added extaddr:865c7ca38a5fa960 rloc16:0x9400 mode:rdn rss:-20
00:04:57.107 -> type:Child event:Removed extaddr:865c7ca38a5fa960 rloc16:0x8402 mode:rdn rss:-20
00:05:28.284 -> type:Child event:Changed extaddr:ae5105292f0b9169 rloc16:0x8401 mode:rn rss:-20
00:06:46.284 -> type:Child event:Added extaddr:4ec99efc874a1841 rloc16:0x8403 mode:r rss:-20
00:06:49.580 -> type:Child event:Added extaddr:865c7ca38a5fa960 rloc16:0x8402 mode:rdn rss:-20
00:06:55.035 -> type:Child event:Added extaddr:ae5105292f0b9169 rloc16:0x8401 mode:- rss:-20
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

cronologia netinfo

Visualizza la cronologia delle informazioni di rete in formato tabella o elenco.

Ogni voce di tabella o elenco fornisce:

  • Età: il tempo trascorso dall'emissione del comando e specificato nel formato: hours:minutes:seconds:milliseconds
  • Ruolo: ruolo dispositivo. I valori possibili sono router, child, detached o disabled.
  • Mode: MLE link mode. Valori possibili:
    • -: nessun flag impostato (rx-off- when-in-idle, dispositivo Thread minimo, dati di rete stabili).
    • r: rx-su-quando-inattivo
    • d: dispositivo Thread completo.
    • n: dati di rete completi
  • RLOC16
  • ID partizione.

Parametri

history netinfo [list] [num-entries]
  • Utilizza l'opzione list per visualizzare l'output in formato elenco. In caso contrario, l'output viene visualizzato in formato tabella.
  • Utilizza l'opzione num-entries per limitare l'output al numero di voci più recenti specificato. Se questa opzione non viene utilizzata, tutte le voci archiviate vengono mostrate nell'output.

Esempi

history netinfo
| Age                  | Role     | Mode | RLOC16 | Partition ID |
+----------------------+----------+------+--------+--------------+
|         00:00:10.069 | router   | rdn  | 0x6000 |    151029327 |
|         00:02:09.337 | child    | rdn  | 0x2001 |    151029327 |
|         00:02:09.338 | child    | rdn  | 0x2001 |    151029327 |
|         00:07:40.806 | child    | -    | 0x2001 |    151029327 |
|         00:07:42.297 | detached | -    | 0x6000 |            0 |
|         00:07:42.968 | disabled | -    | 0x6000 |            0 |
Done
history netinfo list
00:00:59.467 -> role:router mode:rdn rloc16:0x6000 partition-id:151029327
00:02:58.735 -> role:child mode:rdn rloc16:0x2001 partition-id:151029327
00:02:58.736 -> role:child mode:rdn rloc16:0x2001 partition-id:151029327
00:08:30.204 -> role:child mode:- rloc16:0x2001 partition-id:151029327
00:08:31.695 -> role:detached mode:- rloc16:0x6000 partition-id:0
00:08:32.366 -> role:disabled mode:- rloc16:0x6000 partition-id:0
Done
history netinfo 2
| Age                  | Role     | Mode | RLOC16 | Partition ID |
+----------------------+----------+------+--------+--------------+
|         00:02:05.451 | router   | rdn  | 0x6000 |    151029327 |
|         00:04:04.719 | child    | rdn  | 0x2001 |    151029327 |
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

prefisso della cronologia

Visualizza i dati di rete per la cronologia dei prefissi mesh in formato tabella o elenco.

Ogni voce di tabella o elenco fornisce:

  • Età: il tempo trascorso dall'emissione del comando e specificato nel formato: hours:minutes:seconds:milliseconds
  • Evento: i valori possibili sono Added o Removed.
  • Prefisso
  • Segnalazioni/significato:
    • p: flag preferito
    • a: flag di configurazione automatica degli indirizzi IPv6 stateless.
    • d: flag di configurazione dell'indirizzo IPv6 DHCPv6.
    • c: flag di configurazione di altro tipo DHCPv6.
    • r: flag di route predefinito.
    • o: flag della rete mesh.
    • s: flag stabile.
    • n: flag Dns Nd.
    • D: flag del prefisso del dominio.
  • Pref: preferenza. I valori possono essere high, med o low.
  • RLOC16

Parametri

history prefix [list] [num-entries]
  • Utilizza l'opzione list per visualizzare l'output in formato elenco. In caso contrario, l'output viene visualizzato in formato tabella.
  • Utilizza l'opzione num-entries per limitare l'output al numero di voci più recenti specificato. Se questa opzione non viene utilizzata, tutte le voci archiviate vengono mostrate nell'output.

Esempi

history prefix
| Age                  | Event   | Prefix                                      | Flags     | Pref | RLOC16 |
+----------------------+---------+---------------------------------------------+-----------+------+--------+
|         00:00:10.663 | Added   | fd00:1111:2222:3333::/64                    | paro      | med  | 0x5400 |
|         00:01:02.054 | Removed | fd00:dead:beef:1::/64                       | paros     | high | 0x5400 |
|         00:01:21.136 | Added   | fd00:abba:cddd:0::/64                       | paos      | med  | 0x5400 |
|         00:01:45.144 | Added   | fd00:dead:beef:1::/64                       | paros     | high | 0x3c00 |
|         00:01:50.944 | Added   | fd00:dead:beef:1::/64                       | paros     | high | 0x5400 |
|         00:01:59.887 | Added   | fd00:dead:beef:1::/64                       | paros     | med  | 0x8800 |
Done
history prefix list
00:04:12.487 -> event:Added prefix:fd00:1111:2222:3333::/64 flags:paro pref:med rloc16:0x5400
00:05:03.878 -> event:Removed prefix:fd00:dead:beef:1::/64 flags:paros pref:high rloc16:0x5400
00:05:22.960 -> event:Added prefix:fd00:abba:cddd:0::/64 flags:paos pref:med rloc16:0x5400
00:05:46.968 -> event:Added prefix:fd00:dead:beef:1::/64 flags:paros pref:high rloc16:0x3c00
00:05:52.768 -> event:Added prefix:fd00:dead:beef:1::/64 flags:paros pref:high rloc16:0x5400
00:06:01.711 -> event:Added prefix:fd00:dead:beef:1::/64 flags:paros pref:med rloc16:0x8800
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

percorso della cronologia

Visualizza la cronologia dei percorsi esterni dei dati di rete in formato tabella o elenco.

Ogni voce di tabella o elenco fornisce:

  • Età: il tempo trascorso dall'emissione del comando e specificato nel formato: hours:minutes:seconds:milliseconds
  • Evento: i valori possibili sono Added o Removed.
  • Route
  • Segnalazioni/significato:
    • s: flag stabile.
    • n: flag NAT64.
  • Pref: preferenza. I valori possono essere high, med o low.
  • RLOC16

Parametri

history route [list] [num-entries]
  • Utilizza l'opzione list per visualizzare l'output in formato elenco. In caso contrario, l'output viene visualizzato in formato tabella.
  • Utilizza l'opzione num-entries per limitare l'output al numero di voci più recenti specificato. Se questa opzione non viene utilizzata, tutte le voci archiviate vengono mostrate nell'output.

Esempi

history route
| Age                  | Event   | Route                                       | Flags     | Pref | RLOC16 |
+----------------------+---------+---------------------------------------------+-----------+------+--------+
|         00:00:05.456 | Removed | fd00:1111:0::/48                            | s         | med  | 0x3c00 |
|         00:00:29.310 | Added   | fd00:1111:0::/48                            | s         | med  | 0x3c00 |
|         00:00:42.822 | Added   | fd00:1111:0::/48                            | s         | med  | 0x5400 |
|         00:01:27.688 | Added   | fd00:aaaa:bbbb:cccc::/64                    | s         | med  | 0x8800 |
Done
history route list 2
00:00:48.704 -> event:Removed route:fd00:1111:0::/48 flags:s pref:med rloc16:0x3c00
00:01:12.558 -> event:Added route:fd00:1111:0::/48 flags:s pref:med rloc16:0x3c00
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

router della cronologia

Visualizza la cronologia della tabella delle route in formato tabella o elenco.

Ogni voce di tabella o elenco fornisce:

  • Età: il tempo trascorso dall'emissione del comando e specificato nel formato: hours:minutes:seconds:milliseconds
  • Evento: i valori possibili sono Added, Removed, NextHopChanged o CostChanged.
  • ID (RLOC16): l'ID del router e RLOC16 del router.
  • Hop successivo: ID router e RLOC16 dell'hop successivo. Se non è presente alcun hop successivo, viene visualizzato none.
  • Costo del percorso: costo precedente: -> nuovo costo. Un valore pari a inf indica un costo del percorso infinito.

Parametri

history router [list] [num-entries]
  • Utilizza l'opzione list per visualizzare l'output in formato elenco. In caso contrario, l'output viene visualizzato in formato tabella.
  • Utilizza l'opzione num-entries per limitare l'output al numero di voci più recenti specificato. Se questa opzione non viene utilizzata, tutte le voci archiviate vengono mostrate nell'output.

Esempi

history router
| Age                  | Event          | ID (RLOC16) | Next Hop    | Path Cost  |
+----------------------+----------------+-------------+-------------+------------+
|         00:00:05.258 | NextHopChanged |  7 (0x1c00) | 34 (0x8800) | inf ->   3 |
|         00:00:08.604 | NextHopChanged | 34 (0x8800) | 34 (0x8800) | inf ->   2 |
|         00:00:08.604 | Added          |  7 (0x1c00) |        none | inf -> inf |
|         00:00:11.931 | Added          | 34 (0x8800) |        none | inf -> inf |
|         00:00:14.948 | Removed        | 59 (0xec00) |        none | inf -> inf |
|         00:00:14.948 | Removed        | 54 (0xd800) |        none | inf -> inf |
|         00:00:14.948 | Removed        | 34 (0x8800) |        none | inf -> inf |
|         00:00:14.948 | Removed        |  7 (0x1c00) |        none | inf -> inf |
|         00:00:54.795 | NextHopChanged | 59 (0xec00) | 34 (0x8800) |   1 ->   5 |
|         00:02:33.735 | NextHopChanged | 54 (0xd800) |        none |  15 -> inf |
|         00:03:10.915 | CostChanged    | 54 (0xd800) | 34 (0x8800) |  13 ->  15 |
|         00:03:45.716 | NextHopChanged | 54 (0xd800) | 34 (0x8800) |  15 ->  13 |
|         00:03:46.188 | CostChanged    | 54 (0xd800) | 59 (0xec00) |  13 ->  15 |
|         00:04:19.124 | CostChanged    | 54 (0xd800) | 59 (0xec00) |  11 ->  13 |
|         00:04:52.008 | CostChanged    | 54 (0xd800) | 59 (0xec00) |   9 ->  11 |
|         00:05:23.176 | CostChanged    | 54 (0xd800) | 59 (0xec00) |   7 ->   9 |
|         00:05:51.081 | CostChanged    | 54 (0xd800) | 59 (0xec00) |   5 ->   7 |
|         00:06:48.721 | CostChanged    | 54 (0xd800) | 59 (0xec00) |   3 ->   5 |
|         00:07:13.792 | NextHopChanged | 54 (0xd800) | 59 (0xec00) |   1 ->   3 |
|         00:09:28.681 | NextHopChanged |  7 (0x1c00) | 34 (0x8800) | inf ->   3 |
|         00:09:31.882 | Added          |  7 (0x1c00) |        none | inf -> inf |
|         00:09:51.240 | NextHopChanged | 54 (0xd800) | 54 (0xd800) | inf ->   1 |
|         00:09:54.204 | Added          | 54 (0xd800) |        none | inf -> inf |
|         00:10:20.645 | NextHopChanged | 34 (0x8800) | 34 (0x8800) | inf ->   2 |
|         00:10:24.242 | NextHopChanged | 59 (0xec00) | 59 (0xec00) | inf ->   1 |
|         00:10:24.242 | Added          | 34 (0x8800) |        none | inf -> inf |
|         00:10:41.900 | NextHopChanged | 59 (0xec00) |        none |   1 -> inf |
|         00:10:42.480 | Added          |  3 (0x0c00) |  3 (0x0c00) | inf -> inf |
|         00:10:43.614 | Added          | 59 (0xec00) | 59 (0xec00) | inf ->   1 |
Done
history router list 20
00:00:06.959 -> event:NextHopChanged router:7(0x1c00) nexthop:34(0x8800) old-cost:inf new-cost:3
00:00:10.305 -> event:NextHopChanged router:34(0x8800) nexthop:34(0x8800) old-cost:inf new-cost:2
00:00:10.305 -> event:Added router:7(0x1c00) nexthop:none old-cost:inf new-cost:inf
00:00:13.632 -> event:Added router:34(0x8800) nexthop:none old-cost:inf new-cost:inf
00:00:16.649 -> event:Removed router:59(0xec00) nexthop:none old-cost:inf new-cost:inf
00:00:16.649 -> event:Removed router:54(0xd800) nexthop:none old-cost:inf new-cost:inf
00:00:16.649 -> event:Removed router:34(0x8800) nexthop:none old-cost:inf new-cost:inf
00:00:16.649 -> event:Removed router:7(0x1c00) nexthop:none old-cost:inf new-cost:inf
00:00:56.496 -> event:NextHopChanged router:59(0xec00) nexthop:34(0x8800) old-cost:1 new-cost:5
00:02:35.436 -> event:NextHopChanged router:54(0xd800) nexthop:none old-cost:15 new-cost:inf
00:03:12.616 -> event:CostChanged router:54(0xd800) nexthop:34(0x8800) old-cost:13 new-cost:15
00:03:47.417 -> event:NextHopChanged router:54(0xd800) nexthop:34(0x8800) old-cost:15 new-cost:13
00:03:47.889 -> event:CostChanged router:54(0xd800) nexthop:59(0xec00) old-cost:13 new-cost:15
00:04:20.825 -> event:CostChanged router:54(0xd800) nexthop:59(0xec00) old-cost:11 new-cost:13
00:04:53.709 -> event:CostChanged router:54(0xd800) nexthop:59(0xec00) old-cost:9 new-cost:11
00:05:24.877 -> event:CostChanged router:54(0xd800) nexthop:59(0xec00) old-cost:7 new-cost:9
00:05:52.782 -> event:CostChanged router:54(0xd800) nexthop:59(0xec00) old-cost:5 new-cost:7
00:06:50.422 -> event:CostChanged router:54(0xd800) nexthop:59(0xec00) old-cost:3 new-cost:5
00:07:15.493 -> event:NextHopChanged router:54(0xd800) nexthop:59(0xec00) old-cost:1 new-cost:3
00:09:30.382 -> event:NextHopChanged router:7(0x1c00) nexthop:34(0x8800) old-cost:inf new-cost:3
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

rx cronologia

Visualizza la cronologia RX dei messaggi IPv6 in formato tabella o elenco.

Ogni voce di tabella o elenco fornisce:

  • Età: il tempo trascorso dall'emissione del comando e specificato nel formato: hours:minutes:seconds:milliseconds
  • Tipo:
    • Tipo di messaggio IPv6, come UDP, TCP, HopOpts e ICMP6 (e relativo sottotipo).
    • src: indirizzo IPv6 di origine e numero di porta.
    • dst: indirizzo IPv6 di destinazione e numero di porta (il numero di porta è valido per UDP/TCP, altrimenti è 0).
  • Len: lunghezza del payload IPv6 (esclusa l'intestazione IPv6).
  • Chksum: checksum del messaggio (valido per i messaggi UDP, TCP o ICMP6).
  • Sec: indica se è stata utilizzata la sicurezza a livello di link.
  • Prio: priorità dei messaggi. I valori possibili sono low, norm, high o net (per i messaggi di controllo Thread).
  • RSS: intensità del segnale ricevuto (in dBm), calcolata in media su tutti i frame di frammenti ricevuti che hanno formato il messaggio. Per la cronologia di TX, viene visualizzato NA (non applicabile).
  • Dir: mostra se il messaggio è stato inviato (TX) o ricevuto (RX). Una trasmissione non riuscita è indicata con TX-F in formato tabella o tx-success:no nel formato elenco. Esempi di una trasmissione non riuscita includono l'txinterruzione del servizio e l'assenza di ack inviato dal peer per nessuno dei frammenti di messaggio.
  • Neighb: indirizzo breve (RLOC16) del vicino con cui è stato inviato/ricevuto il messaggio. Se il frame è stato trasmesso, viene visualizzato come bcast in formato tabella o 0xffff in formato elenco. Se l'indirizzo breve del vicino non è disponibile, viene visualizzato come unknwn in formato tabella o 0xfffe nel formato elenco.
  • Radio: link radio tramite il quale il messaggio è stato inviato/ricevuto (utile quando OPENTHREAD_CONFIG_MULTI_RADIO è abilitato). Può essere 15.4, trel o all (se inviato su tutti i link radio).

Parametri

history rx [list] [num-entries]
  • Utilizza l'opzione list per visualizzare l'output in formato elenco. In caso contrario, l'output viene visualizzato in formato tabella.
  • Utilizza l'opzione num-entries per limitare l'output al numero di voci più recenti specificato. Se questa opzione non viene utilizzata, tutte le voci archiviate vengono mostrate nell'output.

Esempi

history rx
| Age                  | Type             | Len   | Chksum | Sec | Prio | RSS  |Dir | Neighb | Radio |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |    50 | 0xbd26 |  no |  net |  -20 | RX | 0x4800 |  15.4 |
|         00:00:07.640 | src: [fe80:0:0:0:d03d:d3e7:cc5e:7cd7]:19788                                 |
|                      | dst: [ff02:0:0:0:0:0:0:1]:19788                                             |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | HopOpts          |    44 | 0x0000 | yes | norm |  -20 | RX | 0x4800 |  15.4 |
|         00:00:09.263 | src: [fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:4800]:0                                    |
|                      | dst: [ff03:0:0:0:0:0:0:2]:0                                                 |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |    12 | 0x3f7d | yes |  net |  -20 | RX | 0x4800 |  15.4 |
|         00:00:09.302 | src: [fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:4800]:61631                                |
|                      | dst: [fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:4801]:61631                                |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | ICMP6(EchoReqst) |    16 | 0x942c | yes | norm |  -20 | RX | 0x4800 |  15.4 |
|         00:00:09.304 | src: [fdde:ad00:beef:0:ac09:a16b:3204:dc09]:0                               |
|                      | dst: [fdde:ad00:beef:0:dc0e:d6b3:f180:b75b]:0                               |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | HopOpts          |    44 | 0x0000 | yes | norm |  -20 | RX | 0x4800 |  15.4 |
|         00:00:09.304 | src: [fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:4800]:0                                    |
|                      | dst: [ff03:0:0:0:0:0:0:2]:0                                                 |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |    50 | 0x2e37 |  no |  net |  -20 | RX | 0x4800 |  15.4 |
|         00:00:21.622 | src: [fe80:0:0:0:d03d:d3e7:cc5e:7cd7]:19788                                 |
|                      | dst: [ff02:0:0:0:0:0:0:1]:19788                                             |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |    50 | 0xe177 |  no |  net |  -20 | RX | 0x4800 |  15.4 |
|         00:00:26.640 | src: [fe80:0:0:0:d03d:d3e7:cc5e:7cd7]:19788                                 |
|                      | dst: [ff02:0:0:0:0:0:0:1]:19788                                             |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |   165 | 0x82ee | yes |  net |  -20 | RX | 0x4800 |  15.4 |
|         00:00:30.000 | src: [fe80:0:0:0:d03d:d3e7:cc5e:7cd7]:19788                                 |
|                      | dst: [fe80:0:0:0:a4a5:bbac:a8e:bd07]:19788                                  |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |    93 | 0x52df |  no |  net |  -20 | RX | unknwn |  15.4 |
|         00:00:30.480 | src: [fe80:0:0:0:d03d:d3e7:cc5e:7cd7]:19788                                 |
|                      | dst: [fe80:0:0:0:a4a5:bbac:a8e:bd07]:19788                                  |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |    50 | 0x5ccf |  no |  net |  -20 | RX | unknwn |  15.4 |
|         00:00:30.772 | src: [fe80:0:0:0:d03d:d3e7:cc5e:7cd7]:19788                                 |
|                      | dst: [ff02:0:0:0:0:0:0:1]:19788                                             |
Done
history rx list 4
00:00:13.368
    type:UDP len:50 checksum:0xbd26 sec:no prio:net rss:-20 from:0x4800 radio:15.4
    src:[fe80:0:0:0:d03d:d3e7:cc5e:7cd7]:19788
    dst:[ff02:0:0:0:0:0:0:1]:19788
00:00:14.991
    type:HopOpts len:44 checksum:0x0000 sec:yes prio:norm rss:-20 from:0x4800 radio:15.4
    src:[fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:4800]:0
    dst:[ff03:0:0:0:0:0:0:2]:0
00:00:15.030
    type:UDP len:12 checksum:0x3f7d sec:yes prio:net rss:-20 from:0x4800 radio:15.4
    src:[fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:4800]:61631
    dst:[fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:4801]:61631
00:00:15.032
    type:ICMP6(EchoReqst) len:16 checksum:0x942c sec:yes prio:norm rss:-20 from:0x4800 radio:15.4
    src:[fdde:ad00:beef:0:ac09:a16b:3204:dc09]:0
    dst:[fdde:ad00:beef:0:dc0e:d6b3:f180:b75b]:0
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

storia rxtx

Visualizza la cronologia combinata di RX e TX dei messaggi IPv6 in formato tabella o elenco.

Ogni voce di tabella o elenco fornisce:

  • Età: il tempo trascorso dall'emissione del comando e specificato nel formato: hours:minutes:seconds:milliseconds
  • Tipo:
    • Tipo di messaggio IPv6, come UDP, TCP, HopOpts e ICMP6 (e relativo sottotipo).
    • src: indirizzo IPv6 di origine e numero di porta.
    • dst: indirizzo IPv6 di destinazione e numero di porta (il numero di porta è valido per UDP/TCP, altrimenti è 0).
  • Len: lunghezza del payload IPv6 (esclusa l'intestazione IPv6).
  • Chksum: checksum del messaggio (valido per i messaggi UDP, TCP o ICMP6).
  • Sec: indica se è stata utilizzata la sicurezza a livello di link.
  • Prio: priorità dei messaggi. I valori possibili sono low, norm, high o net (per i messaggi di controllo Thread).
  • RSS: intensità del segnale ricevuto (in dBm), calcolata in media su tutti i frame di frammenti ricevuti che hanno formato il messaggio. Per la cronologia di TX, viene visualizzato NA (non applicabile).
  • Dir: mostra se il messaggio è stato inviato (TX) o ricevuto (RX). Una trasmissione non riuscita è indicata con TX-F in formato tabella o tx-success:no nel formato elenco. Esempi di una trasmissione non riuscita includono l'txinterruzione del servizio e l'assenza di ack inviato dal peer per nessuno dei frammenti di messaggio.
  • Neighb: indirizzo breve (RLOC16) del vicino con cui è stato inviato/ricevuto il messaggio. Se il frame è stato trasmesso, viene visualizzato come bcast in formato tabella o 0xffff in formato elenco. Se l'indirizzo breve del vicino non è disponibile, viene visualizzato come unknwn in formato tabella o 0xfffe nel formato elenco.
  • Radio: link radio tramite il quale il messaggio è stato inviato/ricevuto (utile quando OPENTHREAD_CONFIG_MULTI_RADIO è abilitato). Può essere 15.4, trel o all (se inviato su tutti i link radio).

Parametri

history rxtx [list] [num-entries]
  • Utilizza l'opzione list per visualizzare l'output in formato elenco. In caso contrario, l'output viene visualizzato in formato tabella.
  • Utilizza l'opzione num-entries per limitare l'output al numero di voci più recenti specificato. Se questa opzione non viene utilizzata, tutte le voci archiviate vengono mostrate nell'output.

Esempi

history rxtx
| Age                  | Type             | Len   | Chksum | Sec | Prio | RSS  |Dir | Neighb | Radio |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | HopOpts          |    44 | 0x0000 | yes | norm |  -20 | RX | 0x0800 |  15.4 |
|         00:00:09.267 | src: [fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:800]:0                                     |
|                      | dst: [ff03:0:0:0:0:0:0:2]:0                                                 |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |    12 | 0x6c6b | yes |  net |  -20 | RX | 0x0800 |  15.4 |
|         00:00:09.290 | src: [fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:800]:61631                                 |
|                      | dst: [fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:801]:61631                                 |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | ICMP6(EchoReqst) |    16 | 0xc6a2 | yes | norm |  -20 | RX | 0x0800 |  15.4 |
|         00:00:09.292 | src: [fdde:ad00:beef:0:efe8:4910:cf95:dee9]:0                               |
|                      | dst: [fdde:ad00:beef:0:af4c:3644:882a:3698]:0                               |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | ICMP6(EchoReply) |    16 | 0xc5a2 | yes | norm |  NA  | TX | 0x0800 |  15.4 |
|         00:00:09.292 | src: [fdde:ad00:beef:0:af4c:3644:882a:3698]:0                               |
|                      | dst: [fdde:ad00:beef:0:efe8:4910:cf95:dee9]:0                               |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |    50 | 0xaa0d | yes |  net |  NA  | TX | 0x0800 |  15.4 |
|         00:00:09.294 | src: [fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:801]:61631                                 |
|                      | dst: [fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:800]:61631                                 |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | HopOpts          |    44 | 0x0000 | yes | norm |  -20 | RX | 0x0800 |  15.4 |
|         00:00:09.296 | src: [fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:800]:0                                     |
|                      | dst: [ff03:0:0:0:0:0:0:2]:0                                                 |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |    50 | 0xc1d8 |  no |  net |  -20 | RX | 0x0800 |  15.4 |
|         00:00:09.569 | src: [fe80:0:0:0:54d9:5153:ffc6:df26]:19788                                 |
|                      | dst: [ff02:0:0:0:0:0:0:1]:19788                                             |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |    50 | 0x3cb1 |  no |  net |  -20 | RX | 0x0800 |  15.4 |
|         00:00:16.519 | src: [fe80:0:0:0:54d9:5153:ffc6:df26]:19788                                 |
|                      | dst: [ff02:0:0:0:0:0:0:1]:19788                                             |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |    50 | 0xeda0 |  no |  net |  -20 | RX | 0x0800 |  15.4 |
|         00:00:20.599 | src: [fe80:0:0:0:54d9:5153:ffc6:df26]:19788                                 |
|                      | dst: [ff02:0:0:0:0:0:0:1]:19788                                             |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |   165 | 0xbdfa | yes |  net |  -20 | RX | 0x0800 |  15.4 |
|         00:00:21.059 | src: [fe80:0:0:0:54d9:5153:ffc6:df26]:19788                                 |
|                      | dst: [fe80:0:0:0:8893:c2cc:d983:1e1c]:19788                                 |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |    64 | 0x1c11 |  no |  net |  NA  | TX | 0x0800 |  15.4 |
|         00:00:21.062 | src: [fe80:0:0:0:8893:c2cc:d983:1e1c]:19788                                 |
|                      | dst: [fe80:0:0:0:54d9:5153:ffc6:df26]:19788                                 |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |    93 | 0xedff |  no |  net |  -20 | RX | unknwn |  15.4 |
|         00:00:21.474 | src: [fe80:0:0:0:54d9:5153:ffc6:df26]:19788                                 |
|                      | dst: [fe80:0:0:0:8893:c2cc:d983:1e1c]:19788                                 |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |    44 | 0xd383 |  no |  net |  NA  | TX | bcast  |  15.4 |
|         00:00:21.811 | src: [fe80:0:0:0:8893:c2cc:d983:1e1c]:19788                                 |
|                      | dst: [ff02:0:0:0:0:0:0:2]:19788                                             |
Done
history rxtx list 5
00:00:02.100
    type:UDP len:50 checksum:0xd843 sec:no prio:net rss:-20 from:0x0800 radio:15.4
    src:[fe80:0:0:0:54d9:5153:ffc6:df26]:19788
    dst:[ff02:0:0:0:0:0:0:1]:19788
00:00:15.331
    type:HopOpts len:44 checksum:0x0000 sec:yes prio:norm rss:-20 from:0x0800 radio:15.4
    src:[fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:800]:0
    dst:[ff03:0:0:0:0:0:0:2]:0
00:00:15.354
    type:UDP len:12 checksum:0x6c6b sec:yes prio:net rss:-20 from:0x0800 radio:15.4
    src:[fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:800]:61631
    dst:[fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:801]:61631
00:00:15.356
    type:ICMP6(EchoReqst) len:16 checksum:0xc6a2 sec:yes prio:norm rss:-20 from:0x0800 radio:15.4
    src:[fdde:ad00:beef:0:efe8:4910:cf95:dee9]:0
    dst:[fdde:ad00:beef:0:af4c:3644:882a:3698]:0
00:00:15.356
    type:ICMP6(EchoReply) len:16 checksum:0xc5a2 sec:yes prio:norm tx-success:yes to:0x0800 radio:15.4
    src:[fdde:ad00:beef:0:af4c:3644:882a:3698]:0
    dst:[fdde:ad00:beef:0:efe8:4910:cf95:dee9]:0
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

cronologia tx

Visualizza la cronologia TX dei messaggi IPv6 in formato tabella o elenco.

Ogni voce di tabella o elenco fornisce:

  • Età: il tempo trascorso dall'emissione del comando e specificato nel formato: hours:minutes:seconds:milliseconds
  • Tipo:
    • Tipo di messaggio IPv6, come UDP, TCP, HopOpts e ICMP6 (e relativo sottotipo).
    • src: indirizzo IPv6 di origine e numero di porta.
    • dst: indirizzo IPv6 di destinazione e numero di porta (il numero di porta è valido per UDP/TCP, altrimenti è 0).
  • Len: lunghezza del payload IPv6 (esclusa l'intestazione IPv6).
  • Chksum: checksum del messaggio (valido per i messaggi UDP, TCP o ICMP6).
  • Sec: indica se è stata utilizzata la sicurezza a livello di link.
  • Prio: priorità dei messaggi. I valori possibili sono low, norm, high o net (per i messaggi di controllo Thread).
  • RSS: intensità del segnale ricevuto (in dBm), calcolata in media su tutti i frame di frammenti ricevuti che hanno formato il messaggio. Per la cronologia di TX, viene visualizzato NA (non applicabile).
  • Dir: mostra se il messaggio è stato inviato (TX) o ricevuto (RX). Una trasmissione non riuscita è indicata con TX-F in formato tabella o tx-success:no nel formato elenco. Esempi di una trasmissione non riuscita includono l'txinterruzione del servizio e l'assenza di ack inviato dal peer per nessuno dei frammenti di messaggio.
  • Neighb: indirizzo breve (RLOC16) del vicino con cui è stato inviato/ricevuto il messaggio. Se il frame è stato trasmesso, viene visualizzato come bcast in formato tabella o 0xffff in formato elenco. Se l'indirizzo breve del vicino non è disponibile, viene visualizzato come unknwn in formato tabella o 0xfffe nel formato elenco.
  • Radio: link radio tramite il quale il messaggio è stato inviato/ricevuto (utile quando OPENTHREAD_CONFIG_MULTI_RADIO è abilitato). Può essere 15.4, trel o all (se inviato su tutti i link radio).

Parametri

history tx [list] [num-entries]
  • Utilizza l'opzione list per visualizzare l'output in formato elenco. In caso contrario, l'output viene visualizzato in formato tabella.
  • Utilizza l'opzione num-entries per limitare l'output al numero di voci più recenti specificato. Se questa opzione non viene utilizzata, tutte le voci archiviate vengono mostrate nell'output.

Esempi

history tx
| Age                  | Type             | Len   | Chksum | Sec | Prio | RSS  |Dir | Neighb | Radio |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | ICMP6(EchoReply) |    16 | 0x932c | yes | norm |  NA  | TX | 0x4800 |  15.4 |
|         00:00:18.798 | src: [fdde:ad00:beef:0:dc0e:d6b3:f180:b75b]:0                               |
|                      | dst: [fdde:ad00:beef:0:ac09:a16b:3204:dc09]:0                               |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |    50 | 0xce87 | yes |  net |  NA  | TX | 0x4800 |  15.4 |
|         00:00:18.800 | src: [fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:4801]:61631                                |
|                      | dst: [fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:4800]:61631                                |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |    64 | 0xf7ba |  no |  net |  NA  | TX | 0x4800 |  15.4 |
|         00:00:39.499 | src: [fe80:0:0:0:a4a5:bbac:a8e:bd07]:19788                                  |
|                      | dst: [fe80:0:0:0:d03d:d3e7:cc5e:7cd7]:19788                                 |
+----------------------+------------------+-------+--------+-----+------+------+----+--------+-------+
|                      | UDP              |    44 | 0x26d4 |  no |  net |  NA  | TX | bcast  |  15.4 |
|         00:00:40.256 | src: [fe80:0:0:0:a4a5:bbac:a8e:bd07]:19788                                  |
|                      | dst: [ff02:0:0:0:0:0:0:2]:19788                                             |
Done
history tx list
00:00:23.957
    type:ICMP6(EchoReply) len:16 checksum:0x932c sec:yes prio:norm tx-success:yes to:0x4800 radio:15.4
    src:[fdde:ad00:beef:0:dc0e:d6b3:f180:b75b]:0
    dst:[fdde:ad00:beef:0:ac09:a16b:3204:dc09]:0
00:00:23.959
    type:UDP len:50 checksum:0xce87 sec:yes prio:net tx-success:yes to:0x4800 radio:15.4
    src:[fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:4801]:61631
    dst:[fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:4800]:61631
00:00:44.658
    type:UDP len:64 checksum:0xf7ba sec:no prio:net tx-success:yes to:0x4800 radio:15.4
    src:[fe80:0:0:0:a4a5:bbac:a8e:bd07]:19788
    dst:[fe80:0:0:0:d03d:d3e7:cc5e:7cd7]:19788
00:00:45.415
    type:UDP len:44 checksum:0x26d4 sec:no prio:net tx-success:yes to:0xffff radio:15.4
    src:[fe80:0:0:0:a4a5:bbac:a8e:bd07]:19788
    dst:[ff02:0:0:0:0:0:0:2]:19788
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ifconfig (verso l'alto,verso il basso)

Consente di attivare o disattivare l'interfaccia IPv6.

Chiama questa opzione per attivare o disattivare la comunicazione IPv6.

Parametri

ifconfig up|down

Esempi

ifconfig up
Done
ifconfig down
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ifconfig

Indica se l'interfaccia IPv6 è attiva o meno.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

ifconfig
down
Done
ifconfig
up
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ID istanza

Recupera l'identificatore dell'istanza.

L'identificatore dell'istanza è impostato su un valore casuale al momento della creazione dell'istanza e il suo valore non cambierà dopo l'inizializzazione.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

instanceid
468697314
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

aggiungi ipaddr

Aggiunge un indirizzo di interfaccia di rete all'interfaccia Thread.

L'istanza passata aAddress viene copiata dall'interfaccia Thread. L'interfaccia Thread supporta solo un numero fisso di indirizzi unicast aggiunti esternamente. Leggi i OPENTHREAD_CONFIG_IP6_MAX_EXT_UCAST_ADDRS.

Parametri

ipaddr add aAddress

Esempi

ipaddr add 2001::dead:beef:cafe
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ipaddr del

Rimuove un indirizzo di interfaccia di rete dall'interfaccia Thread.

Parametri

ipaddr del aAddress

Esempi

ipaddr del 2001::dead:beef:cafe
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ipaddr

Restituisce l'elenco di indirizzi IPv6 assegnati all'interfaccia Thread.

Parametri

ipaddr [-v]

Usa -v per ottenere informazioni più dettagliate sull'indirizzo:

  • origin: può essere thread, slaac, dhcp6, manual e indica l'origine dell'indirizzo
  • plen: lunghezza del prefisso
  • preferred: flag preferito (booleano)
  • valid: flag valido (booleano)

Esempi

ipaddr
fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:0
fdde:ad00:beef:0:558:f56b:d688:799
fe80:0:0:0:f3d9:2a82:c8d8:fe43
Done
ipaddr -v
fd5e:18fa:f4a5:b8:0:ff:fe00:fc00 origin:thread plen:64 preferred:0 valid:1
fd5e:18fa:f4a5:b8:0:ff:fe00:dc00 origin:thread plen:64 preferred:0 valid:1
fd5e:18fa:f4a5:b8:f8e:5d95:87a0:e82c origin:thread plen:64 preferred:0 valid:1
fe80:0:0:0:4891:b191:e277:8826 origin:thread plen:64 preferred:1 valid:1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ipaddr linklocal

Recupera l'indirizzo IPv6 locale rispetto al collegamento di Thread.

L'indirizzo locale del collegamento Thread viene derivato utilizzando l'indirizzo esteso IEEE802.15.4 come identificatore di interfaccia.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

ipaddr linklocal
fe80:0:0:0:f3d9:2a82:c8d8:fe43
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ipaddr mleid

Recupera l'indirizzo EID locale mesh.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

ipaddr mleid
fdde:ad00:beef:0:558:f56b:d688:799
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ipaddr rloc

Recupera l'indirizzo RLOC (Thread Routing Locator).

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

ipaddr rloc
fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:0
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

aggiunta ipmaddr

Sottoscrive l'interfaccia Thread a un indirizzo multicast di interfaccia di rete.

Il contenuto passato nell'istanza aAddress verrà copiato dall'interfaccia Thread. L'interfaccia Thread supporta solo un numero fisso di indirizzi multicast aggiunti esternamente. Leggi i OPENTHREAD_CONFIG_IP6_MAX_EXT_MCAST_ADDRS.

Parametri

ipmaddr add aAddress

Esempi

ipmaddr add ff05::1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ipmaddr del

Annulla l'iscrizione dell'interfaccia Thread a un indirizzo multicast di interfaccia di rete.

Parametri

ipmaddr del aAddress

Esempi

ipmaddr del ff05::1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Ipmaddr

Restituisce l'elenco di indirizzi multicast IPv6 sottoscritti all'interfaccia Thread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

ipmaddr
ff05:0:0:0:0:0:0:1
ff33:40:fdde:ad00:beef:0:0:1
ff32:40:fdde:ad00:beef:0:0:1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Ipmaddr Llatn

Restituisce l'indirizzo multicast dei nodi Thread link-locali.

L'indirizzo è un link-local Unicast Prefix-Based Multicast indirizzo [RFC 3306], con:

  • flgs impostati su 3 (P = 1 e T = 1)
  • scop impostato su 2
  • impostato su 64
  • prefisso di rete impostato sul prefisso locale mesh
  • ID gruppo impostato su 1

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

ipmaddr llatn
ff32:40:fdde:ad00:beef:0:0:1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ipmaddr promiscuo (attiva,disattivata)

Attiva o disattiva la modalità promiscuo multicast nell'interfaccia di Thread.

Parametri

ipmaddr promiscuous enable|disable

Esempi

ipmaddr promiscuous enable
Done
ipmaddr promiscuous disable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ipmaddr promiscuo

Verifica se la modalità promiscuo multicast è attiva nell'interfaccia di Thread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

ipmaddr promiscuous
Disabled
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Ipmaddr rlatn

Restituisce l'indirizzo multicast di Thread Realm-Local All Thread.

L'indirizzo è un realm-local Unicast Prefix-Based Multicast Indirizzo [RFC 3306], con:

  • flgs impostati su 3 (P = 1 e T = 1)
  • scop impostato su 3
  • impostato su 64
  • prefisso di rete impostato sul prefisso locale mesh
  • ID gruppo impostato su 1

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

ipmaddr rlatn
ff33:40:fdde:ad00:beef:0:0:1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

discerner joiner (insieme)

Imposta il Discerner di join.

Parametri

joiner discerner discerner
  • Usa {number}/{length} per impostare discerner.
  • joiner discerner clear imposta aDiscerner su nullptr.

Esempi

joiner discerner 0xabc/12
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

chiarezza joiner

Libera il legame.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

joiner discerner clear
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

distinzioni di joiner

Ottiene il Joiner Discerner.

Per ulteriori informazioni, consulta otJoinerSetDiscerner.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

joiner discerner
0xabc/12
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

guida joiner

Stampa il menu Guida di joiner.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

joiner help
help
id
start
state
stop
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

ID joiner

Recupera l'ID joiner.

Se non è impostato un Joiner Discerner, l'ID joiner rappresenta i primi 64 bit del risultato del calcolo di SHA-256 rispetto allo standard IEEE EUI-64 assegnato in fabbrica. In caso contrario, l'ID join viene calcolato dal valore del disrigitore di joiner.

L'ID Joiner viene utilizzato anche come indirizzo esteso IEEE 802.15.4 del dispositivo durante il processo di messa in servizio.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

joiner id
d65e64fa83f81cf7
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

inizio joiner

Abilita il ruolo Thread Joiner.

Parametri

joiner start joining-device-credential [provisioning-url]
  • joining-device-credential: passphrase di unione. Deve essere una stringa di tutti i caratteri alfanumerici maiuscoli (0-9 e A-Y, esclusi I, O, Q e Z per la leggibilità), con una lunghezza compresa tra 6 e 32 caratteri.
  • provisioning-url: URL di provisioning per il joiner (facoltativo).

Esempi

joiner start J01NM3
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

stato joiner

Recupera lo stato Joiner.

Restituisce uno dei seguenti stati:

  • Idle
  • Discover
  • Connecting
  • Connected
  • Entrust
  • Joined

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

joiner state
Idle
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

stop joiner

Disabilita il ruolo Joiner Thread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

joiner stop
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

joinerport (insieme)

Imposta la porta UDP del joiner.

Parametri

joinerport udp-port

Esempi

joinerport 1000
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Joinerport

Recupera la porta UDP del joiner.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

joinerport
1000
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

contatore sequenza di chiavi (impostato)

Imposta il parametro thRichiestaSequenceCounter.

Parametri

keysequence counter counter

Esempi

keysequence counter 10
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

contatore sequenza di chiavi

Consente di acquisire il thmioSequenceCounter.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

keysequence counter
10
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

guardtime sequenza di tasti (impostato)

Imposta il valore di thRichiestaSwitchGuardTime (in ore).

Parametri

keysequence guardtime guardtime-hours

Usa 0 per Thread Key Switch immediatamente se esiste una corrispondenza dell'indice della chiave.

Esempi

keysequence guardtime 0
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

guardtime sequenza di tasti

Recupera thRichiestaSwitchGuardTime (in ore).

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

keysequence guardtime
0
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

leaderdata

Recupera i dati del leader Thread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

leaderdata
Partition ID: 1077744240
Weighting: 64
Data Version: 109
Stable Data Version: 211
Leader Router ID: 60
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

peso leader (impostato)

Imposta il peso della leader del thread utilizzato quando operi con il ruolo Leader.

Imposta direttamente la ponderazione leader sul nuovo valore, sostituendo il valore precedente (che potrebbe essere stato determinato dal valore otDeviceProperties corrente).

Parametri

leaderweight weight

Esempi

leaderweight 128
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

peso leader

Ottieni il peso della leader del thread utilizzato quando operi con il ruolo Leader.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

leaderweight
128
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

gestione di linkmetrics, autorizzazione di controllo avanzata

Invia una richiesta di gestione delle metriche dei link per cancellare un probe basato su ACK avanzato.

Parametri

linkmetrics mgmt peer-ipaddr enhanced-ack clear

peer-ipaddr deve essere l'indirizzo locale del collegamento del dispositivo vicino.

Esempi

linkmetrics mgmt fe80:0:0:0:3092:f334:1455:1ad2 enhanced-ack clear
Done
> Received Link Metrics Management Response from: fe80:0:0:0:3092:f334:1455:1ad2
Status: Success

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

registro ACK avanzato gestione linkmetrics di gestione

Invia una richiesta di gestione delle metriche dei link per registrare un probe basato su ACK avanzato.

Parametri

linkmetrics mgmt peer-ipaddr enhanced-ack register [qmr][r]

[q, m e r] sono mappati a otLinkMetricsValues. Secondo la specifica 4.11.3.4.4.6, puoi utilizzare solo un massimo di due opzioni alla volta, ad esempio q o qm.

  • q: LQI di livello 2.
  • m: margine del link.
  • r: RSSI.
L'elemento r aggiuntivo è facoltativo e viene utilizzato solo per i dispositivi di riferimento. Quando questa opzione è specificata, Tipo/Enum media di ciascun flag ID tipo è impostato su riservato. Viene utilizzato per verificare che il soggetto in questione gestisca correttamente i flag ID di tipo non validi ed è disponibile solo quando OPENTHREAD_CONFIG_REFERENCE_DEVICE_ENABLE è abilitato.

Esempi

linkmetrics mgmt fe80:0:0:0:3092:f334:1455:1ad2 enhanced-ack register qm
Done
> Received Link Metrics Management Response from: fe80:0:0:0:3092:f334:1455:1ad2
Status: Success
> linkmetrics mgmt fe80:0:0:0:3092:f334:1455:1ad2 enhanced-ack register qm r
Done
> Received Link Metrics Management Response from: fe80:0:0:0:3092:f334:1455:1ad2
Status: Cannot support new series

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

gestione dei link in avanti

Invia una richiesta di gestione delle metriche del link MLE per configurare o cancellare una serie di tracciamento avanti.

Parametri

linkmetrics mgmt peer-ipaddr forward series-id [ldraX][pqmr]
  • peer-ipaddr: indirizzo del peer.
  • series-id: l'ID serie.
  • [l, d, r e a] sono mappati a otLinkMetricsSeriesFlags. X non rappresenta nessuno dei otLinkMetricsSeriesFlags e interrompe la contabilità e rimuove la serie.
    • l: probe di collegamento MLE.
    • d: dati MAC.
    • r: richiesta di dati MAC.
    • a: conferma MAC.
    • X: può essere utilizzato solo senza altri flag.
  • [p, q, m e r] vengono mappati a otLinkMetricsValues.
    • p: numero di livello 2 di PDU ricevute.
    • q: LQI di livello 2.
    • m: margine del link.
    • r: RSSI.

Esempi

linkmetrics mgmt fe80:0:0:0:3092:f334:1455:1ad2 forward 1 dra pqmr
Done
> Received Link Metrics Management Response from: fe80:0:0:0:3092:f334:1455:1ad2
Status: SUCCESS

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

probe linkmetrics

Invia un messaggio MLE Link Probe.

Parametri

linkmetrics probe peer-ipaddr series-id length
  • peer-ipaddr: indirizzo del peer.
  • series-id: l'ID serie a cui ha come target il messaggio Probe.
  • length: la lunghezza del messaggio Probe. Un intervallo valido è [0, 64].

Esempi

linkmetrics probe fe80:0:0:0:3092:f334:1455:1ad2 1 10
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

inoltra query linkmetrics

Eseguire una query Metriche dei link (serie Forward Tracking).

Parametri

linkmetrics query peer-ipaddr forward series-id
  • peer-ipaddr: indirizzo del peer.
  • series-id: l'ID serie.

Esempi

linkmetrics query fe80:0:0:0:3092:f334:1455:1ad2 forward 1
Done
> Received Link Metrics Report from: fe80:0:0:0:3092:f334:1455:1ad2
- PDU Counter: 2 (Count/Summation)
- LQI: 76 (Exponential Moving Average)
- Margin: 82 (dB) (Exponential Moving Average)
- RSSI: -18 (dBm) (Exponential Moving Average)

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

query linkmetrics, singola

Eseguire una query Link Metrics (singolo probe).

Parametri

linkmetrics query peer-ipaddr single [pqmr]
  • peer-ipaddr: indirizzo del peer.
  • [p, q, m e r] sono mappati a otLinkMetrics.
    • p: numero di livello 2 di PDU ricevute.
    • q: LQI di livello 2.
    • m: margine del link.
    • r: RSSI.

Esempi

linkmetrics query fe80:0:0:0:3092:f334:1455:1ad2 single qmr
Done
> Received Link Metrics Report from: fe80:0:0:0:3092:f334:1455:1ad2
- LQI: 76 (Exponential Moving Average)
- Margin: 82 (dB) (Exponential Moving Average)
- RSSI: -18 (dBm) (Exponential Moving Average)

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

linkmetricsmgr (attiva,disattiva)

Abilita o disabilita Gestore delle metriche dei link.

Parametri

linkmetricsmgr enable|disable

Esempi

linkmetricmgr enable
Done
linkmetricmgr disable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

programma linkmetricsmgr

Ottieni i dati delle Metriche dei link di un vicino in base al suo indirizzo esteso.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

linkmetricsmgr show
ExtAddr:827aa7f7f63e1234, LinkMargin:80, Rssi:-20
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

individua (imposta)

Individua la destinazione più vicina di un indirizzo anycast (ad esempio trova l'EID locale e RLOC16 del mesh della destinazione).

La destinazione più vicina viene determinata in base alla tabella di routing attuale e ai costi del percorso all'interno del mesh Thread.

Disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_TMF_ANYCAST_LOCATOR_ENABLE è abilitato.

Parametri

locate anycastaddr

Esempi

locate fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:fc00
fdde:ad00:beef:0:d9d3:9000:16b:d03b 0xc800
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

individua

Restituisce lo stato attuale (In Progress o Idle) del locator anycast.

Disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_TMF_ANYCAST_LOCATOR_ENABLE è abilitato.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

locate
Idle
Done
locate fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:fc10
locate
In Progress
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

nome file di log

Specifica il nome file per acquisire i messaggi otPlatLog() , una funzionalità utile durante il debug degli script di test automatici su Linux durante il logging che interrompe gli script di test automatici.

Richiede OPENTHREAD_CONFIG_LOG_OUTPUT == OPENTHREAD_CONFIG_LOG_OUTPUT_DEBUG_UART e OPENTHREAD_POSIX.

Parametri

log filename filename

Esempi

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

livello log (impostato)

Imposta il livello di log.

Parametri

log level level

Esempi

log level 4
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

livello log

Ottieni il livello log.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

log level
1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

nuovi tentativi mac diretti (get,set)

Ottieni o imposta il numero di nuovi tentativi TX diretti sul livello MAC.

Parametri

mac retries direct [number]

Utilizza l'argomento number facoltativo per impostare il numero di nuovi tentativi diretti di TX.

Esempi

mac retries direct
3
Done
mac retries direct 5
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

nuovi tentativi mac indiretti (get,set)

Ottieni o imposta il numero di nuovi tentativi TX indiretti sul livello MAC.

Parametri

mac retries indirect [number]

Utilizza l'argomento facoltativo number per impostare il numero di nuovi tentativi Tx indiretti.

Esempi

mac retries indirect
3
Done
 max retries indirect 5
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

inviare mac

Comunica a un dispositivo Rx-Off-When-Idle di inviare un frame MAC al dispositivo padre. Questo comando è destinato alla certificazione e può essere utilizzato solo quando OPENTHREAD_CONFIG_REFERENCE_DEVICE_ENABLE è abilitato.

Parametri

mac send datarequest | emptydata

Devi scegliere uno dei seguenti due argomenti:

  • datarequest: mette in coda un messaggio di richiesta di dati IEEE 802.15.4 da trasmettere.
  • emptydata: indica al dispositivo di inviare un frame di dati IEEE 802.15.4 vuoto.

Esempi

mac send datarequest
Done
mac send emptydata
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

aggiungi indirizzo macfilter

È disponibile solo quando è abilitata la configurazione di OPENTHREAD_CONFIG_MAC_FILTER_ENABLE.

Aggiunge un indirizzo esteso IEEE 802.15.4 all'elenco dei filtri MAC. Se specifichi l'argomento facoltativo rss, viene corretta l'intensità del segnale ricevuto per i messaggi provenienti dall'indirizzo. Se non utilizzi l'opzione rss, l'indirizzo utilizzerà il valore predefinito impostato. Se non hai impostato un valore predefinito, l'intensità del segnale sarà quella over-air.

Parametri

macfilter addr add extaddr [rss]

Esempi

macfilter addr add 0f6127e33af6b403 -95
Done
macfilter addr add 0f6127e33af6b402
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

lista consentita indirizzo macfilter

Attiva la modalità di filtro MAC di allowlist, il che significa che sarà consentito l'accesso solo agli indirizzi MAC nell'elenco dei filtri MAC.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

macfilter addr allowlist
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

CANNOT TRANSLATE

È disponibile quando è abilitata la configurazione di OPENTHREAD_CONFIG_MAC_FILTER_ENABLE.

Questo comando cancella tutti gli indirizzi estesi dall'elenco dei filtri MAC.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

macfilter addr clear
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

lista bloccata macfilter addr

Attiva la modalità di filtro MAC di denylist, il che significa che a tutti gli indirizzi MAC nell'elenco dei filtri MAC sarà negato l'accesso.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

macfilter addr denylist
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

disabilita indirizzo macfilter

Disattiva le modalità di filtro MAC.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

macfilter addr disable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

indirizzo macfilter

È disponibile quando è abilitata la configurazione di OPENTHREAD_CONFIG_MAC_FILTER_ENABLE.

Fornisce le seguenti informazioni:

  • Modalità attuale dell'elenco di filtri MAC: AllowList, DenyList, o Disabled
  • Un elenco di tutti gli indirizzi estesi presenti nel filtro. L'intensità del segnale ricevuto (rss) e l'indicatore di qualità del link (LQI) sono elencati accanto all'indirizzo se questi valori sono stati impostati in modo da essere diversi dai valori predefiniti.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

macfilter addr
Allowlist
0f6127e33af6b403 : rss -95 (lqi 1)
0f6127e33af6b402
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

rimozione indirizzo macfilter

È disponibile quando è abilitata la configurazione di OPENTHREAD_CONFIG_MAC_FILTER_ENABLE.

Questo comando rimuove l'indirizzo esteso specificato dall'elenco dei filtri MAC.

Parametri

macfilter addr remove extaddr

Esempi

macfilter addr remove 0f6127e33af6b402
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

filtro mac

Fornisce le seguenti informazioni:

  • Address Mode: modalità attuale del filtro MAC: AllowList, DenyList, o Disabled
  • Un elenco di tutti gli indirizzi estesi presenti nell'elenco dei filtri MAC. L'intensità del segnale ricevuto (rss) e l'indicatore di qualità del link (LQI) sono elencati accanto all'indirizzo se questi valori sono stati impostati in modo da essere diversi dai valori predefiniti.
  • Un elenco separato (RssIn List) che mostra tutti gli indirizzi estesi in cui il valore di rss è stato impostato in modo che sia diverso dal valore predefinito.
  • Default rss: mostra i valori predefiniti, se applicabili, per le impostazioni rss e lqi.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

macfilter
Address Mode: Allowlist
0f6127e33af6b403 : rss -95 (lqi 1)
0f6127e33af6b402
RssIn List:
0f6127e33af6b403 : rss -95 (lqi 1)
Default rss: -50 (lqi 3)
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

aggiungi macfilter rss

Aggiunge l'indirizzo esteso specificato all'elenco RssIn (o modifica un indirizzo esistente nell'elenco RssIn) e imposta la voce di intensità del segnale ricevuto (in dBm) per i messaggi provenienti da quell'indirizzo.

Parametri

macfilter rss add extaddr rss

Per impostare un valore predefinito per l'intensità del segnale ricevuto per tutti i messaggi ricevuti, utilizza * per l'argomento extaddr.

Esempi

macfilter rss add * -50
Done
macfilter rss add 0f6127e33af6b404 -85
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

macfilter rss add-lqi

Aggiunge l'indirizzo esteso specificato all'elenco RssIn (o modifica un indirizzo esistente nell'elenco RssIn) e imposta l'indicatore della qualità del link fisso per i messaggi provenienti da quell'indirizzo. L'indirizzo esteso non deve necessariamente trovarsi nel filtro address allowlist/denylist per impostare lqi.

Questa opzione è disponibile quando è abilitata la configurazione di OPENTHREAD_CONFIG_MAC_FILTER_ENABLE.

Parametri

macfilter rss add-lqi extaddr lqi

Per impostare un valore predefinito per l'indicatore di qualità del link per tutti i messaggi ricevuti, utilizza * per l'argomento extaddr. L'intervallo consentito è compreso tra 0 e 3.

Esempi

macfilter rss add-lqi * 3
Done
macfilter rss add-lqi 0f6127e33af6b404 2
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

macfilter rss cancella

Cancella tutte le voci (inclusi i valori predefiniti) dell'intensità del segnale ricevuto (rss) e dell'indicatore di qualità del link (lqi) dall'elenco RssIn.

Lo svolgimento di questa azione significa che tutti gli indirizzi estesi utilizzeranno il segnale in onda.

È disponibile quando è abilitata la configurazione di OPENTHREAD_CONFIG_MAC_FILTER_ENABLE.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

macfilter rss clear
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

macfilter rss

Fornisce le seguenti informazioni:

  • Elenco di tutti gli indirizzi estesi in cui l'intensità del segnale ricevuto (rss) è stata impostata in modo da essere diversa dal valore predefinito. Viene mostrato anche l'indicatore della qualità del link (lqi). Le impostazioni rss e lqi sono mappate l'una all'altra. Se imposti un valore, il valore dell'altro viene impostato automaticamente. Questo elenco di indirizzi è denominato RssIn List. Se imposti rsi o lqi, l'indirizzo esteso corrispondente viene aggiunto all'elenco RssIn.
  • Default rss: mostra i valori predefiniti, se applicabili, per le impostazioni rss e lqi.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

macfilter rss
0f6127e33af6b403 : rss -95 (lqi 1)
Default rss: -50 (lqi 3)
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

rimozione macfilter rss

Rimuove l'indirizzo esteso specificato dall'elenco RssIn.

Una volta rimosso dall'elenco RssIn, questo indirizzo MAC utilizzerà le impostazioni predefinite di rss e lqi, se i valori predefiniti sono stati impostati. Se non sono stati impostati valori predefiniti, viene utilizzato il segnale over-air.

È disponibile quando è abilitata la configurazione di OPENTHREAD_CONFIG_MAC_FILTER_ENABLE.

Non viene eseguita alcuna azione se non esistono voci esistenti nell'elenco RssIn corrispondente all'Indirizzo esteso specificato.

Parametri

macfilter rss remove extaddr

Se vuoi rimuovere le impostazioni predefinite dell'indicatore di intensità del segnale ricevuto e di qualità del link, utilizza * come extaddr. Questa opzione consente di annullare le impostazioni predefinite, ma non rimuove le voci dall'elenco RssIn.

Esempi

macfilter rss remove *
Done
macfilter rss remove 0f6127e33af6b404
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

meshdiag childip6

Invia una query a un padre per recuperare gli indirizzi IPv6 di tutti i relativi MTD secondari.

Parametri

meshdiag childip6 parent-rloc16

Esempi

meshdiag childip6 0xdc00
child-rloc16: 0xdc02
    fdde:ad00:beef:0:ded8:cd58:b73:2c21
    fd00:2:0:0:c24a:456:3b6b:c597
    fd00:1:0:0:120b:95fe:3ecc:d238
child-rloc16: 0xdc03
    fdde:ad00:beef:0:3aa6:b8bf:e7d6:eefe
    fd00:2:0:0:8ff8:a188:7436:6720
    fd00:1:0:0:1fcf:5495:790a:370f
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

tabella figlio meshdiag

Avvia una query per la tabella figlio di un router con un determinato RLOC16. L'output elenca tutte le voci figlio. Informazioni per bambino:

  • RLOC16
  • Indirizzo MAC esteso
  • Versione thread
  • Timeout (in secondi)
  • Età (secondi dall'ultimo rilevamento)
  • Intervallo di supervisione (in secondi)
  • Numero di messaggi in coda (in caso di sonno di tuo figlio)
  • Modalità dispositivo
  • RSS (media e ultimo)
  • Frequenza di errori: frame tx (a livello MAC), messaggio IPv6 tx (sopra MAC)
  • Tempo di connessione (secondi dall'inizio del formato {dd}d.{hh}:{mm}:{ss} per la creazione del collegamento)
  • Informazioni CSL:
    • Se sincronizzato
    • Periodo (in unità di 10 simboli)
    • Timeout (in secondi)

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

meshdiag childtable 0x6400
rloc16:0x6402 ext-addr:8e6f4d323bbed1fe ver:4
    timeout:120 age:36 supvn:129 q-msg:0
    rx-on:yes type:ftd full-net:yes
    rss - ave:-20 last:-20 margin:80
    err-rate - frame:11.51% msg:0.76%
    conn-time:00:11:07
    csl - sync:no period:0 timeout:0 channel:0
rloc16:0x6403 ext-addr:ee24e64ecf8c079a ver:4
    timeout:120 age:19 supvn:129 q-msg:0
    rx-on:no type:mtd full-net:no
    rss - ave:-20 last:-20  margin:80
    err-rate - frame:0.73% msg:0.00%
    conn-time:01:08:53
    csl - sync:no period:0 timeout:0 channel:0
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

router meshdiag nelle vicinanze

Avvia una query per la tabella dei router vicini di un router con un determinato RLOC16. L'output elenca tutte le voci dei router vicini. Informazioni per voce:

  • RLOC16
  • Indirizzo MAC esteso
  • Versione thread
  • RSS (media e ultimo) e margine link
  • Frequenza di errori, frame tx (a livello MAC), messaggio IPv6 tx (sopra MAC)
  • Tempo di connessione (secondi dall'inizio del formato {dd}d.{hh}:{mm}:{ss} per la creazione del collegamento)

Parametri

meshdiag routerneighbortable router-rloc16

Esempi

meshdiag routerneighbortable 0x7400
rloc16:0x9c00 ext-addr:764788cf6e57a4d2 ver:4
   rss - ave:-20 last:-20 margin:80
   err-rate - frame:1.38% msg:0.00%
   conn-time:01:54:02
rloc16:0x7c00 ext-addr:4ed24fceec9bf6d3 ver:4
   rss - ave:-20 last:-20 margin:80
   err-rate - frame:0.72% msg:0.00%
   conn-time:00:11:27
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

topologia meshdiag

Scopri la topologia di rete (elenco dei router e delle relative connessioni). I parametri sono facoltativi e indicano altri elementi da scoprire. Può essere aggiunto in qualsiasi ordine.

  • ip6-addrs per scoprire l'elenco di indirizzi IPv6 di ogni router.
  • children per trovare la tabella secondaria di ogni router.

Informazioni per router:

  • ID router
  • RLOC16
  • Indirizzo MAC esteso
  • Versione thread (se nota)
  • Indica se il router è un dispositivo stesso (me)
  • Indica se il router è il principale di questo dispositivo quando il dispositivo è un bambino (parent)
  • Se il router è leader
  • Se il router funge da router di confine che fornisce connettività esterna (br)
  • Elenco di router a cui il router è collegato:
    • 3-links: ID router a cui il router ha un link in entrata con qualità del link 3.
    • 2-links: ID router a cui il router ha un link in entrata con qualità del link 2.
    • 1-links: ID router a cui il router ha un link in entrata con qualità del link 1.
    • Se un elenco è vuoto, viene omesso.
  • Se ip6-addrs, elenca gli indirizzi IPv6 del router
  • Se children, elenca tutti i dispositivi secondari del router. Informazioni per bambino:
    • RLOC16
    • Qualità del link in entrata dal punto di vista dell'account principale a quello secondario (zero indica sconosciuto)
    • Modalità dispositivo secondario (r rx-on-When-idle, d dispositivo full Thread, n dati di rete completi, - nessun flag impostato)
    • Se tuo figlio è il dispositivo stesso (me)
    • Se il publisher secondario funge da router di confine che fornisce connettività esterna (br)

Parametri

meshdiag topology [ip6-addrs] [children]

Esempi

meshdiag topology
id:02 rloc16:0x0800 ext-addr:8aa57d2c603fe16c ver:4 - me - leader
   3-links:{ 46 }
id:46 rloc16:0xb800 ext-addr:fe109d277e0175cc ver:4
   3-links:{ 02 51 57 }
id:33 rloc16:0x8400 ext-addr:d2e511a146b9e54d ver:4
   3-links:{ 51 57 }
id:51 rloc16:0xcc00 ext-addr:9aab43ababf05352 ver:4
   3-links:{ 33 57 }
   2-links:{ 46 }
id:57 rloc16:0xe400 ext-addr:dae9c4c0e9da55ff ver:4
   3-links:{ 46 51 }
   1-links:{ 33 }
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Mleadvimax

Recupera il valore Intervallo Max corrente utilizzato dal timer di mantenimento della pubblicità.

Questa API richiede OPENTHREAD_CONFIG_REFERENCE_DEVICE_ENABLE ed è destinata solo a scopi di test.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

mleadvimax
12000
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

mliide

Imposta l'IID locale mesh (a scopo di test).

Richiede OPENTHREAD_CONFIG_REFERENCE_DEVICE_ENABLE.

Deve essere utilizzato prima dell'abilitazione dello stack Thread.

Solo per test/dispositivo di riferimento.

Parametri

mliid iid

Esempi

mliid 1122334455667788
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

mlr reg

Registra i listener multicast al router backbone principale.

OPENTHREAD_CONFIG_TMF_PROXY_MLR_ENABLE e OPENTHREAD_CONFIG_COMMISSIONER_ENABLE devono essere attivati.

Ometti il timeout per utilizzare il timeout MLR predefinito sul router backbone principale.

Utilizza timeout = 0 per annullare la registrazione dei listener multicast.

Parametri

mlr reg ipaddr [timeout]

Esempi

mlr reg ff04::1
status 0, 0 failed
Done
mlr reg ff04::1 ff04::2 ff02::1
status 2, 1 failed
ff02:0:0:0:0:0:0:1
Done
mlr reg ff04::1 ff04::2 1000
status 0, 0 failed
Done
mlr reg ff04::1 ff04::2 0
status 0, 0 failed
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

modalità (get,set)

Imposta la configurazione della modalità di collegamento con MLE.

Parametri

mode [rdn]
  • -: nessun flag impostato (rx-off-quando-inattivo, dispositivo Thread minimo, dati di rete stabili)
  • r: rx-su-quando-inattivo
  • d: dispositivo Thread completo
  • n: dati di rete completi

Esempi

mode rdn
Done
mode -
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

multiradio

Scarica l'elenco dei link radio supportati dal dispositivo.

Questo comando è sempre disponibile, anche quando il dispositivo supporta una sola radio.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

multiradio
[15.4, TREL]
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

elenco di vicini multiradio

Recupera le informazioni sul collegamento multi-radio associato a un vicino con un indirizzo esteso specificato.

È necessario attivare OPENTHREAD_CONFIG_MULTI_RADIO.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

multiradio neighbor list
ExtAddr:3a65bc38dbe4a5be, RLOC16:0xcc00, Radios:[15.4(255), TREL(255)]
ExtAddr:17df23452ee4a4be, RLOC16:0x1300, Radios:[15.4(255)]
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

vicino multiradio

Recupera le informazioni sul collegamento multi-radio associato a un vicino con un indirizzo esteso specificato.

È necessario attivare OPENTHREAD_CONFIG_MULTI_RADIO.

Parametri

multiradio neighbor ext-address

Esempi

multiradio neighbor 3a65bc38dbe4a5be
[15.4(255), TREL(255)]
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

nat64 (abilita,disabilita)

Abilita o disabilita le funzioni NAT64.

Se OPENTHREAD_CONFIG_NAT64_TRANSLATOR_ENABLE è abilitato, l'impostazione disabilitata su true reimposta la tabella di mappatura nel traduttore.

Disponibile quando sono attivati OPENTHREAD_CONFIG_NAT64_TRANSLATOR_ENABLE o OPENTHREAD_CONFIG_NAT64_BORDER_ROUTING_ENABLE.

Parametri

nat64 enable|disable

Esempi

nat64 enable
Done
nat64 disable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Nat64 CDR

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

nat64 cidr 192.168.255.0/24
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Nat64 Sidro

Restituisce il CIDR IPv4 configurato nel traduttore NAT64.

Disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_NAT64_TRANSLATOR_ENABLE è abilitato.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

nat64 cidr
192.168.255.0/24
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

contatori nat64

Recupera i contatori dei pacchetti e degli errori del traduttore NAT64.

Disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_NAT64_TRANSLATOR_ENABLE è abilitato.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

nat64 counters
|               | 4 to 6                  | 6 to 4                  |
+---------------+-------------------------+-------------------------+
| Protocol      | Pkts     | Bytes        | Pkts     | Bytes        |
+---------------+----------+--------------+----------+--------------+
|         Total |       11 |          704 |       11 |          704 |
|           TCP |        0 |            0 |        0 |            0 |
|           UDP |        0 |            0 |        0 |            0 |
|          ICMP |       11 |          704 |       11 |          704 |
| Errors        | Pkts                    | Pkts                    |
+---------------+-------------------------+-------------------------+
|         Total |                       8 |                       4 |
|   Illegal Pkt |                       0 |                       0 |
|   Unsup Proto |                       0 |                       0 |
|    No Mapping |                       2 |                       0 |
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

mappature nat64

Recupera le informazioni successive di AddressMapping (usando un iteratore).

Disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_NAT64_TRANSLATOR_ENABLE è abilitato.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

nat64 mappings
|          | Address                   |        | 4 to 6       | 6 to 4       |
+----------+---------------------------+--------+--------------+--------------+
| ID       | IPv6       | IPv4         | Expiry | Pkts | Bytes | Pkts | Bytes |
+----------+------------+--------------+--------+------+-------+------+-------+
| 00021cb9 | fdc7::df79 | 192.168.64.2 |  7196s |    6 |   456 |   11 |  1928 |
|          |                                TCP |    0 |     0 |    0 |     0 |
|          |                                UDP |    1 |   136 |   16 |  1608 |
|          |                               ICMP |    5 |   320 |    5 |   320 |

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

stato nat64

Recupera lo stato delle funzioni NAT64.

Lo stato PrefixManager è disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_NAT64_BORDER_ROUTING_ENABLE è attivato. Lo stato Translator è disponibile quando OPENTHREAD_CONFIG_NAT64_TRANSLATOR_ENABLE è attivato.

Se OPENTHREAD_CONFIG_NAT64_BORDER_ROUTING_ENABLE è abilitato, PrefixManager restituisce uno dei seguenti stati:

  • Disabled: il gestore di prefissi NAT64 è disabilitato.
  • NotRunning: il gestore di prefissi NAT64 è abilitato, ma non è in esecuzione. Ciò potrebbe significare che la gestione dei percorsi è disattivata.
  • Idle: il gestore di prefissi NAT64 è abilitato e in esecuzione, ma non pubblica un prefisso NAT64. Questo può accadere quando c'è un altro router di confine che pubblica un prefisso NAT64 con una priorità più alta.
  • Active: il gestore di prefissi NAT64 è abilitato, in esecuzione e pubblica un prefisso NAT64.

Se OPENTHREAD_CONFIG_NAT64_TRANSLATOR_ENABLE è abilitato, Translator restituisce uno dei seguenti stati:

  • Disabled: il traduttore NAT64 è disattivato.
  • NotRunning: il traduttore NAT64 è abilitato, ma non traduce i pacchetti. Questo potrebbe significare che il traduttore non è configurato con un prefisso NAT64 o un CIDR per NAT64.
  • Active: il traduttore NAT64 è abilitato e sta traducendo i pacchetti.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

nat64 state
PrefixManager: Active
Translator: Active
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

elenco di connessione dei vicini

Stampa la data e l'età della connessione dei vicini. Questo comando è simile a neighbor conntime, ma visualizza le informazioni sotto forma di elenco. L'età e la durata della connessione vengono visualizzate in secondi.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

neighbor conntime list
0x8401 1a28be396a14a318 age:63 conn-time:644
0x5c00 723ebf0d9eba3264 age:23 conn-time:852
0xe800 ce53628a1e3f5b3c age:23 conn-time:180
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

vicino di connessione

Stampa la data e l'età della connessione dei vicini. Informazioni per vicino:

  • RLOC16
  • MAC esteso
  • Ultimo sentito (età): numero di secondi dall'ultimo ascolto del vicino.
  • Tempo connessione: numero di secondi dalla creazione del collegamento con il vicino. Gli intervalli della durata sono formattati come {hh}:{mm}:{ss} per ore, minuti e secondi se la durata è inferiore a un giorno. Se la durata è superiore a un giorno, il formato è {dd}d.{hh}:{mm}:{ss}.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

neighbor conntime
| RLOC16 | Extended MAC     | Last Heard (Age) | Connection Time  |
+--------+------------------+------------------+------------------+
| 0x8401 | 1a28be396a14a318 |         00:00:13 |         00:07:59 |
| 0x5c00 | 723ebf0d9eba3264 |         00:00:03 |         00:11:27 |
| 0xe800 | ce53628a1e3f5b3c |         00:00:02 |         00:00:15 |
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

qualità link vicino

Stampa le informazioni sulla qualità del link per tutti i vicini.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

neighbor linkquality
| RLOC16 | Extended MAC     | Frame Error | Msg Error | Avg RSS | Last RSS | Age   |
+--------+------------------+-------------+-----------+---------+----------+-------+
| 0xe800 | 9e2fa4e1b84f92db |      0.00 % |    0.00 % |     -46 |      -48 |     1 |
| 0xc001 | 0ad7ed6beaa6016d |      4.67 % |    0.08 % |     -68 |      -72 |    10 |
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

elenco dei vicini

Elenca l'RLOC16 di ogni vicino.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

neighbor list
0xcc01 0xc800 0xf000
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

tabella dei vicini

Stampa le informazioni in formato tabella su tutti i vicini.

Per Role, gli unici valori possibili per questa tabella sono C (secondario) o R (router).

Le seguenti colonne forniscono informazioni sulla modalità del dispositivo dei vicini. Ogni colonna ha un valore di 0 (off) o 1 (on).

  • R: RX acceso in caso di inattività
  • D: dispositivo Thread completo
  • N: dati di rete completi

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

neighbor table
| Role | RLOC16 | Age | Avg RSSI | Last RSSI |R|D|N| Extended MAC     |
+------+--------+-----+----------+-----------+-+-+-+------------------+
|   C  | 0xcc01 |  96 |      -46 |       -46 |1|1|1| 1eb9ba8a6522636b |
|   R  | 0xc800 |   2 |      -29 |       -29 |1|1|1| 9a91556102c39ddb |
|   R  | 0xf000 |   3 |      -28 |       -28 |1|1|1| 0ad7ed6beaa6016d |
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

netdata completo

Stampa "sì" o "no" per indicare se il callback "dati netti pieno" è stato richiamato dall'inizio dell'operazione Thread o dall'ultima volta in cui è stato utilizzato netdata full reset per reimpostare il flag. Questo comando richiede OPENTHREAD_CONFIG_BORDER_ROUTER_SIGNAL_NETWORK_DATA_FULL. Il callback "dati netti completi" viene richiamato ogni volta che:

  • Il dispositivo agisce come leader e riceve una registrazione dei dati di rete da un router di confine (BR) che non può aggiungere ai dati di rete (spazio disponibile in esaurimento).
  • Il dispositivo funge da BR e non è possibile aggiungere nuove voci ai relativi dati di rete locali.
  • Il dispositivo funge da BR e cerca di registrare le sue voci di dati di rete locali con la variante principale, ma determina che le sue voci locali non possono essere considerate.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

netdata full
no
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

reimpostazione completa netdata

Reimposta il monitoraggio del flag se è stato richiamato il callback "dati netti completi".

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

netdata full reset
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

guida netdata

Recupera un elenco di comandi dell'interfaccia a riga di comando di netdata.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

netdata help
length
maxlength
publish
register
show
steeringdata
unpublish
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

lunghezza netdata

Ottieni la lunghezza attuale (numero di byte) dei dati di rete Thread della partizione.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

netdata length
23
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

lunghezza massima netdata

Ottieni la lunghezza massima osservata dei dati di rete Thread dall'inizializzazione dello stack OT o dall'ultima chiamata a otNetDataResetMaxLength() .

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

netdata maxlength
40
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

reimpostazione di netdata maxlength

Reimposta la lunghezza massima rilevata dei dati di rete Thread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

netdata maxlength reset
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

netdata publish dnssrp anycast

Pubblica un indirizzo Anycast del servizio DNS/SRP con un numero di sequenza. Qualsiasi voce del servizio DNS/SRP corrente pubblicata da un comando publish dnssrp{anycast|unicast} precedente viene rimossa e sostituita con i nuovi argomenti.

È necessario attivare OPENTHREAD_CONFIG_TMF_NETDATA_SERVICE_ENABLE.

Parametri

netdata publish dnssrp anycast seq-num

Esempi

netdata publish dnssrp anycast 1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

netdata publish dnssrp unicast (addr,porta)

Pubblica un indirizzo Unicast di servizio DNS/SRP con un indirizzo e un numero di porta. Le informazioni su indirizzo e porta sono incluse nei dati TLV dei servizi. Qualsiasi voce del servizio DNS/SRP corrente pubblicata da un comando publish dnssrp{anycast|unicast} precedente viene rimossa e sostituita con i nuovi argomenti.

È necessario attivare OPENTHREAD_CONFIG_TMF_NETDATA_SERVICE_ENABLE.

Parametri

netdata publish dnssrp unicast address port

Esempi

netdata publish dnssrp unicast fd00::1234 51525
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

netdata publish dnssrp unicast (mle)

Pubblica l'EID locale mesh del dispositivo con un numero di porta. Le informazioni su MLE e porta sono incluse nei dati TLV del server. Per utilizzare un indirizzo Unicast diverso, utilizza il comando netdata publish dnssrp unicast (addr,port).

Qualsiasi voce del servizio DNS/SRP corrente pubblicata da un comando publish dnssrp{anycast|unicast} precedente viene rimossa e sostituita con i nuovi argomenti.

È necessario attivare OPENTHREAD_CONFIG_TMF_NETDATA_SERVICE_ENABLE.

Parametri

netdata publish dnssrp unicast port

Esempi

netdata publish dnssrp unicast 50152
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

prefisso di pubblicazione netdata

Pubblica una voce con prefisso on-mesh. Per saperne di più, consulta Visualizzare e gestire i dati di rete con OT CLI.

Parametri

netdata publish prefix prefix [padcrosnD] [high|med|low]

L'interfaccia a riga di comando OT utilizza gli argomenti mappati per configurare i valori otBorderRouterConfig. Per saperne di più, consulta la panoramica dell'interfaccia a riga di comando OpenThread.

Esempi

netdata publish prefix fd00:1234:5678::/64 paos med
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

sostituzione pubblicazione netdata

Sostituisce una voce di route esterna pubblicata in precedenza. Per saperne di più, consulta Visualizzare e gestire i dati di rete con OT CLI.

Parametri

netdata publish replace oldprefix prefix [sn] [high|med|low]

L'interfaccia a riga di comando OT utilizza gli argomenti mappati per configurare i valori otExternalRouteConfig. Per saperne di più, consulta la panoramica dell'interfaccia a riga di comando OpenThread.

Esempi

netdata publish replace ::/0 fd00:1234:5678::/64 s high
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

route di pubblicazione netdata

Pubblica una voce di route esterna. Per saperne di più, consulta Visualizzare e gestire i dati di rete con OT CLI.

Parametri

publish route prefix [sn] [high|med|low]

L'interfaccia a riga di comando OT utilizza gli argomenti mappati per configurare i valori otExternalRouteConfig. Per saperne di più, consulta la panoramica dell'interfaccia a riga di comando OpenThread.

Esempi

netdata publish route fd00:1234:5678::/64 s high
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

registro netdata

Registra prefissi, route e servizi configurati con Leader.

L'interfaccia a riga di comando OT controlla OPENTHREAD_CONFIG_BORDER_ROUTER_ENABLE. Se la tecnologia OTBR è abilitata, registra i dati di rete locali con Leader. In caso contrario, chiama la funzione dell'interfaccia a riga di comando otServerRegister. Per saperne di più, consulta Visualizzare e gestire i dati di rete con OT CLI.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

netdata register
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

netdata show locale

Stampa i dati della rete locale da sincronizzare con il Leader.

Parametri

netdata show local [-x]
  • L'argomento facoltativo -x recupera i dati di rete locali come TLV con codifica esadecimale.

Esempi

netdata show local
Prefixes:
fd00:dead:beef:cafe::/64 paros med dc00
Routes:
Services:
Done
netdata show local -x
08040b02174703140040fd00deadbeefcafe0504dc00330007021140
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

programma netdata

netdata show da OT CLI riceve dati di rete completi ricevuti dal leader. Questo comando utilizza diverse funzioni API per combinare prefissi, route e servizi, tra cui otNetDataGetNextOnMeshPrefix, otNetDataGetNextRoute, otNetDataGetNextService e otNetDataGetNextLowpanContextInfo.

I prefissi nella rete mesh sono elencati sotto l'intestazione Prefixes:

  • Prefisso on-mesh
  • Segnalazioni
    • p: flag preferito
    • A: flag di autoconfigurazione degli indirizzi IPv6 stateless
    • d: flag di configurazione degli indirizzi IPv6 DHCPv6
    • c: altro flag di configurazione DHCPv6
    • r: flag percorso predefinito
    • O: su flag mesh
    • s: flag stabile
    • n: flag Dns Nd
    • D: flag del prefisso di dominio (disponibile solo per il thread 1.2).
  • Preferenza high, med o low
  • RLOC16 del dispositivo a cui è stato aggiunto il prefisso on-mesh

Le route esterne sono elencate sotto l'intestazione Routes:

  • Il prefisso della route
  • Segnalazioni
    • s: flag stabile
    • N: flag NAT64
  • Preferenza high, med o low
  • RLOC16 del dispositivo a cui è stato aggiunto il prefisso di route

Le voci di servizio sono elencate sotto l'intestazione Services:

  • Codice aziendale
  • Dati di servizio (come byte esadecimali)
  • Dati del server (come byte esadecimali)
  • Segnalazioni
    • s: flag stabile
  • RLOC16 dei dispositivi a cui è stata aggiunta la voce di servizio

Gli ID contesto 6LoWPAN sono elencati sotto l'intestazione Contexts:

  • Il prefisso
  • ID contesto
  • Comprimi flag (c se contrassegnato o - in caso contrario).

Le informazioni per la messa in servizio del set di dati vengono stampate sotto l'intestazione Commissioning:

  • ID sessione se presente in Set di dati o in -
  • Agente di confine RLOC16 (in esadecimale) se presente in Set di dati o in -
  • Numero di porta UDP joiner se presente nel set di dati o in -
  • Indirizza i dati (come byte esadecimali) se presenti in Set di dati o in -
  • Segnalazioni:
    • e: se Set di dati contiene TLV sconosciuti aggiuntivi

Per saperne di più, consulta Visualizzare e gestire i dati di rete con OT CLI.

Parametri

netdata show [-x]
  • L'argomento facoltativo -x recupera i dati di rete come TLV con codifica esadecimale.

Esempi

netdata show
Prefixes:
fd00:dead:beef:cafe::/64 paros med dc00
Routes:
fd49:7770:7fc5:0::/64 s med 4000
Services:
44970 5d c000 s 4000
44970 01 9a04b000000e10 s 4000
Contexts:
fd00:dead:beef:cafe::/64 1 c
Commissioning:
1248 dc00 9988 00000000000120000000000000000000 e
Done
netdata show -x
08040b02174703140040fd00deadbeefcafe0504dc00330007021140
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

controllo netdata steeringdata (discerner)

Controlla se i dati sullo sterzo includono un Joiner con un determinato valore di discernimento.

Parametri

netdata steeringdata check discerner
  • discerner: The Joiner discerner in format {number}/{length}.

Esempi

netdata steeringdata check 0xabc/12
Done
netdata steeringdata check 0xdef/12
Error 23: NotFound

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

controllo netdata steeringdata (eui64)

Controlla se i dati sullo sterzo includono un Joiner.

Parametri

netdata steeringdata check eui64
  • eui64: EUI-64 dell'IEEE del Joiner.

Esempi

netdata steeringdata check d45e64fa83f81cf7
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

annullamento pubblicazione netdata (prefisso)

Annulla la pubblicazione di un prefisso di percorso esterno o nella rete mesh pubblicato in precedenza.

È necessario attivare OPENTHREAD_CONFIG_BORDER_ROUTER_ENABLE.

Per saperne di più, consulta Visualizzare e gestire i dati di rete con OT CLI.

Parametri

netdata unpublish prefix

Esempi

netdata unpublish fd00:1234:5678::/64
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

annullamento pubblicazione dnssrp netdata

Annulla la pubblicazione di qualsiasi voce del servizio DNS/SRP (Anycast o Unicast) aggiunta in precedenza dai dati di rete Thread.

È necessario attivare OPENTHREAD_CONFIG_TMF_NETDATA_SERVICE_ENABLE.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

netdata unpublish dnssrp
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Netstat

Restituisce l'intestazione dell'elenco collegato di socket UDP.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

netstat
| Local Address                                   | Peer Address                                    |
+-------------------------------------------------+-------------------------------------------------+
| [0:0:0:0:0:0:0:0]:49153                         | [0:0:0:0:0:0:0:0]:0                             |
| [0:0:0:0:0:0:0:0]:49152                         | [0:0:0:0:0:0:0:0]:0                             |
| [0:0:0:0:0:0:0:0]:61631                         | [0:0:0:0:0:0:0:0]:0                             |
| [0:0:0:0:0:0:0:0]:19788                         | [0:0:0:0:0:0:0:0]:0                             |
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

networkdiagnostic ottengono

Invia una richiesta di diagnostica di rete per recuperare i valori di lunghezza del tipo (TLV) specificati per gli indirizzi specificati.

Parametri

networkdiagnostic get addr type(s)

Per addr, un indirizzo unicast attiva un Diagnostic Get. Un indirizzo multicast attiva un Diagnostic Query. Valori TLV che puoi specificare (separati da uno spazio se specifichi più di un TLV):

  • 0: TLV indirizzo esteso MAC
  • 1: TLV indirizzo 16
  • 2: modalità TLV
  • 3: timeout TLV (il periodo di tempo massimo del polling per SED)
  • 4: TLV connettività
  • 5: TLV di Route64
  • 6: dati dei leader TLV
  • 7: TLV dei dati di rete
  • 8: TLV elenco indirizzi IPv6
  • 9: Contatori MAC TLV
  • 14: livello della batteria (TLV)
  • 15: tensione di alimentazione TLV
  • 16: TLV tabella secondaria
  • 17: TLV delle pagine del canale
  • 19: timeout max figli (TLV)
  • 23: TLV EUI64
  • 24: versione TLV (numero di versione per protocolli e funzionalità)
  • 25: nome del fornitore (TLV)
  • 26: TLV modello del fornitore
  • 27: versione SW del fornitore TLV
  • 28: versione TLV dello stack Thread (identificatore della versione come stringa UTF-8 per codebase/commit/versione dello stack Thread)
  • 29: TLV secondario
  • 34: Contatori MLE TLV

Esempi

networkdiagnostic get fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:fc00 0 1 6 23
DIAG_GET.rsp/ans: 00080e336e1c41494e1c01020c000608640b0f674074c503
Ext Address: 0e336e1c41494e1c
Rloc16: 0x0c00
Leader Data:
    PartitionId: 0x640b0f67
    Weighting: 64
    DataVersion: 116
    StableDataVersion: 197
    LeaderRouterId: 0x03
EUI64: 18b4300000000004
Done
networkdiagnostic get ff02::1 0 1
DIAG_GET.rsp/ans: 00080e336e1c41494e1c01020c00
Ext Address: '0e336e1c41494e1c'
Rloc16: 0x0c00
Done
DIAG_GET.rsp/ans: 00083efcdb7e3f9eb0f201021800
Ext Address: 3efcdb7e3f9eb0f2
Rloc16: 0x1800
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

reimpostazione diagnostica della rete

Invia una richiesta di diagnostica della rete per reimpostare i valori TLV (Type Length Value) specificati negli indirizzi specificati. Questo comando supporta solo i seguenti valori TLV: 9 (Contatori MAC TLV) o 34 (Contatori MLE TLV)

Parametri

networkdiagnostic reset addr type(s)

Esempi

networkdiagnostic reset fd00:db8::ff:fe00:0 9
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

networkidtimeout (get,set)

Restituisce o imposta il parametro NETWORK_ID_TIMEOUT.

Parametri

networkidtimeout [timeout]

Utilizza l'argomento timeout facoltativo per impostare il valore del parametro NETWORK_ID_TIMEOUT.

Esempi

networkidtimeout 120
Done
networkidtimeout
120
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

networkkey (chiave)

Imposta la chiave di rete Thread.

Ha successo solo se i protocolli Thread sono disabilitati. Una chiamata riuscita a questa funzione rende non validi i set di dati operativi attivi e in attesa nella memoria non volatile.

Parametri

networkkey key

Esempi

networkkey 00112233445566778899aabbccddeeff
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

chiave di rete

Recupera la chiave di rete Thread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

networkkey
00112233445566778899aabbccddeeff
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

nomerete (nome)

Imposta il nome della rete Thread.

Ha successo solo se i protocolli Thread sono disabilitati. Una chiamata riuscita a questa funzione rende non validi i set di dati operativi attivi e in attesa nella memoria non volatile.

Parametri

networkname name

Esempi

networkname OpenThread
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

nomerete

Ottieni il nome di rete Thread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

networkname
OpenThread
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

networktime (impostato)

Imposta i parametri di sincronizzazione dell'ora.

  • timesyncperiod: il periodo di sincronizzazione temporale, in secondi.
  • xtalthreshold: la soglia di accuratezza XTAL per far diventare un dispositivo compatibile con il router (in PPM).

Parametri

networktime timesyncperiod xtalthreshold

Esempi

networktime 100 300
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ora della rete

Restituisce l'ora della rete Thread e i parametri di sincronizzazione dell'ora.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

networktime
Network Time:     21084154us (synchronized)
Time Sync Period: 100s
XTAL Threshold:   300ppm
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

nexthop (get)

Restituisce il costo dell'hop e del percorso successivo verso una determinata destinazione RLOC16.

Può essere utilizzato se aNextHopRloc16 o aPathCost sono NULL e indicano che il chiamante non vuole ottenere il valore.

Parametri

nexthop rloc16

Esempi

nexthop 0xc000
0xc000 cost:0
Done
nexthop 0x8001
0x2000 cost:3
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Nexthop

Tabella di output degli ID router allocati e dei costi attuali del percorso e dell'hop successivo per ciascun router.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

nexthop
| ID   |NxtHop| Cost |
+------+------+------+
|    9 |    9 |    1 |
|   25 |   25 |    0 |
|   30 |   30 |    1 |
|   46 |    - |    - |
|   50 |   30 |    3 |
|   60 |   30 |    2 |
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

panid (panid)

Imposta l'ID PAN IEEE 802.15.4.

Ha successo solo se i protocolli Thread sono disabilitati. Una chiamata riuscita a questa funzione rende non valido anche i set di dati operativi attivi e in attesa nella memoria non volatile.

Parametri

panid panid

Esempi

panid 0xdead
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

panid

Ottieni l'ID PAN IEEE 802.15.4.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

panid
0xdead
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

parent

Recupera le informazioni diagnostiche per un router Thread come padre.

Quando utilizzi come router Thread quando OPENTHREAD_CONFIG_REFERENCE_DEVICE_ENABLE è abilitato, questo comando restituisce le informazioni memorizzate nella cache dal momento in cui il dispositivo era stato precedentemente collegato come elemento secondario Thread. È necessario restituire le informazioni memorizzate nella cache per supportare lo scenario di test del Thread Test Harness 8.2.x, che richiede l'indirizzo MAC padre precedente (ad es. il router Joiner) anche se il dispositivo è già stato promosso a router.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

parent
Ext Addr: be1857c6c21dce55
Rloc: 5c00
Link Quality In: 3
Link Quality Out: 3
Age: 20
Version: 4
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Avvia il processo per il figlio di cercare un genitore migliore mantenendo l'identità del genitore attuale.

Deve essere utilizzato quando il dispositivo è collegato come bambino.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

parent search
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

priorità genitori (get,set)

Ottieni o imposta il valore di priorità padre assegnato: 1, 0, -1 o -2. -2 significa che non è assegnato.

Parametri

parentpriority [parentpriority]

Esempi

parentpriority
1
Done
parentpriority 1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

ID partizione

Recupera l'ID partizione di rete Thread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

partitionid
4294967295
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Partizioneid preferito (get,set)

Il campo OPENTHREAD_CONFIG_REFERENCE_DEVICE_ENABLE è obbligatorio.

Parametri

partitionid preferred partitionid

Esempi

partitionid preferred
4294967295
Done
partitionid preferred 0xffffffff
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

platform

Stampa la piattaforma attuale

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

platform
NRF52840
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

periodo sondaggio (get,set)

Ottieni o imposta il periodo del sondaggio personalizzato sui dati del dispositivo finale assonnato (millisecondi). Solo per test di certificazione.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

pollperiod
0
Done
pollperiod 10
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

preferrouterid

Specifica l'ID router preferito che il leader deve fornire quando richiesto.

Parametri

preferrouterid routerid

Esempi

preferrouterid 16
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

aggiungi prefisso

Aggiunge un prefisso valido ai dati di rete.

Parametri

prefix add prefix [padcrosnD] [high|med|low]

L'interfaccia a riga di comando OT utilizza gli argomenti mappati per configurare i valori otBorderRouterConfig. Per saperne di più, consulta la panoramica dell'interfaccia a riga di comando OpenThread.

Esempi

prefix add 2001:dead:beef:cafe::/64 paros med
Done
prefix add fd00:7d03:7d03:7d03::/64 prosD low
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

prefisso meshlocal

Ottieni il prefisso locale mesh.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

prefix meshlocal
fdde:ad00:beef:0::/64
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

prefisso

Recupera l'elenco di prefissi nei dati di rete locali.

Per saperne di più sui flag otBorderRouterConfig, consulta la Panoramica dell'interfaccia a riga di comando OpenThread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

prefix
2001:dead:beef:cafe::/64 paros med
- fd00:7d03:7d03:7d03::/64 prosD med
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

rimozione prefisso

Rimuovi la configurazione di un router di confine dai dati della rete locale.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

prefix remove 2001:dead:beef:cafe::/64
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

promiscuo (attiva,disattivata)

Attiva o disattiva la modalità promiscuo del livello dei link.

Parametri

promiscuous enable|disable

Esempi

promiscuous enable
Done
promiscuous disable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

promiscuo

Indica se la modalità promiscuo è attivata o meno a livello di link.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

promiscuous
Disabled
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

pskc (impostato)

Imposta il file pskc in formato esadecimale.

Parametri

pskc key

Esempi

pskc 67c0c203aa0b042bfb5381c47aef4d9e
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

pskc -p

Genera il codice pskc dalla passphrase (con codifica UTF-8), insieme al nome di rete corrente e all'ID PAN esteso.

Parametri

pskc -p passphrase

Esempi

pskc -p 123456
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

pskc

Scarica la PSKc di Thread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

pskc
67c0c203aa0b042bfb5381c47aef4d9e
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

pskcref (set)

Imposta il riferimento chiave su PSKc Thread.

Richiede l'abilitazione della funzionalità OPENTHREAD_CONFIG_PLATFORM_KEY_REFERENCES_ENABLE in fase di build.

L'operazione riesce solo se i protocolli Thread sono disabilitati. Se l'operazione ha esito positivo, questa operazione renderà non validi i set di dati operativi attivi e in attesa nella memoria non volatile.

Parametri

pskc keyref

Esempi

pskc 0x20017
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Pskcref

Recupero del riferimento chiave alla PSKc Thread archiviata.

Richiede l'abilitazione della funzionalità OPENTHREAD_CONFIG_PLATFORM_KEY_REFERENCES_ENABLE in fase di build.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

pskcref
0x80000000
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

pulsante di opzione (attiva,disattiva)

Attiva o disattiva la radio.

Parametri

radio enable|disable

Esempi

radio enable
Done
radio disable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

statistiche radio cancellate

Reimposta le statistiche radio.

Tutti gli orari vengono reimpostati su 0.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

radio stats clear
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

statistiche radio

Recupera le statistiche radio.

Le statistiche radio includono l'ora in cui la radio è in stato TX/RX/Sonno. Questi tempi sono espressi in unità di microsecondi. Tutti gli orari sono calcolati dall'ultimo ripristino delle statistiche radio.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

radio stats
Radio Statistics:
Total Time: 67.756s
Tx Time: 0.022944s (0.03%)
Rx Time: 1.482353s (2.18%)
Sleep Time: 66.251128s (97.77%)
Disabled Time: 0.000080s (0.00%)
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

versione RCP

Ottieni la stringa della versione radio.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

rcp version
OPENTHREAD/20191113-00825-g82053cc9d-dirty; SIMULATION; Jun  4 2020 17:53:16
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

regione (insieme)

Imposta il codice regione.

Il formato della regione radio è la rappresentazione ASCII a 2 byte del codice ISO 3166 alpha-2.

La modifica di questa impostazione può influire sul limite di potenza di trasmissione.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

region US
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

regione

Recupera il codice regione.

Il formato della regione radio è la rappresentazione ASCII a 2 byte del codice ISO 3166 alpha-2.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

region
US
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

releaserouterid (routerid)

Rilascia un ID router assegnato dal dispositivo con il ruolo Leader.

Parametri

releaserouterid [routerid]

Esempi

releaserouterid 16
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

rloc16

Scarica RLOC16.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

rloc16
0xdead
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

aggiunta percorso

Per i parametri, utilizza:

  • s: flag stabile
  • N: flag NAT64
  • prf: preferenza router predefinita, [high, med, low].

Aggiungi una route esterna valida ai dati di rete.

Parametri

route add prefix [sn] [high|med|low]

Esempi

route add 2001:dead:beef:cafe::/64 s med
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

rimozione percorso

Rimuovi la configurazione di una route esterna dai dati della rete locale.

Parametri

route remove [prefix]

Esempi

route remove 2001:dead:beef:cafe::/64
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

percorso

Ottieni l'elenco di route esterne nei dati di rete locali.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

route
2001:dead:beef:cafe::/64 s med
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

router (ID)

La funzione conserva le informazioni diagnostiche per un determinato router Thread.

Stampa le informazioni diagnostiche per un router Thread. L'ID può essere un ID router o un RLOC16.

Parametri

router [id]

Esempi

router 50
Alloc: 1
Router ID: 50
Rloc: c800
Next Hop: c800
Link: 1
Ext Addr: e2b3540590b0fd87
Cost: 0
Link Quality In: 3
Link Quality Out: 3
Age: 3
Done
router 0xc800
Alloc: 1
Router ID: 50
Rloc: c800
Next Hop: c800
Link: 1
Ext Addr: e2b3540590b0fd87
Cost: 0
Link Quality In: 3
Link Quality Out: 3
Age: 7
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

elenco di router

Elenca gli ID router allocati.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

router list
8 24 50
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

tabella router

Stampa un elenco di router in formato tabella.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

router table
| ID | RLOC16 | Next Hop | Path Cost | LQ In | LQ Out | Age | Extended MAC     | Link |
+----+--------+----------+-----------+-------+--------+-----+------------------+------+
| 22 | 0x5800 |       63 |         0 |     0 |      0 |   0 | 0aeb8196c9f61658 |    0 |
| 49 | 0xc400 |       63 |         0 |     3 |      3 |   0 | faa1c03908e2dbf2 |    1 |
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

soglia di downgrade del router (get,set)

Consente di ottenere o impostare il valore ROUTER_DOWNGRADE_THRESHOLD.

Parametri

routerdowngradethreshold [threshold]

Esempi

 routerdowngradethreshold
23
Done
 routerdowngradethreshold 23
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

router idoneo (attivazione,disattivazione)

Attiva o disattiva il ruolo del router.

Parametri

routereligible [enable|disable]

Esempi

routereligible enable
Done
routereligible disable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

router idoneo

Indica se il ruolo del router è attivato o disattivato.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

routereligible
Enabled
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

routerselectionjitter

Restituisce o imposta il valore ROUTER_SELECTION_JITTER.

Parametri

routerselectionjitter [jitter]

Esempi

routerselectionjitter
120
Done
routerselectionjitter 120
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

routerupgradethreshold (get,set)

Restituisce o imposta il valore ROUTER_UPGRADE_THRESHOLD.

Parametri

routerupgradethreshold [threshold]

Esempi

routerupgradethreshold
16
Done
routerupgradethreshold 16
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

scansione energia

Esegue una scansione energetica IEEE 802.15.4 e visualizza il tempo in millisecondi da utilizzare per la scansione di ogni canale. Vengono visualizzati tutti i canali, a meno che non ne specifichi uno specifico tramite l'opzione del canale.

Parametri

scan energy [duration] [channel]

Esempi

scan energy 10
| Ch | RSSI |
+----+------+
| 11 |  -59 |
| 12 |  -62 |
| 13 |  -67 |
| 14 |  -61 |
| 15 |  -87 |
| 16 |  -86 |
| 17 |  -86 |
| 18 |  -52 |
| 19 |  -58 |
| 20 |  -82 |
| 21 |  -76 |
| 22 |  -82 |
| 23 |  -74 |
| 24 |  -81 |
| 25 |  -88 |
| 26 |  -71 |
Done
scan energy 10 20
| Ch | RSSI |
+----+------+
| 20 |  -82 |
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

scansiona

Esegue una scansione IEEE 802.15.4 attiva. La ricerca copre tutti i canali se non è specificato alcun canale, altrimenti l'intervallo copre solo il canale specificato.

Parametri

scan [channel]

Esempi

scan
| PAN  | MAC Address      | Ch | dBm | LQI |
+------+------------------+----+-----+-----+
| ffff | f1d92a82c8d8fe43 | 11 | -20 |   0 |
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

aggiunta servizio

Aggiunge il servizio ai dati di rete.

  • enterpriseNumber: numero aziendale IANA
  • serviceData: dati dei servizi binari con codifica esadecimale
  • serverData: dati del server binario con codifica esadecimale

Parametri

service add enterpriseNumber serviceData serverData

Esempi

service add 44970 112233 aabbcc
Done
netdata register
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

rimozione servizio

Rimuove il servizio dai dati di rete.

  • enterpriseNumber: numero aziendale IANA
  • serviceData: dati dei servizi binari con codifica esadecimale

Parametri

service remove enterpriseNumber serviceData

Esempi

service remove 44970 112233
Done
netdata register
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

singleton

Indica se un nodo è l'unico router sulla rete. Restituisce true o false.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

singleton
true
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

query sntp

Invia una query SNTP per ottenere l'ora corrente del periodo Unix (dal 1° gennaio 1970).

  • Indirizzo IP predefinito del server SNTP: 2001:4860:4806:8:: (server NTP IPv6 di Google)
  • Porta predefinita del server SNTP: 123

Parametri

sntp query [SNTP server IP] [SNTP server port]

Esempi

sntp query
SNTP response - Unix time: 1540894725 (era: 0)
Done
sntp query 64:ff9b::d8ef:2308
SNTP response - Unix time: 1540898611 (era: 0)
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

avvio automatico client srp (get)

Indica lo stato corrente della modalità di avvio automatico (attivata o disattivata).

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

srp client autostart
Disabled
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

disattivazione avvio automatico client srp

Disattiva la modalità di avvio automatico.

La disattivazione della modalità di avvio automatico non interrompe un client in esecuzione. Tuttavia, il client SRP smette di monitorare i dati di rete Thread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

srp client autostart disable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

attivazione avvio automatico client srp

Attiva la modalità di avvio automatico.

Quando l'avvio automatico è abilitato, il client SRP monitora i dati di rete Thread per rilevare i server SRP, selezionare il server preferito e per avviare e arrestare automaticamente il client quando viene rilevato un server SRP.

Esistono tre categorie di voci di dati di rete che indicano la presenza di un server SRP e sono preferite nel seguente ordine:

  1. Voci Unicast in cui l'indirizzo del server è incluso nei dati del servizio. Se sono disponibili più opzioni, è preferibile l'opzione con l'indirizzo IPv6 numerico più basso.
  2. Voci anycast con ciascuna un numero di sequenza. È preferibile utilizzare il numero di sequenza più grande come specificato da Serial Number Arithmetic Logic in RFC-1982.
  3. Voci Unicast in cui le informazioni sull'indirizzo del server sono incluse nei dati del server. Se sono disponibili più opzioni, è preferibile l'opzione con l'indirizzo IPv6 numerico più basso.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

srp client autostart enable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Callback del client srp (get,enable,disable)

Consente di acquisire o attivare/disattivare gli eventi di callback di stampa dal client SRP.

Parametri

srp client callback [enable|disable]

Esempi

srp client callback enable
Done
srp client callback
Enabled
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Indirizzo host client srp (get)

Indica se è attiva la modalità di indirizzo automatico. Se la modalità di indirizzo automatico non è abilitata, viene restituito l'elenco degli indirizzi host del client SRP.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

srp client host address
auto
Done
srp client host address
fd00:0:0:0:0:0:0:1234
fd00:0:0:0:0:0:0:beef
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Indirizzo host client srp (impostato)

Attiva la modalità indirizzo host automatico o imposta esplicitamente l'elenco di indirizzi host.

Parametri

srp client host address [auto|address...]
  • Utilizza il parametro auto per attivare la modalità di indirizzi dell'host automatico. Quando l'opzione è abilitata, il client utilizza automaticamente tutti gli indirizzi unicast netif Thread preferiti, tranne gli indirizzi locali rispetto al link e locali del mesh. Se non esiste un indirizzo valido, viene aggiunto l'indirizzo EID locale del mesh. Il client SRP si registra automaticamente di nuovo se gli indirizzi nel thread netif vengono aggiunti o rimossi o contrassegnati come non preferiti.
  • Specifica in modo esplicito l'elenco di indirizzi host, separando ogni indirizzo da uno spazio. Puoi impostare questo elenco mentre il client è in esecuzione. Verrà disattivata anche la modalità indirizzo host automatico.

Esempi

srp client host address auto
Done
srp client host address fd00::cafe
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

cancellazione host client srp

Cancella tutte le informazioni sull'host e tutti i servizi.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

srp client host clear
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Nome host client srp (get,set)

Consente di acquisire o impostare il nome host del client SRP.

Parametri

srp client host name [name]

Per impostare il nome host del client quando l'host è stato rimosso o non è ancora stato registrato con il server, utilizza il parametro name.

Esempi

srp client host name dev4312
Done
srp client host name
dev4312
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

rimozione host client srp

Rimuove le informazioni sull'host del client SRP e tutti i servizi dal server SRP.

Parametri

srp client host remove [removekeylease] [sendunregtoserver]
  • Il parametro removekeylease è un valore booleano facoltativo che indica se è necessario rimuovere anche il lease della chiave host (il valore predefinito è false).
  • Il parametro sendunregtoserver è un valore booleano facoltativo che indica se l'host del client deve inviare un messaggio di "aggiornamento" al server anche quando le informazioni relative all'host del client non sono ancora state registrate nel server (il valore predefinito è false). Questo parametro può essere specificato solo se il parametro removekeylease viene specificato per primo nel comando.

Esempi

srp client host remove 1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

host client srp

Recupera le informazioni sull'host.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

srp client host
name:"dev4312", state:Registered, addrs:[fd00:0:0:0:0:0:0:1234, fd00:0:0:0:0:0:0:beef]
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

stato host client SRP

Restituisce lo stato dell'host del client SRP. Stati possibili:

  • ToAdd: elemento da aggiungere/registrare.
  • Adding: l'elemento è in fase di aggiunta/registrazione.
  • ToRefresh: elemento da aggiornare per il rinnovo dell'affitto.
  • Refreshing: l'elemento è aggiornato.
  • ToRemove: elemento da rimuovere.
  • Removing: l'elemento è in fase di rimozione.
  • Registered: l'elemento è registrato con il server.
  • Removed: l'elemento è stato rimosso.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

srp client host state
Registered
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

keyleaseinterval client srp (get,set)

Restituisce o imposta l'intervallo di lease delle chiavi in secondi.

Parametri

srp client keyleaseinterval [interval]

Esempi

srp client keyleaseinterval 864000
Done
srp client keyleaseinterval
864000
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

leaseinterval client srp (get,set)

Restituisce o imposta l'intervallo di lease in secondi.

Parametri

srp client leaseinterval [interval]

Esempi

srp client leaseinterval 3600
Done
srp client leaseinterval
3600
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

indirizzo server client srp

Restituisce l'indirizzo IPv6 del server.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

srp client server address
fd00:0:0:0:d88a:618b:384d:e760
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

porta server client srp

Restituisce il numero di porta del server.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

srp client server port
4724
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

server client srp

Recupera l'indirizzo socket (indirizzo IPv6 e numero di porta) del server SRP utilizzato dal client SRP. Se il client non è in esecuzione, l'indirizzo non è specificato (tutti gli zero) con il numero di porta 0.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

srp client server
[fd00:0:0:0:d88a:618b:384d:e760]:4724
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

aggiunta servizio client srp

Aggiunge un servizio con un nome istanza, un nome di servizio e un numero di porta specifici.

Parametri

srp client service add instancename servicename port [priority] [weight] [txt]

Il parametro servicename può includere facoltativamente un elenco di etichette di sottotipo di servizio separate da virgole. In questi esempi viene utilizzato un nome generico. I parametri priority e weight (entrambi sono valori uint16_t) sono facoltativi e, se non viene fornito, viene utilizzato il valore zero. Il parametro facoltativo txt imposta i dati TXT associati al servizio. Il valore txt deve essere in formato stringa esadecimale e viene trattato come una sequenza di byte di dati TXT già codificata.

Esempi

srp client service add ins1 _test1._udp 777
Done
srp client service add ins2 _test2._udp,_sub1,_sub2 111 1 1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Chiave di servizio client srp (get,set)

Ottieni o imposta la modalità di inclusione del record della chiave di servizio nel client SRP. Questo comando è destinato esclusivamente ai test e richiede l'abilitazione di OPENTHREAD_CONFIG_REFERENCE_DEVICE_ENABLE.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

srp client service key enable
Done
srp client service key
Enabled
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

nome servizio client srp chiaro

Cancella un servizio, rimuovendolo immediatamente dall'elenco dei servizi client, senza interazione con il server SRP.

Parametri

srp client service clear instancename servicename

Esempi

srp client service clear ins2 _test2._udp
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

rimozione servizio client srp

Richiede l'annullamento della registrazione di un servizio con il server SRP.

Parametri

srp client service remove instancename servicename

Esempi

srp client service remove ins2 _test2._udp
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

servizio client srp

Recupera l'elenco dei servizi gestiti dal client.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

srp client service
instance:"ins2", name:"_test2._udp,_sub1,_sub2", state:Registered, port:111, priority:1, weight:1
instance:"ins1", name:"_test1._udp", state:Registered, port:777, priority:0, weight:0
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

avvio client srp

Avvia l'operazione del client SRP.

Parametri

srp client start serveraddr serverport

Esempi

srp client start fd00::d88a:618b:384d:e760 4724
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

stato client srp

Indica se il client SRP è in esecuzione o meno.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

srp client state
Enabled
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

interruzione client srp

Interrompe l'operazione del client SRP.

Interrompe eventuali ulteriori interazioni con il server SRP. Tieni presente che le informazioni sull'host e/o l'elenco dei servizi non vengono rimosse né cancellate. Contrassegna tutti i servizi da aggiungere/rimuovere di nuovo una volta che il client viene (ri)avviato.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

srp client stop
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

srp client ttl (get,set)

Restituisce o imposta il valore ttl(durata) in secondi.

Parametri

srp client ttl [value]

Esempi

srp client ttl 3600
Done
srp client ttl
3600
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Server srp (enable,disable)

Abilita o disabilita il server SRP.

Parametri

srp server [enable|disable]

Esempi

srp server disable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

addrmode server srp (get,set)

Restituisce o imposta la modalità indirizzo utilizzata dal server SRP.

La modalità indirizzo indica al server SRP come determinare l'indirizzo e il numero di porta, che poi verranno pubblicati nei dati di rete Thread.

Parametri

srp server addrmode [anycast|unicast]

Esempi

srp server addrmode anycast
Done
srp server addrmode
anycast
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

server srp automatico (attivazione,disattivazione)

Attiva o disattiva la modalità di attivazione automatica sul server SRP.

Quando questa modalità è attivata, il gestore del routing delle frontiere controlla se e quando abilitare o disabilitare il server SRP.

Questo comando richiede l'abilitazione di OPENTHREAD_CONFIG_BORDER_ROUTING_ENABLE.

Parametri

srp server auto [enable|disable]

Esempi

srp server auto enable
Done
srp server auto
Enabled
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

dominio server srp (get,set)

Consente di acquisire o impostare il nome di dominio del server SRP.

Parametri

srp server domain [domain-name]

Esempi

srp server domain thread.service.arpa.
Done
srp server domain
thread.service.arpa.
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

host server srp

Restituisce informazioni su tutti gli host registrati.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

srp server host
srp-api-test-1.default.service.arpa.
    deleted: false
    addresses: [fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:fc10]
srp-api-test-0.default.service.arpa.
    deleted: false
    addresses: [fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:fc10]
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

lease server srp (get,set)

Restituisce o imposta i valori di lease del server SRP in numero di secondi.

Parametri

srp server lease [min-lease max-lease min-key-lease max-key-lease]

Esempi

srp server lease 1800 7200 86400 1209600
Done
srp server lease
min lease: 1800
max lease: 7200
min key-lease: 86400
max key-lease: 1209600
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

seqnum server srp (get,set)

Restituisce o imposta il numero di sequenza utilizzato con la modalità di indirizzo anycast. Il numero di sequenza è incluso nella voce "Indirizzo Anycast del servizio DNS/SRP" pubblicata nei dati di rete.

Parametri

srp server seqnum [seqnum]

Esempi

srp server seqnum 20
Done
srp server seqnum
20
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

servizio server srp

Restituisce informazioni sui servizi registrati.

Il record TXT viene visualizzato come un array di voci. Se una voce contiene una chiave, questa viene stampata in formato ASCII. La parte del valore viene stampata in byte esadecimali.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

srp server service
srp-api-test-1._ipps._tcp.default.service.arpa.
    deleted: false
    subtypes: (null)
    port: 49152
    priority: 0
    weight: 0
    ttl: 7200
    lease: 7200
    key-lease: 1209600
    TXT: [616263, xyz=585960]
    host: srp-api-test-1.default.service.arpa.
    addresses: [fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:fc10]
srp-api-test-0._ipps._tcp.default.service.arpa.
    deleted: false
    subtypes: _sub1,_sub2
    port: 49152
    priority: 0
    weight: 0
    ttl: 3600
    lease: 3600
    key-lease: 1209600
    TXT: [616263, xyz=585960]
    host: srp-api-test-0.default.service.arpa.
    addresses: [fdde:ad00:beef:0:0:ff:fe00:fc10]
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

stato server srp

Restituisce uno dei seguenti stati possibili del server SRP:

  • disabled: il server SRP non è abilitato.
  • stopped: il server SRP è abilitato, ma non attivo a causa di server SRP esistenti che sono già attivi nella rete Thread. Il server SRP potrebbe diventare attivo quando i server SRP esistenti non sono più attivi all'interno della rete Thread.
  • running: il server SRP è attivo e può gestire le registrazioni ai servizi.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

srp server state
running
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

state

Restituisce il ruolo attuale del dispositivo Thread o lo modifica come specificato con una delle opzioni. Possibili valori restituiti in caso di richiesta di informazioni sul ruolo del dispositivo:

  • child: il dispositivo attualmente funziona come dispositivo secondario di Thread.
  • router: il dispositivo attualmente funziona come router Thread.
  • leader: il dispositivo attualmente funziona come leader Thread.
  • detached: il dispositivo al momento non sta partecipando a una partizione/rete Thread.
  • disabled: lo stack di thread è attualmente disattivato.

Utilizzando una delle opzioni puoi modificare il ruolo attuale di un dispositivo, ma non puoi cambiare lo stato in disabled.

Parametri

state [child|router|leader|detached]

Esempi

state
child
Done
state leader
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

interruzione tcp

Termina senza difficoltà la connessione TCP associata all'endpoint TCP di esempio, eseguendo la transizione dell'endpoint TCP allo stato chiuso.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

tcp abort
TCP: Connection reset
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Risultato benchmark CPA

Mostra l'ultimo risultato del test di benchmark TCP. Valori di stato possibili:

  • In corso
  • Completato
  • Non testato

Questo comando è destinato principalmente alla creazione di script che automatizzano il test del benchmark TCP.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

tcp benchmark result
TCP Benchmark Status: Ongoing
Done
tcp benchmark result
TCP Benchmark Status: Completed
TCP Benchmark Complete: Transferred 73728 bytes in 7056 milliseconds
TCP Goodput: 83.592 kb/s

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

Esecuzione benchmark CPA

Trasferisce il numero specificato di byte utilizzando la connessione TCP attualmente associata all'endpoint TCP di esempio fornito dall'interfaccia a riga di comando tcp.

Parametri

tcp benchmark run [size]

Utilizza il parametro size per specificare il numero di byte da inviare per il benchmark. Se non utilizzi il parametro size, viene usato il valore predefinito (OPENTHREAD_CONFIG_CLI_TCP_DEFAULT_BENCHMARK_SIZE).

Esempi

tcp benchmark run
Done
TCP Benchmark Complete: Transferred 73728 bytes in 7233 milliseconds
TCP Goodput: 81.546 kb/s

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

Associazione TCP

Associa un indirizzo IPv6 e una porta all'endpoint TCP di esempio fornito dall'interfaccia a riga di comando tcp. L'associazione dell'endpoint TCP a un indirizzo IPv6 e a una porta è definito "assegnazione del nome all'endpoint TCP". Questo associa l'endpoint per la comunicazione.

Parametri

tcp bind ip port
  • ip: indirizzo IPv6 a cui eseguire l'associazione. Se vuoi che lo stack TCP/IPv6 assegni l'indirizzo IPv6 di associazione, utilizza l'indirizzo IPv6 non specificato: ::.
  • port: numero di porta TCP a cui associarsi.

Esempi

tcp bind :: 30000
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

connessione TCP

Stabilisce una connessione con il peer specificato.

Se la connessione viene stabilita, la connessione TCP risultante viene associata all'endpoint TCP di esempio.

Parametri

tcp connect ip port [fastopen]
  • ip: indirizzo IP del peer. L'indirizzo può essere un indirizzo IPv4, che viene sintetizzato in un indirizzo IPv6 utilizzando il prefisso NAT64 preferito dai dati di rete. Il comando restituisce InvalidState quando il prefisso NAT64 preferito non è disponibile.
  • port: numero di porta TCP del peer.
  • fastopen: questo parametro è facoltativo. Se il criterio viene impostato su fast, l'apertura rapida TCP viene attivata per questa connessione. Altrimenti, se questo parametro è impostato su slow o non viene utilizzato, l'apertura rapida TCP viene disattivata.

Esempi

tcp connect fe80:0:0:0:a8df:580a:860:ffa4 30000
Done
TCP: Connection established
tcp connect 172.17.0.1 1234
Connecting to synthesized IPv6 address: fdde:ad00:beef:2:0:0:ac11:1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

parametro tcp

Deinizializza questo endpoint TCP.

Ciò significa che OpenThread non tiene più traccia di questo endpoint TCP e distribuisce tutte le risorse che ha allocato internamente per questo endpoint TCP. L'applicazione può riutilizzare la memoria a supporto dell'endpoint TCP come meglio ritenga.

Se corrisponde a una connessione TCP attiva, la connessione viene interrotta senza cerimonie (come in otTcpAbort()). Tutte le risorse fornite dall'applicazione per questo endpoint TCP (buffer collegati per il buffer di invio, memoria per il buffer di ricezione, la struttura aEndpoint stessa e così via) vengono immediatamente restituite all'applicazione.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

tcp deinit
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

tcp init

Inizializza il listener TCP di esempio e l'endpoint TCP di esempio fornito dall'interfaccia a riga di comando tcp.

Parametri

tcp init [mode] [size]
  • mode ha tre valori possibili:
    • tls: specifica che anche la connessione TCP tra due nodi deve utilizzare il protocollo TLS oltre a TCP. Quando due nodi comunicano su TCP, entrambi i nodi devono utilizzare TLS o nessuno dei due deve utilizzare TLS, perché un endpoint non TLS non può comunicare con un endpoint TLS.
    • linked o circular: una di queste opzioni indica che non si deve utilizzare TLS e che per il buffering TCP deve essere utilizzato il tipo di buffering specificato. Il comportamento di linked e circular è identico. Esamina il codice per verificare le differenze tra questi due tipi di buffering. Non sono necessari due endpoint di una connessione TCP per utilizzare lo stesso tipo di buffering.
  • Il parametro size imposta la dimensione del buffer di ricezione da associare all'endpoint TCP di esempio. Se non specificata, viene utilizzata la dimensione massima. La dimensione massima è impostata in OPENTHREAD_CONFIG_CLI_TCP_RECEIVE_BUFFER_SIZE.

Esempi

tcp init tls
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

tcp ascolto

Utilizza il listener TCP di esempio per rimanere in ascolto delle connessioni in entrata sull'indirizzo e sulla porta IPv6 specificati.

Parametri

tcp listen ip port

I seguenti parametri sono obbligatori:

  • ip: indirizzo IPv6 o indirizzo IPv6 non specificato (::) del listener TCP di esempio fornito dall'interfaccia a riga di comando tcp.
  • port: porta TCP del listener TCP di esempio. Se nessuna connessione TCP è associata all'endpoint TCP di esempio, vengono accettate tutte le connessioni in entrata corrispondenti all'indirizzo e alla porta IPv6 specificati e vengono associate all'endpoint TCP di esempio.

Esempi

tcp listen :: 30000
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

invio tcp

Invia i dati tramite la connessione TCP associata all'endpoint TCP di esempio fornito con l'interfaccia a riga di comando tcp.

Parametri

tcp send message

Il parametro message contiene il messaggio da inviare all'endpoint TCP remoto.

Esempi

tcp send hello
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

TCP sendend

Invia il segnale di "fine flusso" sulla connessione TCP associata all'endpoint TCP di esempio fornito dall'interfaccia a riga di comando tcp. Questo avviso informa il peer che non riceverà altri dati su questa connessione TCP.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

tcp sendend
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

interruzione dell'ascolto TCP

Indica al listener TCP di esempio di interrompere l'ascolto delle connessioni TCP in entrata.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

tcp stoplistening
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

inizio thread

Avvia l'operazione del protocollo Thread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

thread start
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

interruzione del thread

Interrompe l'operazione del protocollo Thread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

thread stop
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

versione thread

Recupera la versione del protocollo Thread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

 thread version
2
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

tempo massimo in coda

Restituisce il tempo massimo in coda per i messaggi in coda TX.

Richiede OPENTHREAD_CONFIG_TX_QUEUE_STATISTICS_ENABLE.

Il tempo nella coda viene registrato solo per le trasmissioni dirette e viene misurato come il periodo di tempo che intercorre tra l'aggiunta di un messaggio alla coda di trasmissione e il suo passaggio al livello MAC per la trasmissione o l'eliminazione.

Le statistiche raccolte possono essere reimpostate chiamando il numero otThreadResetTimeInQueueStat() .

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

timeinqueue max
281
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

reimpostazione di timeinqueue

Reimposta le statistiche relative al tempo in coda della coda TX.

Richiede OPENTHREAD_CONFIG_TX_QUEUE_STATISTICS_ENABLE.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

timeinqueue reset
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

in coda

Recupera l'istogramma del tempo nella coda per i messaggi in coda TX.

Richiede OPENTHREAD_CONFIG_TX_QUEUE_STATISTICS_ENABLE.

Viene raccolto l'istogramma del tempo in coda dei messaggi nella coda di trasmissione. Il tempo nella coda viene registrato solo per le trasmissioni dirette e viene misurato come il periodo di tempo che intercorre tra l'aggiunta di un messaggio alla coda di trasmissione e il suo passaggio al livello MAC per la trasmissione o l'eliminazione.

L'istogramma viene restituito come array di valori uint32_t con voci aNumBins. La prima voce nell'array (con indice 0) rappresenta il numero di messaggi con un tempo nella coda inferiore a aBinInterval. La seconda voce rappresenta il numero di messaggi con un tempo nella coda maggiore o uguale a aBinInterval, ma inferiore a 2 * aBinInterval. e così via. L'ultima voce rappresenta il numero di messaggi con tempo nella coda maggiore o uguale a (aNumBins - 1) * aBinInterval.

Le statistiche raccolte possono essere reimpostate chiamando il numero otThreadResetTimeInQueueStat() . Le informazioni sull'istogramma vengono raccolte dal momento in cui l'istanza OpenThread è stata inizializzata o dall'ultima volta che la raccolta delle statistiche è stata reimpostata chiamando il otThreadResetTimeInQueueStat() .

I puntatori aNumBins e aBinInterval NON DEVONO essere NULL.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

timeinqueue
| Min  | Max  |Msg Count|
+------+------+---------+
|    0 |    9 |    1537 |
|   10 |   19 |     156 |
|   20 |   29 |      57 |
|   30 |   39 |     108 |
|   40 |   49 |      60 |
|   50 |   59 |      76 |
|   60 |   69 |      88 |
|   70 |   79 |      51 |
|   80 |   89 |      86 |
|   90 |   99 |      45 |
|  100 |  109 |      43 |
|  110 |  119 |      44 |
|  120 |  129 |      38 |
|  130 |  139 |      44 |
|  140 |  149 |      35 |
|  150 |  159 |      41 |
|  160 |  169 |      34 |
|  170 |  179 |      13 |
|  180 |  189 |      24 |
|  190 |  199 |       3 |
|  200 |  209 |       0 |
|  210 |  219 |       0 |
|  220 |  229 |       2 |
|  230 |  239 |       0 |
|  240 |  249 |       0 |
|  250 |  259 |       0 |
|  260 |  269 |       0 |
|  270 |  279 |       0 |
|  280 |  289 |       0 |
|  290 |  299 |       1 |
|  300 |  309 |       0 |
|  310 |  319 |       0 |
|  320 |  329 |       0 |
|  330 |  339 |       0 |
|  340 |  349 |       0 |
|  350 |  359 |       0 |
|  360 |  369 |       0 |
|  370 |  379 |       0 |
|  380 |  389 |       0 |
|  390 |  399 |       0 |
|  400 |  409 |       0 |
|  410 |  419 |       0 |
|  420 |  429 |       0 |
|  430 |  439 |       0 |
|  440 |  449 |       0 |
|  450 |  459 |       0 |
|  460 |  469 |       0 |
|  470 |  479 |       0 |
|  480 |  489 |       0 |
|  490 |  inf |       0 |
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

trel (attiva,disabilitata)

Attiva o disattiva l'operazione radio TREL.

Parametri

trel enable|disable

Esempi

trel enable
Done
trel disable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

contatori trel reimpostati

Azzera i contatori TREL.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

trel counters reset
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

contatori trel

Recupera i contatori TREL.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

trel counters
Inbound:  Packets 32 Bytes 4000
Outbound: Packets 4 Bytes 320 Failures 1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Filtro trel (attivato,disattivato)

Attiva o disattiva la modalità di filtro TREL.

Parametri

trel filter enable|disable

Esempi

trel filter enable
Done
trel filter disable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

filtro trel

Indica se la modalità di filtro TREL è attivata.

Quando la modalità filtro è attivata, tutto il traffico Rx e Tx inviato attraverso l'interfaccia TREL viene disattivato automaticamente.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

trel filter
Disabled
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

colleghi Trel

Restituisce la tabella peer TREL in formato tabella o elenco.

Parametri

trel peers [list]

Esempi

trel peers
| No  | Ext MAC Address  | Ext PAN Id       | IPv6 Socket Address                              |
+-----+------------------+------------------+--------------------------------------------------+
|   1 | 5e5785ba3a63adb9 | f0d9c001f00d2e43 | [fe80:0:0:0:cc79:2a29:d311:1aea]:9202            |
|   2 | ce792a29d3111aea | dead00beef00cafe | [fe80:0:0:0:5c57:85ba:3a63:adb9]:9203            |
Done
trel peers list
001 ExtAddr:5e5785ba3a63adb9 ExtPanId:f0d9c001f00d2e43 SockAddr:[fe80:0:0:0:cc79:2a29:d311:1aea]:9202
002 ExtAddr:ce792a29d3111aea ExtPanId:dead00beef00cafe SockAddr:[fe80:0:0:0:5c57:85ba:3a63:adb9]:9203
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

Trel

Indica se l'operazione TREL è abilitata.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

trel
Enabled
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

tvcheck (abilita,disabilita)

Attiva o disattiva il controllo della versione di Thread quando esegui l'upgrade al router o alla versione leader. Questo controllo è abilitato per impostazione predefinita.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

tvcheck enable
Done
tvcheck disable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

txpower (get,set)

Recupera (o imposta con l'uso dell'argomento txpower facoltativo) la potenza di trasmissione in dBm.

Parametri

txpower [txpower]

Esempi

txpower -10
Done
txpower
-10 dBm
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

binding UDP

Assegna un indirizzo IPv6 e una porta a un socket aperto che associa il socket per la comunicazione. L'assegnazione dell'indirizzo IPv6 e della porta è detta denominazione del socket.

Parametri

udp bind [netif] ip port
  • netif: l'interfaccia di rete di associazione, determinata come segue:
    • Nessun valore (escludendo questo parametro dal comando): viene utilizzata l'interfaccia di rete Thread.
    • -u: interfaccia di rete non specificata, il che significa che lo stack UDP/IPv6 determina a quale interfaccia di rete associare il socket.
    • -b: è in uso l'interfaccia di rete backbone.
  • ip: indirizzo IPv6 a cui eseguire l'associazione. Se vuoi che lo stack UDP/IPv6 assegni l'indirizzo IPv6 di associazione, puoi utilizzare il seguente valore per utilizzare l'indirizzo IPv6 non specificato: ::. Ogni esempio utilizza l'indirizzo IPv6 non specificato.
  • port: numero di porta UDP a cui eseguire l'associazione. Ciascuno degli esempi utilizza il numero di porta 1234.

Esempi

udp bind :: 1234
Done
udp bind -u :: 1234
Done
udp bind -b :: 1234
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

udp chiudi

Chiudi un socket UDP/IPv6.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

udp close
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

connessione udp

Collega un socket UDP/IPv6.

Parametri

udp connect ip port

I seguenti parametri sono obbligatori:

  • ip: indirizzo IP del peer.
  • port: numero di porta UDP del peer. L'indirizzo può essere un indirizzo IPv4, che viene sintetizzato in un indirizzo IPv6 utilizzando il prefisso NAT64 preferito dai dati di rete. Il comando restituisce InvalidState quando il prefisso NAT64 preferito non è disponibile.

Esempi

udp connect fdde:ad00:beef:0:bb1:ebd6:ad10:f33 1234
Done
udp connect 172.17.0.1 1234
Connecting to synthesized IPv6 address: fdde:ad00:beef:2:0:0:ac11:1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

sicurezza link udp (attiva,disattiva)

Attiva o disattiva la sicurezza dei link.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

udp linksecurity enable
Done
udp linksecurity disable
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

sicurezza link udp

Indica se la sicurezza dei link è attivata o disattivata.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

udp linksecurity
Enabled
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

udp aperto

Apri un socket UDP/IPv6.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

udp open
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

invio udp

Invia un messaggio UDP utilizzando il socket.

Parametri

udp send [ip port] [type] value

ip e port sono facoltativi come coppia, ma se ne specifichi uno devi specificare l'altro. Se ip e port non sono specificati, l'indirizzo peer socket viene utilizzato da udp connect.

  • ip: indirizzo di destinazione. Questo indirizzo può essere un indirizzo IPv4 o IPv6. Un indirizzo IPv4 viene sintetizzato in un indirizzo IPv6 con il prefisso NAT64 preferito dai dati di rete. Se il prefisso NAT64 preferito non è disponibile, il comando restituisce InvalidState.
  • port: porta di destinazione UDP.
  • type/value combinazioni:
    • -t: il payload nel parametro value viene trattato come testo. Se non viene inserito alcun valore type, anche il payload nel parametro value viene considerato come testo.
    • -s: payload generato automaticamente con la lunghezza specificata nel parametro value.
    • -x: dati binari in rappresentazione esadecimale indicati nel parametro value.

Esempi

udp send hello
Done
udp send -t hello
Done
udp send -x 68656c6c6f
Done
udp send -s 800
Done
udp send fdde:ad00:beef:0:bb1:ebd6:ad10:f33 1234 hello
Done
udp send 172.17.0.1 1234 hello
Sending to synthesized IPv6 address: fdde:ad00:beef:2:0:0:ac11:1
Done
udp send fdde:ad00:beef:0:bb1:ebd6:ad10:f33 1234 -t hello
Done
udp send fdde:ad00:beef:0:bb1:ebd6:ad10:f33 1234 -x 68656c6c6f
Done
udp send fdde:ad00:beef:0:bb1:ebd6:ad10:f33 1234 -s 800
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

recupero non sicuro

Elenca tutte le porte presenti nell'elenco delle porte non protette consentite.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

unsecure get
1234
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

aggiunta non protetta

Aggiunge una porta all'elenco delle porte non protette consentite.

Parametri

unsecureport add port

Esempi

unsecureport add 1234
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

rimozione non protetta

Rimuove una porta specificata o tutte le porte dall'elenco delle porte non protette consentite.

Parametri

unsecureport remove port|all

Esempi

unsecureport remove 1234
Done
unsecureport remove all
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

tempo di attività in ms

Restituisce l'uptime attuale dell'istanza (in msec).

Richiede l'attivazione di OPENTHREAD_CONFIG_UPTIME_ENABLE.

L'uptime viene espresso sotto forma di numero di millisecondi dall'inizializzazione dell'istanza OpenThread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

uptime ms
426238
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

tempo di attività

Restituisce il tempo di attività attuale dell'istanza sotto forma di stringa leggibile.

Richiede l'attivazione di OPENTHREAD_CONFIG_UPTIME_ENABLE.

La stringa ha il formato "::." per ore, minuti, secondi e millisecondo (se il tempo di attività è inferiore a un giorno) oppure "

d.::." (se più lungo di un giorno).

Se la stringa risultante non rientra in aBuffer (all'interno dei suoi aSize caratteri), la stringa verrà troncata, ma la stringa generata è sempre con terminazione null.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

uptime
12:46:35.469
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

modello di fornitore

Recupera la stringa del modello del fornitore.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

vendor model
Hub Max
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

nome del fornitore

Recupera la stringa del nome del fornitore.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

vendor name
nest
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

versione fornitore

Recupera la stringa della versione sw del fornitore.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

vendor swversion
Marble3.5.1
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

API versione

Stampa il numero di versione dell'API.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

version api
28
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API

  • Nessuna API associata

versione

Recupera la stringa di versione OpenThread.

Parametri

Nessun parametro.

Esempi

version
OPENTHREAD/gf4f2f04; Jul 1 2016 17:00:09
Done

Riferimenti a interfaccia a riga di comando e API